Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Separati in patria

Nord contro Sud: perché l'Italia è sempre più divisa

Di

Editore: Rizzoli

3.0
(21)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8817032859 | Isbn-13: 9788817032858 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Business & Economics , Political , Social Science

Ti piace Separati in patria?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Chi minaccia (o promette) secessioni può risparmiarsi la fatica: l'Italia è già spaccata. Almeno in due. Nord e Sud sono mondi diversissimi, che a volte si odiano, quasi sempre non si capiscono e di sicuro non sembrano appartenere allo stesso Paese. E se si può sorridere di striscioni e cori da stadio come "Garibaldi, perché?", i numeri delle impari opportunità sono serissimi. La classe politica lo sa? Certo, ma proviene quasi esclusivamente dal Nord, visto che al Sud sembrano non fidarsi più dei politici meridionali. In questo libro, Giovanni Floris ci accompagna alla scoperta della penisola che crediamo di conoscere, analizzando le realtà sconcertanti, i dati preoccupanti, le curiosità e gli scandali di una nazione la cui unica gestione unitaria efficiente a volte sembra quella del crimine organizzato. L'Italia che sogna il federalismo e pratica l'evasione, l'Italia che chiede la meritocrazia e cerca le scorciatoie, l'Italia che si sente diversa da sé ma che a se stessa è uguale da 150 anni. E che ha la possibilità di una riscossa, legata a un salto di volontà: rimettere in moto una politica pigra e affrontare riforme coraggiose. L'inno nazionale che cantiamo è stato adottato in via provvisoria nel 1946. Forse è ora di rendere definitiva, e soprattutto operativa, l'unità d'Italia.
Ordina per
  • 3

    Si alternano racconti di vicende personali a narrazioni specifiche sullo spaccato politico e sociale del nostro paese.
    Molto più simpatiche ed interessanti le prime, anche perchè delle ultime ne siamo già saturi e fa venir voglia di emigrare all'estero.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, ma non lo so se io ho speranza. Mi è piaciuta molto la parte conclusiva,che riassumerei esattamente con le parole di Floris " Ma, per quello che ci riguarda in questa sede, l'Italia non è un paese moderno perche' accetta di sopravvivere in spaccata su un crepaccio, con un piede nella pover ...continua

    Bello, ma non lo so se io ho speranza. Mi è piaciuta molto la parte conclusiva,che riassumerei esattamente con le parole di Floris " Ma, per quello che ci riguarda in questa sede, l'Italia non è un paese moderno perche' accetta di sopravvivere in spaccata su un crepaccio, con un piede nella povertà e uno nella ricchezza" e "l'Italia vive in (dis)equilibrio tra due poli, ed è convinta che questi due poli si chiamino Nord e Sud, mentre in realtà si chiamano dispari opportunità".

    ha scritto il 

  • 4

    Floris riesce a scrivere un buon testo divulgativo, mantenendosi obiettivo ma esternando sempre il suo punto di vista. Si nota soprattutto la sua visione dell'Italia da uomo che ha vissuto e lavorato all'estero. Molte verità scomode per chi legge, soprattutto per chi come me vive in una delle reg ...continua

    Floris riesce a scrivere un buon testo divulgativo, mantenendosi obiettivo ma esternando sempre il suo punto di vista. Si nota soprattutto la sua visione dell'Italia da uomo che ha vissuto e lavorato all'estero. Molte verità scomode per chi legge, soprattutto per chi come me vive in una delle regioni (il Trentino) che più gode dei benefici denunciati nel libro.

    ha scritto il