Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Shroud for a Nightingale

By

Publisher: Faber and Faber

3.5
(260)

Language:English | Number of Pages: 315 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) German , Italian , Spanish , French

Isbn-10: 0571204058 | Isbn-13: 9780571204052 | Publish date:  | Edition New Ed

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Audio Cassette , Others , eBook , Audio CD

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Shroud for a Nightingale ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

The young women of Nightingale House are there to learn to nurse and comfort the suffering. But when one of the students plays patient in a demonstration of nursing skills, she is horribly, brutally killed. Another student dies equally mysteriously, and it is up to Adam Dalgliesh of Scotland Yard to unmask a killer who has decided to prescribe murder as the cure for all ills.

The New York Times called Shroud for a Nightingale "mystery at its best."

Sorting by
  • 3

    Gialle - 01 set 13

    La signora del poliziesco d’intreccio non si smentisce. Era qualche anno che avevo lasciato da parte i suoi romanzi, per pigrizia o altro. Nella messe degli acquisti dello scorso anno, ha trovato posto anche questo. Ed un buon posto. Una trama lineare ma efficace. Morti che si accumulano. E l’isp ...continue

    La signora del poliziesco d’intreccio non si smentisce. Era qualche anno che avevo lasciato da parte i suoi romanzi, per pigrizia o altro. Nella messe degli acquisti dello scorso anno, ha trovato posto anche questo. Ed un buon posto. Una trama lineare ma efficace. Morti che si accumulano. E l’ispettore – poeta Adam Dalglish indaga. Tutto sul filo della parola. Un po’ d’azione ma laterale. Certo all’inizio è un po’ difficile entrare nella trama, data la difficoltà linguistica del titolo. In inglese, letteralmente, “Sudario per un usignolo” (o anche bara, o comunque qualcosa che ha a che fare con la morte). Ma l’autrice gioca sul doppio senso, perché Nightingale è anche l’infermiera per antonomasia, la famosa Florence fondatrice dell’assistenza infermieristica moderna. E qui c’è il romanzo, che le morti sono infermiere, e tutto si aggira intorno a questa tipologia di personaggi. L’azione si svolge in una scuola per infermiere, annessa ad un ospedale. E tutti i personaggi, morti e sospettati, sono infermiere. C’è il circolo delle “anziane” che gestisce ospedale e scuola, capeg-giata dalla severa capo-infermiera coadiuvata dalla sua fida capo-sala con cui da sempre fa “cop-pia”. E c’è il circolo delle giovani, le apprendiste, con i loro problemi di crescita (istruzione, inna-moramenti, dissapori, e tutto quanto ci può essere intorno a giovani che vivono a stretto contato). Dopo la prima, inspiegabile morte, sulla scena entra, in punta di piedi, il nostro ispettore. Non ci sono indizi palesi, ma il buon Adam è della vecchia scuola, quella aulica dei Maigret per intenderci. Cominciano così pagine e pagine di interrogatori e di susseguenti deduzioni. Come detto, l’azione è ridotta al minimo essenziale. È tutto un ragionare, costruire, poi buttare a mare e ricominciare di nuovo. Ed in questo Dalglish, per mano dell’anziana scrittrice, è un maestro. Ricostruisce passo dopo passo il primo e poi gli altri omicidi, collegandoli alla fine al lontano passato. Un passato che ancora è legato alle poco più che trentennali vicende precedenti di guerre e nazismi. Un libro ma-gistrale quindi, anche se, di natura essendo stato scritto quaranta anni fa, sicuramente datato, se non altro nelle tecniche mediche. Ma piacevole di lettura e di argomentazioni. Poi mi è simpatico l’ispettore, e quel suo essere anche poeta (citazione incrociata: nella libreria di un’infermiera della scuola c’è un suo libro di poesie). Che mi sollecita anche ad altri rimandi: anni dopo, un cinese laureato in letteratura ed emigrato in America (Qiu Xialong) scriverà di un poliziotto cinese che scrive poesie moderniste (e quando ne parlerò vedremo di capirne meglio). Ci saranno state “filia-zioni” trans-nazionali? Per finire un’ultima domanda cui non so dare risposta. La James, a pagina 177, per spiegare le inspiegabili morti, fa dire ad un personaggio una battuta che lei riferisce allo scrittore inglese G. K. Chesterton: “Quando non esistono spiegazioni possibili, allora l’improbabile di-venta verità”. A me non suona tanto perché mi rimanda maggiormente a quanto Conan Doyle mette in bocca al suo Sherlock Holmes: “Una volta eliminato l’impossibile, ciò che resta, per quanto improbabile, deve essere la verità”. Chi avrà ragione?
    “Aveva un terrore folle della vecchiaia, delle malattie incurabili e delle invalidità. Temeva la perdita dell’autosufficienza, le umiliazioni della tarda età, la rinuncia alla propria privacy, l’abominio del dolore fisico, gli sguardi di paziente compassione degli amici.” (158)
    “L’amore non era una prerogativa delle persone giovani e attraenti.” (210)

    said on 

  • 2

    Por fin lo he terminado! .... Creí que no se acababa nunca.
    La verdad es que hace muchos años que lo tengo y no me acordaba de nada de que iba y al reelerlo entiendo porque lo tenia abandonado.

    En una escuela de enfermeria se cometen dos presuntos asesinatos ya que uno parece un acci ...continue

    Por fin lo he terminado! .... Creí que no se acababa nunca.
    La verdad es que hace muchos años que lo tengo y no me acordaba de nada de que iba y al reelerlo entiendo porque lo tenia abandonado.

    En una escuela de enfermeria se cometen dos presuntos asesinatos ya que uno parece un accidente haciendo unos ejercicios de prácticas y el otro un suicidio. El detective Dalgliesh es el encargado de llevar la investigación y averiguar el porque de estos dos asesinatos.

    La novela es tediosa. Demasiados personajes, demasiadas relaciones entre si, que te llevan en un momento dado a no saber ni de quien estan hablando. La verdad en ocasiones no sabia ni de que iba ya el tema. Un final decepcionante, ya que el motivo de los asesinatos es muy rebuscado.

    No lo encuentro tan estupendo como lo ponen las críticas.

    said on 

  • 5

    E' un giallo..

    Bisogna mettersi in testa che è un thriller e non un giallo, e per questo bisogna calarsi in un mondo particolare e leggerlo nel modo giusto, altrimenti ci si annoia e basta..

    said on 

  • 3

    Quarta indagine dell'ispettore Dalgliesh.
    Durante un'ispezione alla scuola per infermiere di un ospedale di provincia, una delle studentesse muore, avvelenata mentre fa da paziente in un'esercitazione. Si pensa a uno scherzo finito in tragedia, ma quando muore un'altra studentessa e si ipot ...continue

    Quarta indagine dell'ispettore Dalgliesh.
    Durante un'ispezione alla scuola per infermiere di un ospedale di provincia, una delle studentesse muore, avvelenata mentre fa da paziente in un'esercitazione. Si pensa a uno scherzo finito in tragedia, ma quando muore un'altra studentessa e si ipotizza il suicidio, Scotland Yard vuole vederci chiaro...

    È stato scritto nel 1971, ma sembra così antico... le infermiere che rimangono single a vita, le studentesse che devono vivere tutte assieme e che vengono ricoverate per un'influenza...

    Florence Nightingale: http://it.wikipedia.org/wiki/Florence_Nightingale

    said on 

  • 3

    Innanzitutto lo shock quando ho scoperto che P.D. James non era l'uomo affascinante che mi ero immaginata.. Macchè.. Una donna!!
    Non so quale assurda convinzione mi ha portato a fare questo errore.. Mmm.. Male Seri, molto male.
    Come seconda cosa, quando imparerò a leggere prima le rec ...continue

    Innanzitutto lo shock quando ho scoperto che P.D. James non era l'uomo affascinante che mi ero immaginata.. Macchè.. Una donna!!
    Non so quale assurda convinzione mi ha portato a fare questo errore.. Mmm.. Male Seri, molto male.
    Come seconda cosa, quando imparerò a leggere prima le recensioni o comunque sia non fare acquisti di getto, sarà una conquista per tutti.
    Leeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeento!!
    Praticamente metà libro si svolge in una giornata, ma giuro, sembrano secoli. Che sbadigli che sono partiti!
    Inoltre, lette le prime due pagine, la cosa mi sembrava un po' datata , così per levarmi il dubbio che non fossi io quella strana e fissata, ho visto la data di pubblicazione: 1961.. Da noi è stato pubblicato nel 2001, ma dettagli.
    Le descrizioni dei personaggi creati dalla James sono assurde: a sua detta, sono tutti brutti (solitamente "bruttini", ma ci sono anche molti casi di "cessi"), parecchio stupidi (alcuni proprio deficienti, se vogliamo dirla tutta) e soprattutto antipatici. Nessuno sopporta l'altro e si ritengono tutti molto migliori degli altri.
    Si. Ok. Ma che ti sembra una caratterizzazione decente?!
    Il poliziotto sarebbe il primo da malmenare, sinceramente.

    Uff, io avevo grandi aspettative su questa donna, speravo di aver trovato un degno sostituto del mio adorato Michale, o della George, o di Lehane (e non perchè vadano sostituiti: per il semplice fatto che ho letto tutti i loro libri u.u).
    E invece niente.. Non mi ha fatto venir voglia di leggere altro di suo, sinceramente.
    Grande delusione. ._.

    said on 

  • 4

    "Shroud for a Nightingale" le titre en englais (1971 le quatrième livre avec l'inspecteur Adam Dalgliesh)
    "Scuola per infermiere" en italien
    "Meurtres en blouse blanche" en français
    Mah, mistères des traducteurs..
    De toute maniére P.D. James nous confenctionne une belle hi ...continue

    "Shroud for a Nightingale" le titre en englais (1971 le quatrième livre avec l'inspecteur Adam Dalgliesh)
    "Scuola per infermiere" en italien
    "Meurtres en blouse blanche" en français
    Mah, mistères des traducteurs..
    De toute maniére P.D. James nous confenctionne une belle histoire, qui se déroule dans un école pour infirmières.
    La description psycologique des personnages est des meilleures, et, ce que j'ai bien aimé, du protagoniste A.D. on connait seulement sa façon de travailler.
    Belle découverte faite par hasard en achetant ce livre par un franc à Emmaus.
    Je crois que je vais lire encore autres choses de P.D. James.

    said on 

  • 4

    Ho letto delle recensioni negative. A me non è spiaciuto affatto, era proprio quello che avevo voglia di leggere e che mi aspettavo.
    Non è un giallo trascinante, ma mi è piaciuta l'introspezione psicologica, i piccoli dettagli che portano alla soluzione, la figura dell'ispettore-poeta poco ...continue

    Ho letto delle recensioni negative. A me non è spiaciuto affatto, era proprio quello che avevo voglia di leggere e che mi aspettavo.
    Non è un giallo trascinante, ma mi è piaciuta l'introspezione psicologica, i piccoli dettagli che portano alla soluzione, la figura dell'ispettore-poeta poco simpatico, il microcosmo all'apparenza pacifico che nasconde gelosie e ricatti e il tipo di storia che prevede il ritrovamento dell'assassino all'interno di quattro mura.

    said on