Seven Gothic Tales

By

Publisher: Penguin Books Ltd

3.7
(499)

Language: English | Number of Pages: 368 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , German , French , Danish

Isbn-10: 014018502X | Isbn-13: 9780140185027 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like Seven Gothic Tales ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The theme that runs through this collection is desire, from the imagination of Miss Malin Nat-og-Dag, a maiden lady of wealth and virtue who now believes herself to be the grand courtesan of her time, to Count Augustus, whose wife is so jealous that she cannot bear him to admire her jewels.
Sorting by
  • 4

    Lettura incantevole, ricordo che l'A. è stata ineguagliabile nel raccontare storie fantastiche con densità culturale: ha il dono di far sprigionare dalla parola il suo significato più profondo. Sa evo ...continue

    Lettura incantevole, ricordo che l'A. è stata ineguagliabile nel raccontare storie fantastiche con densità culturale: ha il dono di far sprigionare dalla parola il suo significato più profondo. Sa evocare con maestria e dipingere con vivezza situazioni, stati d'animo, intrecci...

    said on 

  • 4

    Storie sublimi

    Karen Blixen, che scrittrice. Sorprende ogni volta per la sua ineguagliabile capacità di raccontare storie e mondi incantati, ricchi di fascino e nobiltà, sontuosi e ancestrali, ambigui e misteriosi. ...continue

    Karen Blixen, che scrittrice. Sorprende ogni volta per la sua ineguagliabile capacità di raccontare storie e mondi incantati, ricchi di fascino e nobiltà, sontuosi e ancestrali, ambigui e misteriosi. Signorile, nelle atmosfere e nel linguaggio, evocatrice di luoghi lontani e impolverate consuetudini, oscura e indisciplinata negli estri poliedrici, la Blixen fa deflagrare tutta la sua densità culturale ed esperienziale in mille rivoli narrativi, che si intersecano e si esaltano a vicenda. Il suo stile, impegnativo e al contempo inebriante, è impreziosito da questa mirabile traduzione di Alessandra Scalero (del 1936, lievemente rivista da Adriana Motti), che rende onore alla corposa e inesauribile sapidità della lingua italiana. Lettura incantevole.

    said on 

  • 2

    Ho acquistato il libro dietro suggerimento del mio prof. di storia del liceo, quando gli dissi che avrei voluto fare una tesina di diploma sul gotico e sui vampiri. Non ero mai riuscita a leggerlo, lo ...continue

    Ho acquistato il libro dietro suggerimento del mio prof. di storia del liceo, quando gli dissi che avrei voluto fare una tesina di diploma sul gotico e sui vampiri. Non ero mai riuscita a leggerlo, lo vedevo troppo distaccato dal mio linguaggio abituale e da quello che ero solita leggere. Insomma, dopo sei lunghi anni l'ho rispolverato dalla libreria e mi sono ricreduta. Le prime storie si leggono molto volentieri, all'inizio bisogna un po' entrare nella storia e in quello che viene considerato il "fiabesco" della Blixen. Una metafora e un personaggio ne aprono un altro, rincorrendosi sempre con il racconto di nuove storie e vicende che lì per lì sono distaccate le une dalle altre ma che si richiudono in un circolo vizioso solo alla fine del racconto. I miei preferiti sono stati "Diluvio a Norderney" e "Le strade intorno a Pisa" e francamente ho trovato troppo onirico l'ultimo, "Il Poeta". Non vi ho trovato molto del gotico, se non ne "La cena a Elsinore" e "I sognatori".

    said on 

  • 0

    Premetto che sono un' appassionata di storie gotiche con tanto di fantasmi gementi, castelli diroccati, atmosfere tenebrose e così via lugubramente elencando. Non conoscevo la Blixen come scrittrice ...continue

    Premetto che sono un' appassionata di storie gotiche con tanto di fantasmi gementi, castelli diroccati, atmosfere tenebrose e così via lugubramente elencando. Non conoscevo la Blixen come scrittrice di questo genere, per cui ho comprato il libro con una certa diffidenza, non nei confronti dell' autrice- che è sicuramente grande- ma per questo suo excursus nel gotico, che mi sembrava molto lontano dalle sue corde. Non mi sbagliavo: di gotico c’ è veramente pochissimo, ma i racconti sono dei veri gioielli, di stile, di eleganza, di riflessioni talmente sfaccettate da ricordare un caleidoscopio magico in cui i pensieri dell’ uno si rinfrangono nell’ anima dell’ altro, attraverso un dialogo di percezioni squisitamente elaborate e splendidamente rese, tipiche di un’ epoca che non è la nostra. Una lettura elegante e raffinata.

    said on 

Sorting by