Servabo

Memoria di fine secolo

Voto medio di 261
| 52 contributi totali di cui 46 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"Scritta sotto il ritratto di un antenato mi colpì, quand'ero piccolissimo, una misteriosa parola latina: 'servabo'. Può voler dire conserverò, terrò in serbo, terrò fede, o anche servirò, sarò utile".Queste parole, che spiegano il testo del libro, r ...Continua
...
Ha scritto il 14/01/18
"Non cesserò di pensare che i mondi sono due ma imparerò che la linea divisoria non è segnata su alcun atlante e passa fin dentro il cuore dell'uomo. Stare da una parte diventerà più complicato ma più necessario. (p. 66) "Non c'è in un'intera vita co...Continua
  • 2 mi piace
Marco Svevo
Ha scritto il 15/11/17
"Un libro serve a chi lo scrive, raramente a chi lo legge: perciò le biblioteche sono piene di libri inutili"
"Non avevo da ragazzo nessuna attitudine particolare", cellò! "Per spirito di contraddizione preferivo i perdenti", cellò! "Sono stato abituato male", cellò! Ok, basta così. "Ma non mi dispiaceva aver perso i miei privilegi, forse perché sapevo che i...Continua
  • 1 mi piace
Stefanino
Ha scritto il 19/01/17
SPOILER ALERT
Epilogo
"Un libro serve a chi lo scrive, raramente a chi lo legge, perciò le biblioteche sono piene di libri inutili. Nel mio caso, questi appunti sono soltanto un espediente per riordinare nella fantasia dei conti che non tornano nella realtà. Li ho scritti...Continua
Rosetta
Ha scritto il 23/05/16
INESORABILMENTE SARDO
Nelle 91 paginette della piccola edizione Bollati Boringhieri 1991, Luigi Pintor ci racconta la sua “Memoria di fine secolo”. Ogni capitolo non supera le tre, quattro pagine dove, in poche righe dallo stile asciutto, l’autore rievoca i fatti salienti...Continua
  • 5 mi piace
  • 3 commenti
Giampy
Ha scritto il 01/11/15
Saggia amarezza

Asciutto, essenziale, pieno di saggezza e di amarezza, una vita riavvolta sul filo di un ricordo tutto trattenuto dalla ragione e dal disincanto della storia.

  • 1 mi piace

Occhi di velluto
Ha scritto il Aug 20, 2009, 17:01
Non c'è in un'intera vita cosa più importante da fare che chinarsi perchè un altro, cingendoti il collo, possa rialzarsi.
Pag. 85
Occhi di velluto
Ha scritto il Aug 20, 2009, 16:59
La malattia mostra più di ogni altra cosa che il mondo è diviso in due. E' sinonimo di separazione e solitudine. Le persone di cuore provano compatimento, altre sentono un disagio, altre ancora un fastidio e perfino un'irritazione, ma in questi modi...Continua
Pag. 84
Occhi di velluto
Ha scritto il Aug 20, 2009, 16:55
Era cambiato tutto meno la cosa che decide di ogni altra, l'inimicizia come spirito del mondo.
Pag. 67
Occhi di velluto
Ha scritto il Aug 20, 2009, 16:54
Non cesserò di pensare che i mondi sono due ma imparerò che la linea divisoria non è segnata su nessun atlante e passa fin dentro il cuore dell'uomo.
Pag. 66
Occhi di velluto
Ha scritto il Aug 19, 2009, 22:56
E seppelli sotto il mandorlo del giardino, mio grande compagno di giochi, una scatola del tesoro che non ho più ritrovato.
Pag. 24

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi