La Francia, i viaggi per mare, il profumo dei gelsi a Lavilledieu, i treni a vapore, la voce di Hélène. Hervé Joncour continuò a raccontare la sua vita, come mai, nella sua vita, aveva fatto. "Questo non è un romanzo. E neppure un racconto. Questa è ...Continua
Losojosdeeva
Ha scritto il 29/08/18
Baricco incanta il lettore riuscendo a far sue almeno due delle "Lezioni americane" di Calvino, ovvero leggerezza e rapidità. Produce un testo poetico, lieve ed impalpabile come la seta, così come impalpabili ed indefinibili sono il desiderio e la no...Continua
Antomas87
Ha scritto il 15/08/18
Quando Baricco riesce a gestire il suo bisogno di mettere metafore ogni due per tre, vengono fuori pezzetti di magia pura. L'ho letto in una sera, sotto le stelle, ero lì, sentivo quegli sguardi. Bello. Dopo castelli di rabbia che non sono riuscito a...Continua
$TREGHETT@
Ha scritto il 06/08/18

Seta è un racconto breve, ma che nelle sue poche pagine racchiude un mondo. Leggero e romantico come la seta questa storia fa sognare e sospirare. Con un finale che ti lascia senza fiato.

elettra
Ha scritto il 29/07/18
Tra i libri di Baricco questo è forse uno dei pochi che mi sono piaciuti. Ho apprezzato la trama lineare, pulita, con una atmosfera leggera e quasi impalpabile come appunto la seta. Le vicende si svolgono così come l’amore, forse sognato, forse solo...Continua
TheBluE
Ha scritto il 24/07/18
I suoi occhi non avevano un taglio orientale, e il suo volto era il volto di una ragazzina.
Breve e intensa storia, racconto, o semplicemente fugace passione descritta con maestria. Se pur la trama non abbia motivi nobili, quali il tradimento, comunque riesce ad evocare moltissime emozioni. Sarà per la scelta delle parole, o il modo di narr...Continua

untipoparticolare
Ha scritto il Sep 05, 2017, 21:26
- Non ho mai sentito nemmeno la sua voce. E dopo un po': - È uno strano dolore. Piano. - Morire di nostalgia per qualcosa che non vivrai mai.
Pag. 82
Giada.
Ha scritto il Sep 03, 2017, 15:02
E' uno strano dolore- Morire di nostalgia per qualcosa che non vivrai mai.
Pag. 89
Alessandra
Ha scritto il Sep 02, 2017, 07:47
La notte prima di partire, accadde a Hervè Joncour di svegliarsi, quando ancora era buio, e di alzarsi, e di avvicinarsi al letto di Hélène. Quando lei aprì gli occhi lui sentì la propria voce dire piano: -Io ti amerò per sempre.
Pag. 53
GJ.
Ha scritto il Apr 18, 2017, 17:38
Stette ad ascoltare, in silenzio, fino all'ultimo, fino al treno di Eberfeld. Non pensava nulla. Ascoltava. Gli fece male sentire, alla fine, Hervè Joncour dire piano –Non ho mai sentito nemmeno la sua voce.– e dopo un po' –è uno strano dolore– piano...Continua
Marzia
Ha scritto il Mar 13, 2017, 11:09
Non si ricordano mai i perché.
Pag. 102

BlondieVans
Ha scritto il Feb 09, 2017, 13:06
Casa abbandonata di Jean Berbeck
Casa abbandonata di Jean Berbeck
by Rebecca Dautremer, pag. 127
lori.galle
Ha scritto il Nov 29, 2016, 21:15
Seta
Seta
Copertina
Marty+
Ha scritto il Sep 07, 2016, 10:59

Stefaniadimaur
Ha scritto il Apr 25, 2017, 13:27
Può uno sguardo valere più di mille parole? Può l'amore nascere dagli occhi? In questo libro Baricco riesce a creare una storia d'amore travolgente fatta solo di sguardi, muta, priva di parole eppure così forte ed intensa. Una storia d'amore misterio...Continua
Katia
Ha scritto il Oct 12, 2016, 22:18
http://www.liberolibro.it/seta-di-alessandro-baricco/
Karalettura
Ha scritto il Feb 02, 2011, 22:02
978.914 (Baricco, Seta)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi