Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sense and Sensibility

By

Publisher: Penguin Books (Penguin Classics)

4.0
(7914)

Language:English | Number of Pages: 372 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , Chi simplified , German , French , Italian , Swedish , Portuguese , Catalan , Greek , Dutch , Polish , Korean

Isbn-10: 0140430474 | Isbn-13: 9780140430479 | Publish date: 

Preface Tony Tanner

Also available as: Audio CD , Hardcover , Softcover and Stapled , Mass Market Paperback , Audio Cassette , School & Library Binding , Library Binding , Others , Unbound , eBook , Leather Bound

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Sense and Sensibility ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Jane Austen (1775-1817) is considered by many scholars to be the first great woman novelist. Her novels revolve around people, not events or coincidences. Miss Austen sets her novels in the upper middle class English country which was her own environment.

Her novels have increased in stature over time. Her skills of writing, including a dry humor and a witty elegance of expression have attracted generations to her work.

Miss Austen completed six novels and part of a seventh, "Sense and Sensibility", "Pride and Prejudice", "Mansfield Park", "Emma", "Northanger Abbey", "Persuasion" and the partial "Lady Susan". Quiet Vision publishes all seven.

Sorting by
  • 4

    Leggere Jane Austen è come fare un viaggio nel tempo, in un mondo totalmente diverso dalla frenesia di oggi. E ogni tanto ci vuole.
    L'ironia con cui racconta i suoi personaggi è unica. Li descrive in modo apparentemente normale, ma in realtà la maggior parte delle volte li sta prendendo in ...continue

    Leggere Jane Austen è come fare un viaggio nel tempo, in un mondo totalmente diverso dalla frenesia di oggi. E ogni tanto ci vuole.
    L'ironia con cui racconta i suoi personaggi è unica. Li descrive in modo apparentemente normale, ma in realtà la maggior parte delle volte li sta prendendo in giro.
    Le donne ossessionate dalla dote e dal trovarsi un marito, gli uomini che all'apparenza sembrano tutti forti e cavalieri, in realtà si rivelano essere bambocci attaccati alle gonne delle donne, che siano esse madri, sorelle o amate.
    Sembra che nessuno abbia un lavoro, che tutti campino solo sulle rendite. Persone che fanno visita ad amici e parenti e poi si fermano sei mesi, matrimoni combinati che fanno a pugni con i matrimoni desiderati, adulti che pensano solo a come divertirsi e giocare tutto il giorno.
    In tutto questo si inseriscono i sentimenti spesso esageratamente amplificati delle due sorelle protagoniste. Innamoramenti adolescenziali, che sembrano amori eterni già dopo poche ore di conoscenza.

    said on 

  • 3

    Ho letto da adolescente "Orgoglio e pregiudizio" , mi era piaciuto , solo questo ricordo di quel romanzo ( la storia naturalmente la conosco benissimo , ma per via dei film , del romanzo in se non ricordo nulla) , non ricordavo assolutamente lo stile della Austen , davvero particolare , analiti ...continue

    Ho letto da adolescente "Orgoglio e pregiudizio" , mi era piaciuto , solo questo ricordo di quel romanzo ( la storia naturalmente la conosco benissimo , ma per via dei film , del romanzo in se non ricordo nulla) , non ricordavo assolutamente lo stile della Austen , davvero particolare , analitico per quel che riguarda i comportamenti delle persone,ciò che le muove, ciò che le spinge... mai stereotipata, sgamata veramente ...
    Ho letto "Ragione e sentimento" perché lo avevo in casa assieme a "Persuasione" ( non ancora letto) e siccome ho preso non so nemmeno io perché un saggio critico ( che ancora mi deve arrivare) sull'opera della Austen (" La zitella illetterata" mi pare si chiami...) ho deciso che la lettura passata di "Orgoglio e pregiudizio" era un po' pochino per affrontare detto saggio con cognizione di causa ... per ora non mi sono pentita della lettura ( ora affronterò "Persuasione") non è come immaginavo , ha sollecitato il mio interesse il suo punto di vista .... e poi son di quelle storie piacevoli da leggere stravaccata sul divano , la sera, vicino alla stufa a legna, con la mia gatta, in queste giornate di inizio inverno piovose e uggiose :-) .........................
    Ho iniziato a legger il saggio, inanzi tutto "Persuasione " lo leggerò per ultimo come è giusto che sia, il prossimo che leggerò sarà "Northanger Abbey" ( appena la biblioteca del paesello lo ritrova che ora è sparito!) così andrò per quel che è possibile in ordine di scrittura .... Del saggio ho letto per ora solo la parte generale ( che mi ha depressa, ma possibile che 'sti scrittori abbiano tutti ( sto leggendo anche una biografia di Poe ... poveretto!!!) avuto una vita così , così, così, castrante !? ... va bè) e la parte relativa appunto a "Ragione e sentimento", che dire .... illuminante, un uso della satira veramente particolare fa questa autrice sembra di facciata voler sbeffeggiare il "romanticismo " a favore della ragione , però, però..... ma poi forse che si , forse che no, contraddittoria al massimo, quel che è certo e che già mi aveva colpita è che in questo romanzo ha chi va meglio non è certo la protagonista con la sua ragione e rettitudine né la sorella con il suo romanticismo e rettitudine, ma sono appunto gli egoisti e gli intrallazzoni che ottengono esattamente ciò che vogliono e non stanno affatto poi così male per questo ...anzi ! Che ci vuol dire con ciò la Austen? Meditiamo gente meditiamo... :-)
    Spoiler:
    Insomma qui la Austen fa finire la sorella romantica a maritarsi il riccone vecchietto ( trionfo del quieto vivere)
    La sorella ragionevole si becca il suo ganzo che è stato diseredato della primogenitura e lo resta anche quando il motivo decade , perché la mamma preferisce il secondo genito e ciupa a te primo!
    Finiscono poveri ma felici pare ( chi si accontente gode) poveri ( letteralmente) i loro figli ....
    La leccaculo della situazione intrallazza allegramente e si becca il riccone che come carattere le è pure congeniale ...
    Il "traditore" si becca l'ereditiera che è bella e poi nemmeno così stronza alla fine ( ci fa capire la Austen)
    Il "buono" che aiuta provvidenzialmente la famiglia al momento giusto è descritto come un gran rompicoglioni e pure noiosissimo ....
    Insomma un romanzo tutto particolare , satirico, ironico, amarognolo ..... :-)
    [ Si capisce che ho poche idee ma confuse ? :-))))))) No , si ? :-)))))) ]

