La Francia, i viaggi per mare, il profumo dei gelsi a Lavilledieu, i treni a vapore, la voce di Hélène. Hervé Joncour continuò a raccontare la sua vita, come mai, nella sua vita, aveva fatto. "Questo non è un romanzo. E neppure un racconto. Questa è ...Continua
Maria
Ha scritto il 18/04/18
Talvolta mi capita, così di getto, di acquistare un libro incuriosita dal titolo. E' stato il caso di Seta, la cui parola ha materializzato davanti ai miei occhi qualcosa di bello, di impalpabile nella sua luminosa trasparente compattezza. "Tenere tr...Continua
lLuca
Ha scritto il 16/04/18

Una storia soave, accompagnato da una scrittura molto dolce che sospende i suoi personaggi in uno stato di non essere.

Laila
Ha scritto il 03/02/18

- E' uno strano dolore.
Piano.
-Morire di nostalgia per qualcosa che non vivrai mai.

Sublime, delicato, imprevedibile.
Non ne sbaglia uno, Baricco.

Vicky
Ha scritto il 18/01/18
Bello
Bello, ben scritto, affatto prevedibile. Un racconto coinvolgente, una storia che cattura e che si snoda nel corso di anni, lenta e persistente come soltanto il vero amore può essere. Neo: l'inesattezza storica, ma si può chiudere un'occhio pensando...Continua
Giulina1986
Ha scritto il 14/01/18

Ho letto Seta dopo essermi innamorata di Novecento. L’ho amato meno del primo, ma trovo comunque che la storia sia intrigante e che valga la pena leggerlo.


untipoparticolare
Ha scritto il Sep 05, 2017, 21:26
- Non ho mai sentito nemmeno la sua voce. E dopo un po': - È uno strano dolore. Piano. - Morire di nostalgia per qualcosa che non vivrai mai.
Pag. 82
Giada.
Ha scritto il Sep 03, 2017, 15:02
E' uno strano dolore- Morire di nostalgia per qualcosa che non vivrai mai.
Pag. 89
Alessandra
Ha scritto il Sep 02, 2017, 07:47
La notte prima di partire, accadde a Hervè Joncour di svegliarsi, quando ancora era buio, e di alzarsi, e di avvicinarsi al letto di Hélène. Quando lei aprì gli occhi lui sentì la propria voce dire piano: -Io ti amerò per sempre.
Pag. 53
GJ.
Ha scritto il Apr 18, 2017, 17:38
Stette ad ascoltare, in silenzio, fino all'ultimo, fino al treno di Eberfeld. Non pensava nulla. Ascoltava. Gli fece male sentire, alla fine, Hervè Joncour dire piano –Non ho mai sentito nemmeno la sua voce.– e dopo un po' –è uno strano dolore– piano...Continua
Marzia
Ha scritto il Mar 13, 2017, 11:09
Non si ricordano mai i perché.
Pag. 102

Marty+
Ha scritto il Sep 07, 2016, 10:59

Stefaniadimaur
Ha scritto il Apr 25, 2017, 13:27
Può uno sguardo valere più di mille parole? Può l'amore nascere dagli occhi? In questo libro Baricco riesce a creare una storia d'amore travolgente fatta solo di sguardi, muta, priva di parole eppure così forte ed intensa. Una storia d'amore misterio...Continua
Katia
Ha scritto il Oct 12, 2016, 22:18
http://www.liberolibro.it/seta-di-alessandro-baricco/
Karalettura
Ha scritto il Feb 02, 2011, 22:02
978.914 (Baricco, Seta)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi