Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sex and the City

By

Publisher: Little, Brown Book Group

2.6
(964)

Language:English | Number of Pages: 256 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , Portuguese , Italian , Spanish , German , Swedish

Isbn-10: 0349121877 | Isbn-13: 9780349121871 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , Mass Market Paperback , Audio CD , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Sex and the City ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
'Bushnell's beat is that demi-monde of nightclubs, bars, restaurants and parties where the rich come into contact with the infamous, the famous with the wannabes and the publicity-hungry with the gossip-peddlers' EVENING STANDARD Wildly funny, unexpectedly poignant, wickedly observant, SEX AND THE CITY blazes a glorious, drunken cocktail trail through New York, as Candace Bushnell, columnist and social critic par excellence, trips on her Manolo Blahnik kitten heels from the Baby Doll Lounge to the Bowery Bar. An Armistead Maupin for the real world, she has the gift of assembling a huge and irresistible cast of freaks and wonders, while remaining faithful to her hard core of friends and fans: those glamorous, rebellious, crazy single women, too close to forty, who are trying hard not to turn from the Audrey Hepburn of BREAKFAST AT TIFFANY'S into the Glen Close of FATAL ATTRACTION, and are - still - looking for love.
Sorting by
  • 3

    Avete presente Carrie e le sue amiche, Samantha, Miranda e Charlotte?


    Le loro chiaccherate intorno al tavolo di un locale : le confidenze a pranzo e i pettegolezzi a cena, innaffiati dagli immancabili Martini?


    Il fantastico appartamento da scrittrice di Carrie, cabina armadio in pr ...continue

    Avete presente Carrie e le sue amiche, Samantha, Miranda e Charlotte?

    Le loro chiaccherate intorno al tavolo di un locale : le confidenze a pranzo e i pettegolezzi a cena, innaffiati dagli immancabili Martini?

    Il fantastico appartamento da scrittrice di Carrie, cabina armadio in primis?

    Mr Big, e Aidan (a proposito : Carrie, come hai potuto?!).

    L'amicizia tra Carrie e Miranda : una perfetta empatia femminile che non si fa mancare niente, litigate in quel di Central Park comprese.

    L'ingenuità di Charlotte e le sue espressioni da perfetta incredula.

    Le esilaranti acrobazie di Samantha.

    E quella scena in cui le ragazze dichiarano di essere loro il “principe azzurro” dell'una e dell'altra, perché “se il così detto principe azzurro è una persona che vorremmo venisse in nostro aiuto, che ci sappia confortare e risollevare, non sono le persone che ci circondano e che ci amano ad essere il Nostro Principe Azzurro?”.

    Se aggiungiamo a tutto questo valanghe di shopping, vertiginosi tacchi a spillo rigorosamente Manolo Blahnik, borse di Hermes, ettolitri di Cosmopolitan, sushi e sashimi da spalmare su corpi tonici e abbronzati, locali alla moda, vedute di Manhattan a tutto spiano, uomini da conoscere, vicini irresistibili, amici e confidenti gay abbiamo SEX AND CITY.

    Una volta esaurita la serie e visti i film, le botte di nostalgia ti portano a leggere il libro da cui tutto è stato tratto, è naturale. Uno pensa che Candace Bushnell sia un genio, si aspetta di trovare le battute di Miranda, la sagacia di Samantha, le riflessioni di Carrie... ma alla fine si rende conto che tutto il lavoro lo hanno fatto gli sceneggiatori (e i costumisti e gli scenografi e i direttori della fotografia, i registi, eccetera eccetera).

    Perché questo libretto di neanche duecento pagine non è né un saggio né un romanzo, ma un miscuglio non propriamente riuscito di entrambe le cose. In un certo senso assomiglia alla prima stagione, le prime puntate infatti avevano il tono di un documentario. Nel caso del libro, C.B. ci porta prima a scoprire e ad indagare su alcuni fenomeni che riguardano le relazioni uomo-donna. O meglio, una relazione uomo-donna a New York.

    E così, mano nella mano di Candace/Carrie – non servono le iniziali uguali a farci capire che Carrie non è altro che il suo alter ego – ci ritroviamo sedute in una galleria a SoHo per partecipare ad un'intervista di gruppo che ha come tema...il “sesso a tre”. Gli intervistati? Esclusivamente uomini. E il risultato è in parte prevedibile (sono pur sempre uomini) e in parte incredibile. Incredibile come solo la vita sembra essere a New York per quello che vediamo sui piccoli e i grandi schermi. Basta pensare alle trame della serie tv o a quelle di Gossip girl, versione young adult di Sex and the City.
    C'è poi il catalogo dei maschi newyorchesi divisi per categoria, e qui le cose si fanno rivoltanti – se parliamo dei “modellisti”, uomini che usano frequentare solo modelle, pagandole s'intende – o interessanti, se il vostro genere è quello “ragazzo con la bicicletta”.
    A questi capitoli didascalici per così dire, si inframmezzano quelli romanzati con la vita di Carrie, lo ammetto : sono pagine piuttosto inutili se non insulse, piccoli frammenti di queste incredibili vite newyorchesi, dove “incredibile” non è inteso nella sua accezione positiva.
    E la serie tv è ancora molto lontana : nel libro infatti Carrie viene descritta come una persona volgare e, SCOOP! Mr Big è l'uomo perfetto, fedele e, ancora più SCOOP! Samantha sembra essere la “santa” delle quattro... IN-CRE-DI-BI-LE, no?!