    said on 

  • 1

    Mark Twain diceva...

    «Tutte le volte che leggo Orgoglio e pregiudizio mi viene voglia di disseppellirla e colpirla sul cranio con la sua stessa tibia».

    Lo stesso avrebbe potuto dire di Ragione e sentimento.

    said on 

  • 4

    Chi rappresenta il giusto io? Da una parte c'è Elinor, destinata ad essere la consolatrice di tutti per i dolori propri e non di meno per quelli altrui, che offre conforto grazie alla propria calma e compostezza d'animo; dall'altra parte abbiamo Marianne, figlia delle proprie passioni, desideri, ...continue

    Chi rappresenta il giusto io? Da una parte c'è Elinor, destinata ad essere la consolatrice di tutti per i dolori propri e non di meno per quelli altrui, che offre conforto grazie alla propria calma e compostezza d'animo; dall'altra parte abbiamo Marianne, figlia delle proprie passioni, desideri, sogni e più profonde ambizioni. Inizialmente sembra che non ci sia una via d'uscita: entrambe le nostre eroine subiscono un destino comune, la delusione amorosa. La differenza tra le due sta nel modo in cui la affrontano: Elinor è solita vivere le difficoltà con molto coraggio e poca pubblicità al contrario di sua sorella, la quale si lascia abbattere inesorabilmente da tutto e da tutti pur di non scendere a compromessi e perdere un minimo di quella smisuratezza che la caratterizza. L'epilogo del libro, a parer mio, sta in alcune delle sue ultime battute:"Marianne era nata per un singolare destino. Era nata per scoprire la falsità delle sue opinioni e per sconfiggere con la sua condotta le sue massime più care. Era nata per superare un affetto formatosi niente meno che alla rispettabile età di diciassette anni e, animata da un sentimento che non esorbiva da una stima sincera ed una viva amicizia, per dare la sua mano ad un altro. Invece di cader vittima d'una passione irresistibile come una volta si era teneramente lusingata che fosse, invece di restare per sempre con sua madre e trovare i suoi unici piaceri nel raccoglimento e nello studio come, in più calmo e sobrio stato di spirito, aveva deciso di fare, si trovó, a diciannove anni, arresa a nuovi affetti, sottoposta a nuovi doveri, collocata in una nuova dimora - moglie, padrona di casa e patronessa di un villaggio. Ella, del resto, era incapace di amare a metà; e col tempo il suo cuore divenne altrettanto devoto a suo marito come lo era stato a Willoughby".

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    La mia recensione completa la trovate qua
    http://katiusciarigogliosi.blogspot.it/2014/09/ragione-…

    Ve la faccio breve:
    - Elinor ama Edward, fratello di Fanny, moglie di John, fratellastro di Elinor
    - Marianne, sorella di Elinor, ama il giovane Willoughby c ...continue

    La mia recensione completa la trovate qua
    http://katiusciarigogliosi.blogspot.it/2014/09/ragione-e-sentimento.html

    Ve la faccio breve:
    - Elinor ama Edward, fratello di Fanny, moglie di John, fratellastro di Elinor
    - Marianne, sorella di Elinor, ama il giovane Willoughby che però è fidanzato, e sposerà quindi l'anziano colonnello Brandon
    - Margaret, sorella di Elinor e Marianne, è praticamente un personaggio inutile alla storia
    - Edward è fidanzato con Lucy, che scoperto che l'uomo ama un'altra lo pianta in asso e permette al giovane di sposare Elinor
    - Robert, fratello di Edward, si fionda su Lucy non appena la ragazza torna single e la porta all'altare
    - Brandon si prende cura di Eliza, figlia di Elizabeth, donna che amava in gioventù
    - Willoughby disonora Eliza, con cui era fidanzato, per sposare Marianne, ma visto che viene diseredato dalla zia ricca abbandona anche Marianne per sposare l'ereditiera Grey

    Ammettetelo, non ci avete capito molto vero? Figuratevi cosa posso aver capito io durante la lettura!
    Non posso nemmeno paragonare la storia alla soap Beautiful, perchè di quest'ultima, anche se perdi la visione di 157 puntate, capisci sempre bene o male la storia. Al massimo potrei paragonarlo a Cento vetrine, dove effettivamente se ti perdi un passaggio ti ritrovi con 12 personaggi in più e qualche morto sulla coscienza.

    Però ho guadagnato tutta la stima di Silvia: lei dalla disperazione ha interrotto addirittura la lettura.
    Ed ora posso, anche, vantarmi di aver letto tutta la bibliografia di zia Jane: un'altra tacca sul googlettino la posso mettere!

    said on 

  • 4

    Bel libro, un soffio di aria fresca dopo diverse letture deludenti. La Austen si riconferma una grande scrittrice, elegante, ironica e intelligente. I suoi personaggi e i luoghi sono tratteggiati benissimo senza appesantire il romanzo. La questione sociale, l'ambizione, la meschinità, l'importanz ...continue

    Bel libro, un soffio di aria fresca dopo diverse letture deludenti. La Austen si riconferma una grande scrittrice, elegante, ironica e intelligente. I suoi personaggi e i luoghi sono tratteggiati benissimo senza appesantire il romanzo. La questione sociale, l'ambizione, la meschinità, l'importanza del denaro a scapito di tutto, sono elementi la cui presenza si sente e che è magistralmente condita con l'ironia, sottile e pungente mai pesante o fuori luogo, tipica della Austen.
    Questo è stato solo il mio secondo romanzo di questa scrittrice, di certo continuerò a leggere i suoi capolavori; fino a questo momento si è dimostrata una assoluta certezza!

    Voto: 8/10

    said on 

  • 3

    Ragione e sentimento

    Un alternarsi di sentimenti vuoti e spenti, in un romanzo che rimane comunque ancora attuale per via della capacità dell’autrice di mostrare quale sia il contrasto tra ciò che richiede un utilizzo appropriato della mente e ciò che invece richiede l’abbandono ai propri sentimenti, delineando quind ...continue

    Un alternarsi di sentimenti vuoti e spenti, in un romanzo che rimane comunque ancora attuale per via della capacità dell’autrice di mostrare quale sia il contrasto tra ciò che richiede un utilizzo appropriato della mente e ciò che invece richiede l’abbandono ai propri sentimenti, delineando quindi una distinzione tra morale e istinto.
    Con i romanzi della Austen si ha, comunque e sempre, l'impressione di fare un salto nell'800, grazie anche alla sua maestria nel dipingere ambienti, relazioni e personaggi unici.

    said on 

  • 3

    整體感覺上和傲慢與偏見雷同,也是中規中矩的愛情故事,如果看過傲慢實在沒有看這本的必要。

    said on 

  • 4

    Pensate all'amore, pensate alla passione, a passeggiate al chiaro di luna, a baci rubati e... SCORDATEVELI!

    L'unica cosa che dovete fare è prendere una calcolatrice.

    Sì sì, prendete una calcolatrice, mettetevi comodi e fate due conti.
    Miss X vale tot sterline, troppo poche per ...continue

    Pensate all'amore, pensate alla passione, a passeggiate al chiaro di luna, a baci rubati e... SCORDATEVELI!

    L'unica cosa che dovete fare è prendere una calcolatrice.

    Sì sì, prendete una calcolatrice, mettetevi comodi e fate due conti.
    Miss X vale tot sterline, troppo poche per una vita "dignitosa" (per vita "dignitosa" si intende una casa grande abbastanza da poter ospitare gli amici, 2 o 3 servitori, 2 cavalli e una carrozza).
    Mr Y ne vale tot, Mr Z vale tot alla seconda.
    Ok, scoperto questo, Mr Z diventerà il miglior partito di cui "innamorarsi".
    Una tristezza? No, solo la realtà dei fatti per l'epoca.

    E la Austen è dotata di una bastardaggine invidiabile.

    said on 

Sorting by