Shakespeare scriveva per soldi. Diario di un lettore

di | Editore: Guanda
Voto medio di 615
| 151 contributi totali di cui 136 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 14/02/17
Libro un po’ sottotono rispetto gli altri di questo tipo già letti (Una vita da lettore e Sono tutte storie). Probabilmente questo è dovuto al fatto che questa impostazione non è più una novità per me (anche se continuano a farmi ridere i ...Continua
Ha scritto il 25/06/16
delusione
Delusione, come al solito, ma forse no...Ogni tanto mi viene la fissazione di leggere un libro di Nock Hornby e, ogni volta.... profonda delusione.Lo trovo noioso, noioso, noioso....cioè, dopo poche pagine mi dico: a me, proprio, non me ne frega ...Continua
Ha scritto il 12/01/16
Spunti, spunti e ancora spunti!Questo libro è il proseguimento di "Una vitada lettore", ossia una raccolta di recensioni pubblicate dall’autore stesso sulla rivista The Belevier.Sarà per lo stile scanzonato di Hornby, sarà per il titolo ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 03/04/15
Una raccolta di recensioni comparse sulla rivista di Dave Eggers. Divertente e tipico di Hornby, curioso per conoscere alcuni libri che, dopo i suoi commenti, risultano convincenti oppure da evitare…."…ne ho tenuta nascosta sotto il materasso ...Continua
Ha scritto il 30/11/14
"Sì, certo, l'artista ha il compito di costringerci a figgere lo sguardo nell'orrore fin quasi allo svenimento. Ma ha anche il compito di offrirci calore e speranza, e forse anche un'evasione dalla nostra vita, che talvolta può sembrarci ...Continua

Ha scritto il Oct 20, 2013, 10:49
Ho da poco scoperto che la mia amica Mary, quando finisce un libro, fa passare qualche giorno prima di cominciarne un altro - vuole dare all’ultima lettura un po’ più di respiro, prima che venga soffocata dalla prossima. È una cosa sensata, e ...Continua
Ha scritto il Oct 20, 2013, 10:49
per me l’alfabetismo conta più della salute: se i nostri paesi fossero pieni di lettori grassi, invece che di Victorie Beckham, vivremmo tutti meglio.
Ha scritto il Oct 20, 2013, 10:49
Comunque, viva la narrativa! Abbasso i fatti! I fatti van bene per gli ottusi, per i conformisti, per i vecchi! Non scoprirete mai niente del mondo, con i fatti!
Ha scritto il Oct 20, 2013, 10:48
chiunque nutra dei dubbi sul valore della narrativa debba leggere questo libro: lascia quello struggimento che un saggio non potrà mai dare, e crea un’intensità e un calore che sono il frutto straordinario di un’immaginazione unica quando ...Continua
Ha scritto il Oct 20, 2013, 10:48
da lettura nasce lettura - è proprio questo il punto, no? - e uno che non devia mai da un elenco prestabilito di libri è già intellettualmente morto.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi