Sfera

Di

Editore: Garzanti (Narratori moderni)

3.8
(1820)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 380 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Spagnolo , Olandese , Finlandese , Croato , Polacco , Ceco , Portoghese , Greco

Isbn-10: 8811660998 | Isbn-13: 9788811660996 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Ettore Capriolo

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Sfera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    La grande sfera di ...bah!

    Consigliato da un conoscete e magnificato come un gran romanzo, in verità si è dimostrato un banale romanzo di fantascienza, senza infamia e senza lode.
    Storia interessante, ben strutturata, che cattu ...continua

    Consigliato da un conoscete e magnificato come un gran romanzo, in verità si è dimostrato un banale romanzo di fantascienza, senza infamia e senza lode.
    Storia interessante, ben strutturata, che cattura, ma banale.
    Il finale è di quelli che lasciano l'amaro in bocca.

    ha scritto il 

  • 3

    Il libro è scorrevole e piacevole, anche la trama è piuttosto interessante e per buona parte della storia sono stato incuriosito dal succedersi degli eventi, ma l'impressione che ho avuto è stata che ...continua

    Il libro è scorrevole e piacevole, anche la trama è piuttosto interessante e per buona parte della storia sono stato incuriosito dal succedersi degli eventi, ma l'impressione che ho avuto è stata che a un certo punto il crescendo si sia interrotto e il finale non è proprio un gran susseguirsi di colpi di scena o quantomeno situazioni inaspettate. Visto che a un certo punto l'ha molto buttata sulla psicologia, ho trovato eccessivamente stereotipati da questo punto di vista quasi tutti i personaggi.

    ha scritto il 

  • 4

    Non è un capolavoro, ma non manca niente.

    Anche letto dopo parecchi anni dalla pubblicazione, e ambientato in un presente nel quale la tecnologia è parte essenziale dell'ambientazione, regge sorprendentemente bene. L'idea di fondo è davvero m ...continua

    Anche letto dopo parecchi anni dalla pubblicazione, e ambientato in un presente nel quale la tecnologia è parte essenziale dell'ambientazione, regge sorprendentemente bene. L'idea di fondo è davvero molto interessante, lo sviluppo coerente con i ritmi e le dinamiche del fanta-thriller. La fantascienza esiste per parlare dell'Uomo e della sua natura, e Crichton lo fa senza mezze misure, senza girarci troppo intorno. L'intento è così dichiarato, così didascalico, da perdere i connotati della metafora, ma il risultato è apprezzabile soprattutto per l'originalità dell'idea e per la scrittura onestamente americana, dove la semplicità stilistica accompagna una costruzione dell'intreccio tanto scolastica quanto efficace. Insomma, non è un capolavoro ma non gli manca proprio niente per essere un libro piacevole, avvincente, e non privo di spunti di riflessione.

    ha scritto il 

  • 4

    Ogni tanto sento il bisogno di leggermi qualcosa di "claustrofobico", un romanzo d'azione senza troppe pretese impegnate in cui i protagonisti sono costretti ad una convivenza/scontro forzato in un pi ...continua

    Ogni tanto sento il bisogno di leggermi qualcosa di "claustrofobico", un romanzo d'azione senza troppe pretese impegnate in cui i protagonisti sono costretti ad una convivenza/scontro forzato in un piccolo spazio "sicuro" in condizioni estreme, con un pericolo incombente che tenta (e spesso riesce) di eliminarli tutti uno alla volta.
    In questi casi, in un modo o nell'altro, finisco quasi sempre per tornare su Sfera, perché nonostante tutte le mie ricerche ho trovato pochi romanzi claustrofobici come uno ambientato in fondo agli abissi oceanici. E poi io amo il mare e i contesti sottomarini.
    Certo, ad una terza rilettura il tutto inizia a perdere mordente: la tensione è stemperata dalla trama già nota ed iniziano ad affiorare tutte le grinze che, ad una prima lettura, erano passate inosservate o erano state perdonate; i personaggi e i loro difetti si fanno decisamente più irritanti e si inizia a rimpiangere il mancato approfondimento di alcuni punti che la prima volta non erano nemmeno stati notati, trascinati dal vortice degli eventi.
    Dovessi dare una nuova valutazione adesso, probabilmente non arriverebbe più a 4 stelle, ma comunque l'ambientazione resta adorabilmente ansiogena e il susseguirsi di attacchi e scene d'azione fa il suo sporco lavoro di puro intrattenimento nonostante tutto.
    Fate un 7,5 su 10, per rendere giustizia anche al modo in cui mi aveva preso la prima volta.
    ... e comunque le quattro righe finali resteranno sempre una scarica di adrenalina assurda.

