Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Shutter Island

By

Publisher: Bantam

4.0
(2335)

Language:English | Number of Pages: 416 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Italian , Spanish , Swedish , French , Portuguese , Chi simplified , German , Japanese , Dutch , Finnish , Czech , Polish , Greek

Isbn-10: 0553818279 | Isbn-13: 9780553818277 | Publish date:  | Edition New Ed

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Audio CD , Audio Cassette , Others , eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Shutter Island ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Shutter Island is something of a departure for Dennis Lehane. It is not like the private eye novels with which he made his name and it is not especially like Mystic River, his distinguished crime novel about murder, loyalty and revenge. Instead, he gives us a classic of psychological suspense--US Marshal Teddy is summoned to a remote hospital for the criminally insane to look for a missing patient and finds his own future and sanity on the line. It is the 1950s and experiments with drugs, conditioning and brain surgery are all the rage both in the psychiatric profession and in the shadow world of government agencies.

Teddy rapidly becomes aware that no-one he is talking to is remotely telling him the truth and that he cannot be wholly sure even of his charming new partner. As the island hospital is isolated by a hurricane, we find ourselves unable to trust a single thing that the narrative tells us--Lehane displays a gift for sleight of hand which is showily disorienting. At the same time, this is not just a box of tricks. We find ourselves caring deeply for Teddy and his partner Chuck, whatever is going on and whoever they really are.

Sorting by
  • 4

    Le mie stesse catene e io diventammo amici, fino a tal punto una lunga comunione tende a fare di noi ciò che siamo (George Gordon Byron)

    Dopo “La morte non dimentica” avevo un debito di riconoscenza nei confronti di Lehane. "Shutter Island" è un noir di ottima qualità, dallo svolgimento sorprendente.
    Un agente federale viene inviato su ...continue

    Dopo “La morte non dimentica” avevo un debito di riconoscenza nei confronti di Lehane. "Shutter Island" è un noir di ottima qualità, dallo svolgimento sorprendente.
    Un agente federale viene inviato su di un'isola dirimpetto a Boston, dove si trova una clinica destinata alla reclusione dei criminali giudicati infermi di mente. Una detenuta è scomparsa e a lui viene ordinato di indagare sull'accaduto. Teddy Daniels sarà affiancato da Chuck Aule. Nomi e cognomi sono importanti nell'economia di questo romanzo.
    Mi viene da paragonare la trama al morphing, quel fenomeno per il quale un'immagine si trasforma gradualmente e sapientemente in un'altra. (*1)
    Come già nel primo Lehane, vi son dei passi che non ci si aspetterebbe di leggere in un thriller
    Lui avrebbe voluto chiederle che rumore fa un cuore quando si rompe per la gioia, quando è sufficiente la vista di qualcuno per riempirti come né il cibo, né il sangue né l'aria potranno mai fare; quando ti senti come se fossi nato per vivere un momento preciso e quel momento, per qualche ragione particolare, era proprio quello.
    e poi c'è la discussione sui metodi di cura psichiatrica che negli anni '50 erano rappresentati soprattutto da elettroshock e lobotomie parziali. Vengono illustrati i primi incerti tentativi di cognitivismo.
    Il protagonista ha combattuto nella seconda guerra mondiale, ha contribuito alla liberazione dei prigionieri dai campi di concentramento, è stato egli stesso un giustiziere sommario dei carcerieri nazisti. E' inevitabile riflettere sulla portata di esperienze estreme come queste. Chi ha visto la morte, ha sfiorato la morte, ha decretato la morte, quale rapporto può aver conservato con la vita?
    Ho gradito questo e il precedente libro di Lehane pur non essendo un amante del genere.
    Non ho visto per intero il film che Scorsese ne ha tratto, a giudicare dal trailer mi sembrerebbe aderente alla trama. (*2)

    (*1)
    http://www.youtube.com/watch?v=QYrZZ68zhSs
    (*2)
    http://www.youtube.com/watch?v=-Pw72SKYg9A

    E-book N°82
    L'Isola Della Paura (Dennis Lehane)
    Ottobre 2014

    said on 

  • 1

    Oscuro e fumoso...

    Oscuro e fumoso: così mi arrovello,
    qual'è il significato di 'sto libro novello?
    Il mistero del libro non penetrai e allora amaramente pensai:
    è l'indagine sospetta di un agente in gamba o il delirio ...continue

    Oscuro e fumoso: così mi arrovello,
    qual'è il significato di 'sto libro novello?
    Il mistero del libro non penetrai e allora amaramente pensai:
    è l'indagine sospetta di un agente in gamba o il delirio di un matto oramai finito nelle fauci di un sistema medico che rimbomba?
    (rimbambisce)..
    Troppo complicato è il dilemma ed allora posso pensare, ma sto' agente federale non è che ci vuol fare la morale?
    Ma si, fate bene, apritegli la testa, se ciò serve a renderlo meno brutale, ma non rompeteci l'anima con questo polpettone amatoriale...
    Una lettura molto poco piacevole che non rende la mia penna per nulla arrendevole.
    Saluto e confesso assai dispiacente: in questo intreccio non ci ho capito niente.
    Ginseng666

    said on 

  • 5

    Una storia che cattura, Lehane tesse una fitta trama di indizi in cui il concetto stesso di verità perde di significato. Un libro breve da leggere tutto di un fiato.

    said on 

  • 5

    dopo aver visto il film deciderò se dare la lode

    Sono stato decisamente fortunato nell'aver incontrato Dennis Lehane sulla mia strada di lettore (ignorante ma esigente).
    Dalla prima all'ultima pagina l'autore riesce a tenerti al centro della storia ...continue

    Sono stato decisamente fortunato nell'aver incontrato Dennis Lehane sulla mia strada di lettore (ignorante ma esigente).
    Dalla prima all'ultima pagina l'autore riesce a tenerti al centro della storia nonostante questa assumana connotati e sfumature diverse ogni capitolo.
    Son proprio curioso di vedere come si sia riuscito a portare queste pagine sul grande schermo;
    questa curiosità mi riporta alle sensazioni provate dopo aver letto l'ottimo "fight club" del grandissimo Chuck Palaniuk.
    Dennis è al suo livello e un giorno forse lo sorpasserà.
    (magari l'ha già fatto ma io di suo ho letto solo pochi libri)

    said on 

  • 3

    Mi aspettavo qualcosa di più

    E' carino, a tratti noiosetto. Il finale mi è piaciuto tanto, se fosse stata più convincente anche la parte centrale avrebbe preso una stellina in più.

    said on 

Sorting by