    Detto questo, non me la sento a priori di sconsigliare questo libro. Perché subito dopo averlo finito ho letto un altro romanzo, Inseguendo l'amore, anche questo piuttosto mediocre o meglio, inconsistente (un romanzo-non-romanzo, piuttosto il racconto di fatti accaduti senza il minimo di trama. Un peccato perché i personaggi meritavano di essere approfonditi). E il risultato di queste due letture poco fortunate è stata una considerazione: non possiamo parlare di libri belli o brutti, ma di libri in cui “ci piace stare” con la testa, per qualche giorno o per qualche ora. E questo, pur essendo la brutta copia di Sex and the City, è un libro in cui mi è piaciuto stare. Non saprei dire perché, mi è piaciuto ritrovare Carrie, una Carrie diversa da quella serie (forse, almeno lei più umana?) e le sue amiche e tutte quelle assurde teorie sulle relazioni, impossibili da applicare alla realtà.
    Vi sembrerò incoerente, lo so. Ma da una persona che comincia una recensione elencandovi le griffe più gettonate di una serie tv quando per lei il massimo del glamour sono un paio di Converse (e che compra borse di cui sia impossibile stabilire la marca – se mai ce ne sia una), cosa vi aspettavate?!
    Voi chiamatela, se volete, nostalgia.

    said on 

  • 1

    Magari sono io che l'ho letto fuori tempoo massimo... magari quando è uscito nel 1996 sembrava una figata... ma appena l'ho finito l'unica cosa che ho pensato è stata "Che libro inutile!"

    said on 

  • 3

    La serie è meglio

    Leggere il romanzo mi ha permesso di valutare ancora meglio il lavoro degli sceneggiatori. Da un'acida cronaca di un'acida single che si circonda di personaggi quando va bene freddi e quando va male nevrotici, e che si lascia vivere con la svogliatezza dei ricchi viziati, alla storia di quattro a ...continue

    Leggere il romanzo mi ha permesso di valutare ancora meglio il lavoro degli sceneggiatori. Da un'acida cronaca di un'acida single che si circonda di personaggi quando va bene freddi e quando va male nevrotici, e che si lascia vivere con la svogliatezza dei ricchi viziati, alla storia di quattro amiche vive e sane, che si divertono anche quando sembrano soffrire per amore. La serie è molto meglio e i veri autori da best-seller sono gli sceneggiatori.

    said on 

  • 3

    Delusione....

    Questo libro mi ha delusa...ho aspettato con ansia di averlo tra le mani,ma una volta letto mi sono pentita di averlo fatto...Premmeto che sono una folle appassionata del telefilm,e annessi due film usciti pochi anni fa...Ho visto tutte le serie milioni di volte,e l'ho sempre amato,così avevo pen ...continue

    Questo libro mi ha delusa...ho aspettato con ansia di averlo tra le mani,ma una volta letto mi sono pentita di averlo fatto...Premmeto che sono una folle appassionata del telefilm,e annessi due film usciti pochi anni fa...Ho visto tutte le serie milioni di volte,e l'ho sempre amato,così avevo pensato di leggere anche il libro...Sapevo già che moooolte cose erano diverse,ma non pensavo tanto...Gli ho dato comunque tre stelle,perché è scritto comunque bene,il problema direi che è proprio il contenuto...

    said on 

  • 1

    Da evitare

    Veramente brutto.
    Lontano mille milioni di anni luce dall’ironia, la verve, lo sguardo allegro e spiritoso sulle questioni sessual-sentimentali che Carrie & C. hanno saputo regalare.
    Per chi come me ama tanto la serie tv di “Sex and the city” questo libro è da evitare assolutamente. < ...continue

    Veramente brutto.
    Lontano mille milioni di anni luce dall’ironia, la verve, lo sguardo allegro e spiritoso sulle questioni sessual-sentimentali che Carrie & C. hanno saputo regalare.
    Per chi come me ama tanto la serie tv di “Sex and the city” questo libro è da evitare assolutamente.

    said on 

  • 0

    pesante

    mi risevo di ritentare la lettura del romanzo più avanti ma non sono sicurissima di farcela. per principio di solito i libri che inizio tendo a finirli ma con questo non sono riusciuta - non si tratta di un romanzo ma di tanti 'spezzoni' di spaccati new yorkesi, interviste e sondaggi condotti dal ...continue

    mi risevo di ritentare la lettura del romanzo più avanti ma non sono sicurissima di farcela. per principio di solito i libri che inizio tendo a finirli ma con questo non sono riusciuta - non si tratta di un romanzo ma di tanti 'spezzoni' di spaccati new yorkesi, interviste e sondaggi condotti dalla stessa Bushnell.... pesantino direi. E dire che adoro l'omonimo serial tv ( concordo pienamente con chi ha detto che che sono stati bravi i produttori!) ed anche l'Autrice ( a parte il libro di racconti - bionde a pezzi- i suoi romanzi li ho divorati tutti, con giudizi a 5 stelle). Delusione ma ci sta- penso sia il suo primo libro...

    said on