    P.S.
    Se qualcuno sa suggerirmi qualche altro romanzo "caustrofobico"/di azione di questo genere, avrà la mia eterna gratitudine.

    ha scritto il 

  • 2

    forse mal tradotto? forse solo un brutto libro

    c'erano delle idee interessanti.
    poi uno sviluppo sempre più mediocre e un finale deludente.
    un libro che dovrebbe approfondire la psicologia dei personaggi e che si limita a queste caratteristiche.
    p ...continua

    c'erano delle idee interessanti.
    poi uno sviluppo sempre più mediocre e un finale deludente.
    un libro che dovrebbe approfondire la psicologia dei personaggi e che si limita a queste caratteristiche.
    personaggio femminile: crisi isteriche - voglia di rivalsa mal gestita - libido senza senso
    personaggio di colore: voglia di rivalsa mal gestita

    e poi l'uso del termine NEGRO, continuo, irritante, insultante.
    Pessimo

    ha scritto il 

  • 4

    Salve. Io mi chiamo Jerry.

    Bel libro di intrattenimento, scritto bene e scorrevole. L'elemento che ho apprezzato di più è il modo in cui è stata descritta l'ambientazione in quanto mi ha dato un senso di inquietudine e di claus ...continua

    Bel libro di intrattenimento, scritto bene e scorrevole. L'elemento che ho apprezzato di più è il modo in cui è stata descritta l'ambientazione in quanto mi ha dato un senso di inquietudine e di claustrofobia. Alcuni punti della storia non mi convincono e il finale è un po' conveniente. Mi è dispiaciuto il fatto che non siano state esplorate le potenzialità della sfera e forse anche questo per comodità.

    ha scritto il 

  • 0

    SOGNO O SON DESTO!?

    In ambienti claustrofobici, come a trecento metri di profondità a largo del pacifico, la mente umana può fortemente essere condizionata. Se poi ci si aggiunge un pizzico di Fantascienza, allora la co ...continua

    In ambienti claustrofobici, come a trecento metri di profondità a largo del pacifico, la mente umana può fortemente essere condizionata. Se poi ci si aggiunge un pizzico di Fantascienza, allora la coscienza umana è li pronta per essere manomessa. Tanto da far paura, e di aver paura.
    Riflesso.

    ha scritto il 

  • 4

    Ottima lettura, davvero piacevole. Dopo una prima parte da polpettone fantascientifico viene fuori un thriller claustrofobico e, nel complesso, i diversi elementi e le diverse sfumature si fondo davve ...continua

    Ottima lettura, davvero piacevole. Dopo una prima parte da polpettone fantascientifico viene fuori un thriller claustrofobico e, nel complesso, i diversi elementi e le diverse sfumature si fondo davvero bene. Qualche passaggio frettoloso e una costruzione dei personaggi un pò rigida sono gli unici difetti di un romanzo che mi ha avvinto e tenuto col fiato sospeso.

    ha scritto il 

  • 5

    Avrò visto il film una decina di volte.. Il libro non mi ha deluso per niente.. Molto scorrevole e piacevolissimo, e con un'atmosfera meravigliosa! Cinque stelle meritate, e adesso mi rifiondo sul fil ...continua

    Avrò visto il film una decina di volte.. Il libro non mi ha deluso per niente.. Molto scorrevole e piacevolissimo, e con un'atmosfera meravigliosa! Cinque stelle meritate, e adesso mi rifiondo sul film :)

    ha scritto il 

Ordina per