Senyors Nens

Per

3.8
(4356)

Language: Català | Number of Pàgines: 208 | Format: Mass Market Paperback | En altres llengües: (altres llengües) French , Italian , Spanish

Isbn-10: 8475965806 | Isbn-13: 9788475965802 | Data publicació: 

Category: Fiction & Literature , Humor , Teens

Do you like Senyors Nens ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Sorting by
  • 3

    storia già letta, ma raccontata diversamente

    Potrebbe sembrare che sia la stessa storia di Kamo "Io e Kamo". E in effetti l'idea è la stessa. Ma è un libro completamente differente, anche se alcune trovate sono le stesse, perchè aggiunge molto e ...continua

    Potrebbe sembrare che sia la stessa storia di Kamo "Io e Kamo". E in effetti l'idea è la stessa. Ma è un libro completamente differente, anche se alcune trovate sono le stesse, perchè aggiunge molto e non ti annoi anche se hai già letto la prima.

    dit a 

  • 3

    Frasi dal libro

    “Immaginazione non significa menzogna.
    Crastaing lo urlava senza alzare la voce”
    https://frasiarzianti.wordpress.com/2016/05/13/signori-bambini-daniel-pennac/

    dit a 

  • 5

    sono rimasto scioccato e stupefatto alla fine di questo romanzo. Non mi ero mai confrontato con un romanzo che ha questo stile molto particolare e mi ha sorpreso positivamente. Trovo che i messaggi co ...continua

    sono rimasto scioccato e stupefatto alla fine di questo romanzo. Non mi ero mai confrontato con un romanzo che ha questo stile molto particolare e mi ha sorpreso positivamente. Trovo che i messaggi contenuti nel libro siano geniali , è un romanzo che fa riflettere su molti spunti ed è reale nel suo essere surreale. Non la consiglierei però come prima lettura , ma consigliatissimo

    dit a 

  • 5

    È la prima volta che leggo un libro di Pennac ma sono rimasta soddisfattissima! Il modo di scrivere è originalissimo, scorre da pazzi con quel tocco di ironia misto a riflessioni e citazioni letterari ...continua

    È la prima volta che leggo un libro di Pennac ma sono rimasta soddisfattissima! Il modo di scrivere è originalissimo, scorre da pazzi con quel tocco di ironia misto a riflessioni e citazioni letterarie. La storia è coinvolgente e alla fin fine ci dimostra come ragazzi e adulti condividano gli stessi problemi e le stesse preoccupazioni... anzi a volte sono proprio i grandi ad aver bisogno dei bambini! Consigliatissimo!

    dit a 

  • 5

    Un'idea apparentemente semplice che si trasforma in un racconto divertentissimo e dalle molte letture. Ho adorato ogni aspetto di Signori bambini : dalla situazione iniziale agli sviluppi, dai person ...continua

    Un'idea apparentemente semplice che si trasforma in un racconto divertentissimo e dalle molte letture. Ho adorato ogni aspetto di Signori bambini : dalla situazione iniziale agli sviluppi, dai personaggi al narratore (che forse per mia ingenuità non avevo proprio previsto), dal tono allo stile. Ho letto altro di Daniel Pennac, e trovo che quando si cimenta con le tematiche relative all'infanzia e alla giovinezza dia il meglio di sé: la sua voce non risulta mai artificiale, come talvolta noto invece in romanzi di altri autori in cui un ragazzino ha, magari per esigenze di trama, reazioni che di ragazzino non sono.
    Inoltre, Pennac sa essere divertentissimo senza limitare questa sua qualità a una semplice risata: mentre ridiamo per le reazioni di Igor, Joseph e Nourdine, infatti, prima o poi ci troviamo a chiederci se sono bambini, se sono adulti, se sono una via di mezzo. La risposta che mi sembra venga fornita in questo libro è che i bambini hanno fin da subito un po' della saggezza che gli adulti vantano come loro caratteristica ("Ho più esperienza"), mentre gli adulti hanno - o dovrebbero, o vorrebbero - sempre un lato infantile che permette loro di affrontare le responsabilità. Verità non significa menzogna ma, sopratutto, crescere non significa dimenticare.

    dit a 

  • 4

    Ah Pennac

    Pennac è sempre Pennac, e "signori bambini" è proprio bello, la sua capacità di raccontare l'uomo con le sue forze e le sue, tante, debolezze mi lascia sempre senza fiato.
    Pennac parla ai sentimenti, ...continua

    Pennac è sempre Pennac, e "signori bambini" è proprio bello, la sua capacità di raccontare l'uomo con le sue forze e le sue, tante, debolezze mi lascia sempre senza fiato.
    Pennac parla ai sentimenti, smuove i sentimenti ed infatti ho chiuso il libro con un senso di tenerezza ed una lacrimuccia, ma appena accennata.

    dit a 

  • 0

    SIGNORI BAMBINI di Daniel Pennac

    Joseph e Igor: “venticinque anni in due”, amici da sempre; Nourdine, mezzo arabo di seconda generazione che fa di tutto per integrarsi, perfino attribuirsi colpe che non ha. Compagni di scuola e compa ...continua

    Joseph e Igor: “venticinque anni in due”, amici da sempre; Nourdine, mezzo arabo di seconda generazione che fa di tutto per integrarsi, perfino attribuirsi colpe che non ha. Compagni di scuola e compagni di sventura: la sventura di essere alunni del professor Albert Craistang.

    "Quanti anni poteva avere quel prof inossidabile che trasformava da sempre i suoi allievi in statue di sale? Non lo vedevi entrare in classe. Lo aspettavi, non era ancora lì. Alzavi la testa e non vedevi altri che lui: lo stesso completo da sempre, la stessa macchia viola sotto il fermaglio della penna, lo stesso cerotto sulla stanghetta destra degli occhiali… e così pallido che vedevi di lui solo i lineamenti: il profilo di una caricatura"

    Durante la lezione, i tre ragazzi si passano sotto banco un disegno satirico in cui il professore viene inseguito da una folla che marcia dietro a uno striscione con su scritto: “Craistang farabutto pagherai caro, pagherai tutto.” La punizione arriva inesorabile: per l’indomani i tre studenti dovranno svolgere un tema immaginando di trasformarsi in adulti, mentre i loro genitori sono diventati bambini. “E niente soluzioni di comodo.”

    http://www.84charingcross.com/?p=68

    dit a 

  • 5

    Il tema. La tematica.

    Un tema, assegnato da Albert, classico professore incompreso e rompipalle che abbiamo avuto tutti prima o dopo nella nostra classe, porterà un gruppo di tre ragazzini a scambiarsi i ruoli con i loro g ...continua

    Un tema, assegnato da Albert, classico professore incompreso e rompipalle che abbiamo avuto tutti prima o dopo nella nostra classe, porterà un gruppo di tre ragazzini a scambiarsi i ruoli con i loro genitori.
    Personaggi caratterizzati, Pierre ed Ismael.. I personaggi che forse più mi hanno colpito con la loro delicatezza.. Il classico esempio in cui vorresti che i personaggi saltassero fuori dal libro per poterli chiamare il giorno dopo.

    dit a 

Sorting by
Sorting by