Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sfida a Poirot

I Classici del Giallo Mondadori n. 1234

Di

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

3.7
(862)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 220 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Tedesco , Francese , Spagnolo , Ceco , Olandese , Catalano

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Moma Carones

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Sfida a Poirot?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una donna cieca fin troppo intraprendente. Quattro orologi che segnano tutti le quattro e tredici, anche se in realtà sono solamente le tre. Il cadavere di uno sconosciuto. Questo è quanto Colin Lamb trova al 19 di Wilbraham Crescent. E dal momento che la polizia di Crowdean brancola letteralmente nel buio, Lamb non ha scelta: rivolgersi a Hercule Poirot, vecchio amico di famiglia. “Dev’essere un delitto molto semplice” dichiara l’investigatore belga. “Perché sembra così complicato.” Ma la faccenda non pare tanto semplice, specialmente quando la conta dei cadaveri comincia ad aumentare.
Ordina per
  • 3

    Mmmmmm....stavolta la zia Agatha mi ha un po delusa!! Forse perchè il nostro caro Hercule compare solo di sfuggita...non è lui il vero detective in questa avventura, ma non so.....carino ma niente ...continua

    Mmmmmm....stavolta la zia Agatha mi ha un po delusa!! Forse perchè il nostro caro Hercule compare solo di sfuggita...non è lui il vero detective in questa avventura, ma non so.....carino ma niente a che vedere con altre sue perle che ho letto!!!

    ha scritto il 

  • 1

    Trovo questa avventura di Poirot particolarmente scadente ovvia e senza particolare carisma. Il colpevole di capisce subito e il buon investigatore appare solo in qualche pagina del libro...

    ha scritto il 

  • 4

    “Il Tricheco e il Carpentiere"

    ...E stavolta sono riuscito a scoprire il colpevole prima della risoluzione del caso grazie a pochi indizi minuscoli!! Anche se comunque non sono riuscito a scoprire tutta la storia che la prozia ...continua

    ...E stavolta sono riuscito a scoprire il colpevole prima della risoluzione del caso grazie a pochi indizi minuscoli!! Anche se comunque non sono riuscito a scoprire tutta la storia che la prozia Agatha ci aveva messo dietro...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Ultracomplicato doppio (o triplo) intrigo nel quale come al solito non si capisce una mazza sino al finale. Solo Poirot riuscirà ad arrivare ai colpevoli. Beato lui, perché con questi ...continua

    Ultracomplicato doppio (o triplo) intrigo nel quale come al solito non si capisce una mazza sino al finale. Solo Poirot riuscirà ad arrivare ai colpevoli. Beato lui, perché con questi indizi... Curiosità: alla mitica Ariadne Oliver si aggiunge nel panorama dei giallisti fittizi della Christie il defunto Garry Gregson. A giudicare dalla trama dei suoi libri immagino non verrà rimpianto particolarmente.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Ogni tanto ci vuole la cara vecchia Agatha, anche se in questo romanzo di sicuro non ha dato il meglio di sé, ha voluto raccontare un omicidio bizzarro e poi non è stata in grado di reggere la ...continua

    Ogni tanto ci vuole la cara vecchia Agatha, anche se in questo romanzo di sicuro non ha dato il meglio di sé, ha voluto raccontare un omicidio bizzarro e poi non è stata in grado di reggere la soluzione.

    Un uomo sconosciuto viene assassinato al numero 19 di Wilbraham Crescent, nella casa di una signora non vedente, tale Millicent Pebmarsh. A scoprire il cadavere è Sheila Webb, una giovane impiegata di una copisteria che era stata inviata proprio a quell’indirizzo per svolgere un lavoro. Mentre la ragazza fugge urlando a perdifiato, si scontra con Colin Lamb, un giovane agente dei servizi segreti che stava conducendo delle indagini lì intorno. A rendere più strana tutta la faccenda, che già vede un cadavere non identificato che non aveva alcuna ragione per trovarsi in quella casa, è la presenza nell’abitazione di alcuni orologi che mostrano l’ora 4.13 e che non appartengono alla padrona di casa.

    Le indagini vengono affidate all’ispettore Hardcastle che cerca di barcamenarsi insieme a Lamb tra le testimonianze degli abitanti di Wilbraham Crescent.

    A seguito di una richiesta di Lamb, Poirot interviene solo a metà del romanzo con un paio di citazioni criptiche (in questo romanzo sembra un tantino rimbambito) e poi apparecchia la soluzione senza sforzo nelle pagine finali. A parte l’inutile e assurda storia d’amore tra Colin Lamb e Sheila, anche il colpevole e il movente (che non avevo assolutamente intuito) sono un po’ tirati per i capelli. Ma la cosa meno riuscita è la spiegazione legata agli orologi: l’assassina li ha posizionati sulla scena del delitto, solo per complicare la faccenda, in realtà non hanno alcuna ragion d’essere! Bè vabbè…

    ha scritto il 

  • 2

    Ben lontano dai capolavori di Christie: Poirot quasi assente, quindi indagine piuttosto noiosa, un movente che non sta in piedi, così come in realtà tutta la soluzione.

    ha scritto il 

  • 3

    No me ha parecido de los mejores de esta autora. Hercules Poirot solo aparece en unas tres escenas de todo el libro, pero no es por eso que me ha decepcionado tanto este libro, si no porque los ...continua

    No me ha parecido de los mejores de esta autora. Hercules Poirot solo aparece en unas tres escenas de todo el libro, pero no es por eso que me ha decepcionado tanto este libro, si no porque los personajes me han parecido poco consistentes y la resolución tampoco me ha parecido convincente.

    ha scritto il