Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Shenzhen

Di

Editore: Fusi Orari

3.9
(599)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 152 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8889674253 | Isbn-13: 9788889674253 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Chioini

Disponibile anche come: eBook

Genere: Biography , Comics & Graphic Novels , Travel

Ti piace Shenzhen?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Delisle ha lavorato tre mesi in Cina, a Shenzhen, in una zona di grande sviluppo economico, e l'ha osservata nel suo momento di cambiamento più estremo, tra avanzi di campagna, infrastrutture decadenti, migliaia di cantieri e scintillanti grattacieli. Dopo "Pyongyang" dello stesso autore, un nuovo reportage a fumetti dalla Cina.
Ordina per
  • 4

    Si tratta del primo reportage di Guy Delisle.
    L'autore, canadese trasferitosi in Francia, mette su carta la sua esperienza in China dove ha passato tre mesi per lavoro.
    Si tratta di un professionista ...continua

    Si tratta del primo reportage di Guy Delisle.
    L'autore, canadese trasferitosi in Francia, mette su carta la sua esperienza in China dove ha passato tre mesi per lavoro.
    Si tratta di un professionista nel mondo dell'animazione, che con le sue graphic novel porta al lettore notizie ed informazioni altrimenti difficili da reperire.
    Imperdibili tutti i suoi libri!

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo il capolavoro "Cronache di Gerusalemme" (che se avessi letto con più attenzione, prima di andarci a Gerusalemme, mi sarei levata un sacco di grattacapi, ammettiamolo).
    Dopo "Cronache Birmane" e " ...continua

    Dopo il capolavoro "Cronache di Gerusalemme" (che se avessi letto con più attenzione, prima di andarci a Gerusalemme, mi sarei levata un sacco di grattacapi, ammettiamolo).
    Dopo "Cronache Birmane" e "Pyongyang" (e andrò in Corea del Nord a sperimentare questa Berlino Est dell'Oriente, fate come vi pare. Porterò i fiori al Grande Leader tanto per non farmi sparare, sì).
    Oggi è toccato a Shenzhen, ovvero il fumettista pluripremiato Guy Delisle nel suo primo straniante viaggio. Cina. Tre mesi di Shock culturale, a capo suo malgrado di un team di animazione cinese virtualmente muto, cieco e sordo a lui, straniero in terra straniera, in una città definita 'girone infernale dantesco' fatta di edilizia selvaggia, vuoti umani e distanze culturali incolmabili.
    Buono.

    ha scritto il 

  • 3

    Sarà che forse le mie aspettative erano troppo alte, visto che di Delisle avevo sempre sentito parlare in termini non meno che entusiastici, ma a me questa graphic novel non ha detto molto.
    Poca emozi ...continua

    Sarà che forse le mie aspettative erano troppo alte, visto che di Delisle avevo sempre sentito parlare in termini non meno che entusiastici, ma a me questa graphic novel non ha detto molto.
    Poca emozione, molto grigiore, il che sarà pure voluto e di certo contribuisce a dare l'idea dello straniamento e della solitudine di un occidentale che deve stare tre mesi in Cina, ma non mi ha più di tanto coinvolto. O meglio, mi ha fatto effetto, e non in senso positivo, l'atteggiamento distaccato con cui il protagonista/autore osserva le cose più o meno allucinanti del paese che lo ospita. Del resto è uno che non si è fatto alcun problema a mangiare carne di cane o a ridere dei gatti in gabbia al mercato.
    Ecco, lasciamo perdere...
    3 stelline, ma solo perché leggendo ho appreso dell'esistenza della Zona Economica Speciale (che include Shenzhen) al confine con Hong Kong e del fatto che le hostess di vagone quando il treno si ferma in stazione si mettono sulle porte e fanno il saluto militare.

    ha scritto il 

  • 4

    Shenzen è una graphic novel leggermente immatura, ma che contiene già tutte le caratteristiche delle opere successive di Delisle. Col suo tratto semplice ed il suo modo di raccontare estremamente pers ...continua

    Shenzen è una graphic novel leggermente immatura, ma che contiene già tutte le caratteristiche delle opere successive di Delisle. Col suo tratto semplice ed il suo modo di raccontare estremamente personale, il fumettista canadese riesce a descrivere uno dei luoghi più controversi della Terra nello stesso modo in cui lo farebbe un bambino: senza filtri e preconcetti, concentrandosi sui dettagli sfuggenti e lasciandosi cogliere da stupore e meraviglia. Da leggere!

    ha scritto il 

  • 3

    Prima Graphic Novel di Guy Delisle, sia la narrazione che il disegno risultano acerbi, ma molto promettenti. Già da questo primo lavoro è intuibile quanto fosse promettente l'autore. Lettura comunque ...continua

    Prima Graphic Novel di Guy Delisle, sia la narrazione che il disegno risultano acerbi, ma molto promettenti. Già da questo primo lavoro è intuibile quanto fosse promettente l'autore. Lettura comunque molto gradevole ed interessante.

    ha scritto il 

  • 5

    In Shenzhen Delisle raggiunge il suo massimo dal punto di vista grafico, è meraviglioso. Ma decisamente più graffianti ed incisivi sono Pyongyang e Cronache di Gerusalemme. Ad ogni modo me lo sono god ...continua

    In Shenzhen Delisle raggiunge il suo massimo dal punto di vista grafico, è meraviglioso. Ma decisamente più graffianti ed incisivi sono Pyongyang e Cronache di Gerusalemme. Ad ogni modo me lo sono goduto fino all'ultima striscia, Delisle: un nome, una garanzia.

    ha scritto il 

  • 5

    Eccellente, di nuovo.

    Da non-appassionato e non-intenditore di fumetti mi sono ritrovato, per l'ennesima volta, a divorare un altro albo di Guy Delisle. Con questo 'Shenzen', Rizzoli Lizard termina la ripubblicazione di tu ...continua

    Da non-appassionato e non-intenditore di fumetti mi sono ritrovato, per l'ennesima volta, a divorare un altro albo di Guy Delisle. Con questo 'Shenzen', Rizzoli Lizard termina la ripubblicazione di tutti i lavori del fumettista canadese che, come già nei lavori precedenti, ci racconta le idiosincrasie, le disgrazie, i pregi e i difetti dei popoli abitanti i paesi in cui il suo lavoro lo ha portato a visitare. Sempre con una leggerezza inarrivabile. Consigliatissimo come tutti i suoi lavori.

    ha scritto il 

  • 4

    Il "diario" di viaggio del giornalista Guy Delisle che, egli stesso, lo ha trasformato in una graphic novel per raccontarcela...bella e spassosa!!! Lol!!! ^_^
    Poveraccio!!!
    Questa racconta della sua t ...continua

    Il "diario" di viaggio del giornalista Guy Delisle che, egli stesso, lo ha trasformato in una graphic novel per raccontarcela...bella e spassosa!!! Lol!!! ^_^
    Poveraccio!!!
    Questa racconta della sua trasferta di 3 mesi in Cina a Shenzhen.

    ha scritto il 

  • 5

    Cina fine anni '90. Primo graphic novel di Delisle, con uno stile di disegno diverso da Pyongyang (qualcuno l'ha giustamente definito "acerbo") e con uno stile narrativo a mio avviso meno efficace. Ma ...continua

    Cina fine anni '90. Primo graphic novel di Delisle, con uno stile di disegno diverso da Pyongyang (qualcuno l'ha giustamente definito "acerbo") e con uno stile narrativo a mio avviso meno efficace. Ma anche Shenzhen è un romanzo grafico di gran livello. Davvero bravo, Delisle, anche ad inizio carriera. Voto: 4,5/5.

    ha scritto il