Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sesso? Fai da te!

Di

Editore: Zelig

3.4
(1124)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 141 | Formato: Altri

Isbn-10: 8888809325 | Isbn-13: 9788888809328 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: P. Catella

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Family, Sex & Relationships , Humor , Non-fiction

Ti piace Sesso? Fai da te!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Giobbe Covatta si può senz'altro considerare il sex symbol degli anni Novanta,nonostante abbia ormai superato i quarant'anni, anche se ne dimostra molti dipiù quando sta zitto e tre quando parla. Fin da piccolo ha cominciato ainteressarsi ai problemi del sesso, conquistandosi un posto nel Guinness deiprimati. In quest'ultimo libro ha profuso tutta la sua grande e indiscussaesperienza in campo sessuale: egli infatti ancora oggi dedica due o tre oredella sua giornata a pratiche sessuali, sperando di poter trovare prima o poiuna pia anima femminile che gli tenga compagnia in questo suo quotidianostudio.
Ordina per
  • 3

    Pur non carino quanto Parole di Giobbe" e "Pancreas", anche questo piccolo ma esaustivo manualetto sul sesso (e già comunque scappa il sorriso) scritto da Covatta è in grado di suscitare ilarità. Nell'assenza di sincere "centrali educative" sul sesso e sulla sessualità, gli innocenti pargoli ai q ...continua

    Pur non carino quanto Parole di Giobbe" e "Pancreas", anche questo piccolo ma esaustivo manualetto sul sesso (e già comunque scappa il sorriso) scritto da Covatta è in grado di suscitare ilarità. Nell'assenza di sincere "centrali educative" sul sesso e sulla sessualità, gli innocenti pargoli ai quali il Nostro si rivolge troveranno validi consigli e veritiere descrizioni su cosa è il sesso e su come viene vissuto a seconda che si sia muniti di pistolino o di pipilla. Da leggere in leggerezza :)

    ha scritto il 

  • 3

    Sesso? Fai da te!

    Adoro Covatta, come comico, come attore, come scrittore!!! Questo libro è davvero carino e molto molto simpatico!!! Ne consiglio la lettura!!! 3 stelline e mezzo!!!

    ha scritto il 

  • 1

    Questo libro è mediocre per infiniti motivi: premettendo che quando ero piccola Giobbe Covatta mi piaceva molto, rileggerlo da adulta è stato una specie di shock.
    Giobbe, sei riuscito a strapparmi qualche misero sorriso solo parlando dei personaggi politici che infestavano la tv del '96!
    ...continua

    Questo libro è mediocre per infiniti motivi: premettendo che quando ero piccola Giobbe Covatta mi piaceva molto, rileggerlo da adulta è stato una specie di shock.
    Giobbe, sei riuscito a strapparmi qualche misero sorriso solo parlando dei personaggi politici che infestavano la tv del '96!
    Dopo una sfilza infinita di libri sessisti ecco che la mia indignazione si riversa su questo qui.

    Non so che intenti avesse quando l'autore ha scritto questa roba: educare facendo sorridere forse? Il libro non solo non educa nessuno, ma se letto da una donna non fa nemmeno ridere, proprio per niente! E' un libro sessista. Le donne sono messe in così cattiva luce da dar fisicamente fastidio. Perché parla tanto di depilazione femminile e di quanto saremmo brutte se non fossimo perfettamente depilate ma non parla minimamente della cura maschile? Perché noi dovremmo fare così tanto e accettare che il maschio non faccia NULLA?
    Perché descrive, ok, in modo scherzoso e totalmente inappropriato (ma almeno ne parla), un orgasmo maschile e quando tocca a quello femminile la faccenda viene liquidata con un "...BOH?" mostrando come il tutto abbia così poca importanza?
    Anche il capitolo contraccettivi è stato assolutamente istruttivo: quelli femminili sono parecchi, e ciascuno è stato liquidato con due righe che non spiegano assolutamente nulla, mentre sul profilattico pagine e pagine.
    Per non parlare dell'isteria da mestruazioni e altre scempiaggini del genere.

    Per carità, un libro da dimenticare.

    ha scritto il 

  • 4

    E' il terzo libro di Giobbe Covatta, il cui acquisto era indispensabile dopo l'esilarante lettura del primo, "Parola di Giobbe". Il secondo, "Pancreas", invece mi aveva deluso, ma c'erano i margini per dare a Covatta la terza possibilità. In effetti, il comico si è in parte riscattato, anche se n ...continua

    E' il terzo libro di Giobbe Covatta, il cui acquisto era indispensabile dopo l'esilarante lettura del primo, "Parola di Giobbe". Il secondo, "Pancreas", invece mi aveva deluso, ma c'erano i margini per dare a Covatta la terza possibilità. In effetti, il comico si è in parte riscattato, anche se non è riuscito comunque a uguagliare il sé stesso della prima volta. Che cos'è che va e che non va in "Sesso? Fai da te!" è presto detto: si tratta di testi che sarebbero divertentissimi se li udissimo recitati dallo stesso Covatta sottoforma di monologhi teatrali, mentre perdono molto smalto in forma scritta. Sentire il comico che legge qualche sua pagina al "Maurizio Costanzo Show" fa davvero sbellicare; leggerlo per conto proprio al massimo fa sorridere, e neppure sempre. Questo è il punto.
    Sono da cabaret molte battutacce fatte apposta per essere dette in compagnia, sono da cabaret i continui riferimenti a personaggi dell'attualità e della cronaca (che faranno invecchiare il libro molto rapidamente). Sono da Festa dell'Unità le battute contro Berlusconi (già invecchiate dopo sei mesi dall'uscita del libro). Un testo destinato a figurare in biblioteca dovrebbe invece cercare di sublimare i suoi contenuti, portarli su un piano più letterario e universale, soprattutto non contingente. Covatta è qui di nuovo "tradotto", come in passato, da Paola Cantella: la misteriosa collaboratrice dà forma di libro alle sue elucubrazioni, essendo il comico, evidentemente, non in grado di reggere da solo il peso della stesura di un testo che a lui viene detto piuttosto che scritto, a maggior sostegno della nostra tesi di partenza circa la cabarettisticità del suo umorismo.
    Comunque sia, "Sesso? Fai da te!" è quel che è e non altro, per cui esaminiamone la struttura. L'autore finge di voler fare un corso di educazione sessuale a beneficio di giovani lettori, e su questa falsariga spiega a modo suo le differenze fra i sessi, lo sviluppo puberale, le tecniche della seduzione, le pratiche amorose, le varianti e le perversioni, la contraccezione e le malattie. Qua e là ci sono battute fulminanti, come "il reggicalze è un accessorio che, come sanno bene gli uomini, non tiene su soltanto le calze"; ma spesso le battute riescono a malapena ad allargare i lati della bocca, e a volte purtroppo la noia la fa da padrona (mancando una trama, non ci si può appassionare alle disquisizioni contro la Chiesa, in difesa dell'omosessualità, in favore del femminismo se le battute non fanno ridere).
    Nel complesso, comunque, il testo è sufficientemente divertente e ha il pregio di poter essere riletto a casaccio: cioè, aprendo una pagina a caso, vi si potranno trovare battute e giochi di parole a volte gustosi. Ma è un pregio? Un vero umorista dovrebbe cercare di costruire un suo libro su qualcosa di più di un susseguirsi di battute fatte per essere lette al bar dalle cricche di giovani. Ci vorrebbe una trama. Speriamo nel prossimo successo di Covatta, ma dubitando del fatto che un cabarettista possa riuscire a emulare Wodehouse.

    ha scritto il 

Ordina per