Shantaram

By

Publisher: Little, Brown Book Group

4.4
(4695)

Language: English | Number of Pages: 944 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , French , Italian , Catalan , Chi traditional , German , Chi simplified , Danish , Swedish , Norwegian , Polish , Dutch , Russian , Portuguese

Isbn-10: 0349117543 | Isbn-13: 9780349117546 | Publish date:  | Edition New Ed

Also available as: Audio CD , Hardcover , Softcover and Stapled , Others , Mass Market Paperback , eBook

Category: Biography , Fiction & Literature , Travel

Do you like Shantaram ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A novel of high adventure, great storytelling and moral purpose, based on an extraordinary true story of eight years in the Bombay underworld. 'In the early 80s, Gregory David Roberts, an armed robber and heroin addict, escaped from an Australian prison to India, where he lived in a Bombay slum. There, he established a free health clinic and also joined the mafia, working as a money launderer, forger and street soldier. He found time to learn Hindi and Marathi, fall in love, and spend time being worked over in an Indian jail. Then, in case anyone thought he was slacking, he acted in Bollywood and fought with the Mujahedeen in Afghanistan ...Amazingly, Roberts wrote Shantaram three times after prison guards trashed the first two versions. It's a profound tribute to his willpower ...At once a high-kicking, eye-gouging adventure, a love saga and a savage yet tenderly lyrical fugitive vision.' Time Out
Sorting by
  • 4

    ATTENZIONE: altamente tossico.

    Ho letto Shantaram tre anni fa. Ho un ricordo niente male di quella storia. Roberts, il protagonista, era un cocktail di stati d’animo.
    Ex rapinatore, ex detenuto in fuga, ex tossico svolge nella vice ...continue

    Ho letto Shantaram tre anni fa. Ho un ricordo niente male di quella storia. Roberts, il protagonista, era un cocktail di stati d’animo.
    Ex rapinatore, ex detenuto in fuga, ex tossico svolge nella vicenda un ruolo poliedrico.
    Un po’ Madre Teresa, un po’ Papillon e un po’ Garibaldi. Pure lui riesce ad essere uno e trino. Non è quello che si suol definire uno stinco di santo, però all’interno del romanzo, spesso crudo e diseducativo vi sono molti spunti di riflessione e di umana poesia.

    said on 

  • 5

    ho fatto un po fatica all'inizio ma ho continuato e son stata rapita dalla rocambolesca vita del protagonista e delle persone che lo circondano. un ritaglio particolare dell'india

    said on 

  • 0

    Problemi di prostata?

    Leggendo questo mattone un bel pomeriggio mi è caduto lo scroto a terra.
    Vabbè che "de gustibus non est disputandum" però, onestamente, uno spezzatino di montone con polenta, tiramisù e tre Ceres di s ...continue

    Leggendo questo mattone un bel pomeriggio mi è caduto lo scroto a terra.
    Vabbè che "de gustibus non est disputandum" però, onestamente, uno spezzatino di montone con polenta, tiramisù e tre Ceres di sera sono molto meno pesanti.
    E poi, detto fra noi, come si fa a credere che il libro si basi sulla storia vera del poliedrico allocco del suo autore?
    Per fortuna il libraio me l'ha cambiato senza fare tante storie...

    said on 

  • 5

    Un lungo viaggio introsprettivo

    Un'opera ricca di personaggi e eventi che colpiscono. "Shantaram" ritrae egregiamente lo spettro delle personalità umane coinvolgendo il lettore... Finanche arrivando a farci comprendere le azioni di ...continue

    Un'opera ricca di personaggi e eventi che colpiscono. "Shantaram" ritrae egregiamente lo spettro delle personalità umane coinvolgendo il lettore... Finanche arrivando a farci comprendere le azioni di criminali e malviventi. Insomma: un romanzo che si fa leggere!

    said on 

  • 0

    La bellezza del cuore degli indiani in una storia di un uomo,dove l' autore,narra in prima persona,la sua nascita e vita a Bombay.I colori,gli odori,le vite diseuguali di razze e culture,di ricchezza ...continue

    La bellezza del cuore degli indiani in una storia di un uomo,dove l' autore,narra in prima persona,la sua nascita e vita a Bombay.I colori,gli odori,le vite diseuguali di razze e culture,di ricchezza e povertà sono il cuoredi questo romanzo.Un,lungo,viaggio narrativo impregnato di realtà ma anche di irrealtà in un soffocante anbraccio che lega il lettore ai tanti accadimenti dei tanti mondi che si ritrovano uniti ad una concettualita' filosofica che sovrastruttura gli stessi.

    said on 

  • 5

    Che storia! L'India che ti travolge. Lin a tratti un imbecille, a tratti un saggio. Un libro che sembra un film, mica scemo Pitt, il tomone te lo mangi.

    said on 

  • 4

    Un grande romanzo di avventura, appassionante al punto da non accorgersi delle quasi 1.200 pagine. Roberts racconta con passione la sua incredibile esperienza tra i derelitti indiani, con un entusiasm ...continue

    Un grande romanzo di avventura, appassionante al punto da non accorgersi delle quasi 1.200 pagine. Roberts racconta con passione la sua incredibile esperienza tra i derelitti indiani, con un entusiasmo ed un amore per la vita commuoventi. Non eccelso dal punto di vista letterario, comunque coinvolgente e scorrevole.

    said on 

Sorting by
Sorting by