Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Seppellitemi in piedi

Di

Editore: Sperling & Kupfer

4.2
(10)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 336 | Formato: Altri

Isbn-10: 8820027070 | Isbn-13: 9788820027070 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Pizzorno

Genere: History , Social Science

Ti piace Seppellitemi in piedi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Partire con un pregiudizio che si spera di smontare, perché si sa che frutto di una non-conoscenza troppo affrettata. Volere capire, volere conoscere, volere con tutto il cuore trovare una spiegazione, una giustificazione a tanto odio e tanto fastidio sociale. Concludere che la differenza è tanta ...continua

    Partire con un pregiudizio che si spera di smontare, perché si sa che frutto di una non-conoscenza troppo affrettata. Volere capire, volere conoscere, volere con tutto il cuore trovare una spiegazione, una giustificazione a tanto odio e tanto fastidio sociale. Concludere che la differenza è tanta e che la convivenza è difficile, ma non per impossibilità di punti di incontro, quanto perché la reciproca ignoranza e la scarsissima volontà di accettazione/integrazione è gigantesca. Una cultura affascinante e impossibile per la direzione che sta prendendo il mondo "globale" oggi. Noi cambiamo a velocità supersonica, loro no; noi ci inchiodiamo nei luoghi e non apprteniamo più a niente, loro si muovono e la loro identità è più forte che mai; opposti e contrari , e non so chi è messo peggio.

    ha scritto il 

  • 4

    La prima parte sui Rom albanesi è estremamente interessante, anche per il contesto narrato (caduta del regime a inizio anni '90); in seguito diventa meno coinvolgente spostandosi su tematiche più politiche. Senza dubbio un buon inizio per comprendere la questione Rom.
    In alcuni punti è scritto, o ...continua

    La prima parte sui Rom albanesi è estremamente interessante, anche per il contesto narrato (caduta del regime a inizio anni '90); in seguito diventa meno coinvolgente spostandosi su tematiche più politiche. Senza dubbio un buon inizio per comprendere la questione Rom. In alcuni punti è scritto, o più probabilmente tradotto, molto male.

    ha scritto il 

  • 4

    all'inizio pensavo che la sepoltura in piedi fosse una qualche pratica rituale, poi ho letto il libro e ho capito che era una richiesta, per compensare una vita vissuta in ginocchio

    ha scritto il