Riuniti in raccolta dallo stesso Buzzati nel 1958, i Sessanta racconti vengono a ragione considerati una vera "summa" del mondo poetico dello scrittore. Vi si trova rappresentata l'intera gamma dei suoi motivi ispiratori, dalla visione surreale ... Continua
Ha scritto il 12/08/17
- I sette messaggeri (●●●●●)- L'assalto al grande convoglio (●●●)- Sette piani (●●●●●)- Ombra del sud (●●●)- Eppure battono alla porta (●●●●)- Il mantello (●●●●)- L'uccisione del drago (●●●●)- ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 18/07/17
Ogni frase è musica e ogni racconto è una traccia di questa raccolta straordinaria che arricchisce l'anima e pure la libreria .
  • Rispondi
Ha scritto il 14/07/17
Questa è letteratura per giovani
Ogni racconto è perfetto. Tuttavia, per leggere la raccolta e apprezzarla secondo me si deve essere giovani, molto più giovani di me, nonostante il lusinghiero ritratto che mi ha fatto Egon, prima del 1918. Marica giovane lettrice apprezzerebbe ..." Continua...
  • 18 mi piace
  • 11 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 30/04/17
luce,ombra...
Un capolavoro assoluto del piu' grande scrittore italiano del dopoguerra. Non sono semplicemente racconti questi di Buzzati, sono veri e propri mondi dove la sua visione emerge con tutta la sua forza. Mi sono sempre chiesto come mai questo uomo, ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 21/04/17
I sessanta racconti di Buzzati sono un po’ la summa della sua esperienza giornalistica ma soprattutto di scrittore e di uomo. Raccontano meglio di altri scritti la sua visone della vita e della morte, le sue antipatie sociali, le emozioni umane, ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Nov 13, 2015, 01:37
"Qui pure la nostra afflizione. Perchè quella è la Rocca del Cielo, il Regno del Trionfo Eterno, l'Empireo, il Divino Eliseo. Ma è anche l'ultima nostra frontiera, che ci sbarra la strada; e noi siamo uomini vivi! Diciamo, con sincerità: una cupola ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 13, 2015, 01:26
"Era musica nuovissima per lui, e nello stesso tempo scavata nel suo cervello come un'ulcera. Era la strana musica già udita per la via, e poi a casa quella sera. Ma adesso era ancora più libera e orgogliosa, e più potente di volgarità ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 19, 2015, 17:09
lui signore del mondo in mezzo alla polvere, come pezzente affamato
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 31, 2011, 06:19
Un sacrificio non arriverà mai ai piedi di Dio onnipotente se non sarà stato consumato in segreto.
Pag. 558
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 21, 2011, 20:17
Ma il male è questo; che gli uomini, anziché giubilare per la meravigliosa vicinanza di Dio, dell'Onnipotente e del suo Regno, anziché fare feste e tripudi, hanno smarrito la gioia di vivere. Non si combattono nemmeno più, non si odiano neppure; ... Continua...
Pag. 303
  • 1 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi