Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Si això és un home

Per

Editor: Edicions 62 (labutxaca)

4.5
(12748)

Language:Català | Number of Pàgines: 276 | Format: Mass Market Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , French , German , Italian , Spanish , Swedish , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 8496863646 | Isbn-13: 9788496863644 | Data publicació:  | Edition 1

Translator: Francesc Miravitlles

També disponible com: Others , Paperback

Category: Biography , Fiction & Literature , History

Do you like Si això és un home ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Primo Levi, supervivent dels camps d'extermini d'Auschwitz, va escriure aquesta obra, publicada l'any 1947, amb la intenció de llegar a la humanitat un material de primer ordre per a l'estudi de l'ànima i el comportament humans. Aquest llibre és, per tant, un testimoni colpidor de la vida i la supervivència a l'infern dels lager polonesos durant els últims anys de l'ocupació nazi; però també és, i sobretot, una anàlisi ponderada- en la mesura en què això és possible- de la dignitat i de l'abjecció en l'home enfrontat a l'extermini. Escrit amb una prosa vivíssima i gens afectada, la lectura de Si això és un home emociona al lector i alhora li permet de fondejar en les grandeses i les misèries de l'existència humana.
Sorting by
  • 5

    Auschwitz e Primo Levi

    Ho dovuto e ho voluto rileggere Levi con "Se Questo è Un Uomo" perché un mese fa (il 28/10/2014) sono andata per la prima volta in vita mia a vedere i campi di concentramento di Auschiwitz - Birkenau. Accomunando le due cose, prima l'una e poi l'altra, l'esperienza è stata del tutto "completa", n ...continua

    Ho dovuto e ho voluto rileggere Levi con "Se Questo è Un Uomo" perché un mese fa (il 28/10/2014) sono andata per la prima volta in vita mia a vedere i campi di concentramento di Auschiwitz - Birkenau. Accomunando le due cose, prima l'una e poi l'altra, l'esperienza è stata del tutto "completa", nuova. Ho saputo "vedere" alcune cose descritte nel libro (come la scritta "Il lavoro rende Liberi"); prima qualcosa era solo nella mia immaginazione, ora vedo tutto più chiaramente. In questo caso le mie parole impoveriscono le sensazioni provate, ma solo perchè non ci sono parole adatte per scrivere quello che realmente si sente dopo un'esperienza del genere: ci si sente più consapevoli, ecco. Questo piccolo grande libro descrive con minuzia la vita nei campi di sterminio, ricca di particolari, di contro alla "disumanizzazione" dell'uomo, fino a renderlo un non-morto. Le immagini descritte toccano il profondo, a tratti mi sembra che Levi mi stia raccontando tutto a faccia a faccia. E tante immagini descritte mi trasportano lontano, come se in quelle scene ci fossi stata anche io. E in questo Levi è stato magistrale. Ecco pechè il suo libro rimarrà sempre attuale per aiutarci a non dimenticare.

    dit a 

  • 4

    E' stata un'esperienza traumatica ma istruttiva..l'orrore visto attraverso gli occhi di chi ci è passato... mi ha fatto pensare ed ho iniziato ad aver paura dell'uomo, perchè dopo aver letto il libro (avevo dodici anni) e studiato ciò che è stato l'olocausto mi sono resa conto di come egli possa ...continua

    E' stata un'esperienza traumatica ma istruttiva..l'orrore visto attraverso gli occhi di chi ci è passato... mi ha fatto pensare ed ho iniziato ad aver paura dell'uomo, perchè dopo aver letto il libro (avevo dodici anni) e studiato ciò che è stato l'olocausto mi sono resa conto di come egli possa essere una bestia senza scrupoli.

    dit a 

  • 3

    Testimonianza importante

    Ottima testimonianza dei campi di concentramento e della "vita" che quegli uomini dovevano sopportare. Ma che macigno sul cuore (misto a vergogna) mentre si legge..

    dit a 

  • 5

    Uno dei pochi libri che va letto senza pensarci su troppo...va letto e basta....Io l'avevo letto alle medie o all'inizio delle superiori, ora non ricordo...
    Per la maturità ne ho riletti alcuni passaggi, perché la mia tesina era proprio su Primo Levi...


    Credo tutti conoscano questa testimo ...continua

    Uno dei pochi libri che va letto senza pensarci su troppo...va letto e basta....Io l'avevo letto alle medie o all'inizio delle superiori, ora non ricordo... Per la maturità ne ho riletti alcuni passaggi, perché la mia tesina era proprio su Primo Levi...

    Credo tutti conoscano questa testimonianza....Da leggere....per forza =)

    dit a 

  • 5

    Storia pazzesca e profondamemte toccante, la vita che ha condotto Primo Levi, così come gli altri deportati nei campi, è davvero terrificante. L'essere umano è l'essere più intelligente sulla Terra che, nel corso dei secoli, ha compiuto progressi straordinari, dalla sconfitta di terribili malatti ...continua

    Storia pazzesca e profondamemte toccante, la vita che ha condotto Primo Levi, così come gli altri deportati nei campi, è davvero terrificante. L'essere umano è l'essere più intelligente sulla Terra che, nel corso dei secoli, ha compiuto progressi straordinari, dalla sconfitta di terribili malattie all'invenzione di tecnologie e architetture strepitose.. ma sapere che tale cervello sia anche capace di procurare distruzione, sofferenza e morte così atroce è una cosa che fa ghiacciare il sangue. Consiglio tale lettura poichè essa è una realtà che tocca tutti noi e ritengo giusto essere informati il più possibile su tali argomenti.

    dit a 

  • 5

    Parallelismi storici

    Non avrei mai creduto, a priori, di ritrovare la piena modernità in un simile libro. L'essere umano, posto sotto pressione dai poteri forti, inafferrabili e inavvicinabili, crudeli e calcolatori, sembrerebbe (così come accade ai nostri giorni) riuscire difficilmente ad esimersi dall'aggiungere me ...continua

    Non avrei mai creduto, a priori, di ritrovare la piena modernità in un simile libro. L'essere umano, posto sotto pressione dai poteri forti, inafferrabili e inavvicinabili, crudeli e calcolatori, sembrerebbe (così come accade ai nostri giorni) riuscire difficilmente ad esimersi dall'aggiungere meschinità all'atrocità. Tant'è che, per gli scenari attuali, pare si parli di neofascistizzazione della società. Tutti a sgomitare, nella speranza di ottenere un posto da kapò, morendo dentro per l'indifferenza e aiutando il potere a perpetrarsi. Gli internati dei lager e dei gulag, tuttavia e ovviamente, subivano pressioni nemmeno lontanamente paragonabili a quelle cui noi siamo sottoposti: le nostre si esauriscono, molto spesso, nel "terrore" di non riuscire ad andare in vacanza...

    dit a 

  • 4

    Testimonianza su uno dei capitoli più tremendi della storia. Quando lo si legge non si può fare a meno di fermarsi un momento a riflettere su quanto è accaduto e su quanto può essere grande la cattiveria dell'uomo.

    dit a 

  • 5

    Appare superfluo scrivere una recensione a un classico di cui han parlato tutti, ma mi interessa rimarcare come la grandezza del libro non sia solo nell'enormità del valore della testimonianza, ma nella lucidità dell'analisi e nella potenza della scrittura. L'episodio del Canto di Ulisse è da bri ...continua

    Appare superfluo scrivere una recensione a un classico di cui han parlato tutti, ma mi interessa rimarcare come la grandezza del libro non sia solo nell'enormità del valore della testimonianza, ma nella lucidità dell'analisi e nella potenza della scrittura. L'episodio del Canto di Ulisse è da brividi.

    dit a 

  • 5

    Questo libro non necessita di una recensione, non so neanche se di recensione si può parlare in questo caso. Si tratta di un libro che DEVE essere letto, di una testimonianza tanto preziosa quanto tragica. Il racconto di Levi è così intenso che non si può fare altro che rimanere attoniti e conti ...continua

    Questo libro non necessita di una recensione, non so neanche se di recensione si può parlare in questo caso. Si tratta di un libro che DEVE essere letto, di una testimonianza tanto preziosa quanto tragica. Il racconto di Levi è così intenso che non si può fare altro che rimanere attoniti e continuare a leggere. Ho fatto fatica a finire questo libro nonostante le poche pagine, non posso dire che sia stata una lettura piacevole. Rimane comunque un libro da leggere, un gesto che ognuno di noi deve a tutti coloro che sono stati vittime dell'olocausto, per ricordare ciò che realmente è successo e ciò che l'uomo è stato capace di fare.

    dit a 

Sorting by