Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Siate affamati siate folli

Steve Jobs in parole sue

Di

Editore: Rizzoli Etas

2.8
(32)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 177 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8817054178 | Isbn-13: 9788817054171 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: George Beahm

Genere: Non-fiction , Philosophy

Ti piace Siate affamati siate folli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Immaginare i prodotti
    "Non si tratta di cultura pop, non si tratta di imbrogliare la gente e non si tratta di convincerla che vuole qualcosa che non vuole. In realtà immaginiamo ciò che vogliamo noi. E penso che siamo piuttosto bravi ad avere il metodo giusto per capire se anche molte a ...continua

    Immaginare i prodotti "Non si tratta di cultura pop, non si tratta di imbrogliare la gente e non si tratta di convincerla che vuole qualcosa che non vuole. In realtà immaginiamo ciò che vogliamo noi. E penso che siamo piuttosto bravi ad avere il metodo giusto per capire se anche molte altre persone lo vorranno. E' per questo che siamo pagati. Quindi non puoi andare in giro a chiedere alla gente "insomma, quale sarà la next big thing?". C'è una grande citazione di Henry Ford che disse: "Se avessi chiesto ai miei clienti che cosa volevano, mi avrebbero risposto: 'Un cavallo piú veloce'."

    ha scritto il 

  • 3

    Consigliato...

    Ogni libro che viene scritto sul grande genio del design e dell'high-tech, che ha vissuto la gran parte del suo successo a cavallo tra il XXI e il XXII secolo, si aggrappa alla biografia scritta da Isaacson e pubblicata pochi giorni dopo la morte di Jobs. Ecco perché consiglio caldamente a coloro ...continua

    Ogni libro che viene scritto sul grande genio del design e dell'high-tech, che ha vissuto la gran parte del suo successo a cavallo tra il XXI e il XXII secolo, si aggrappa alla biografia scritta da Isaacson e pubblicata pochi giorni dopo la morte di Jobs. Ecco perché consiglio caldamente a coloro che sono diventati fan di questa figura, ma soprattutto dei suoi prodotti di leggere prima il succitato testo. Vi chiarirete le idee sul suo carisma, sul suo modus operandi nell'ambiente di lavoro e sotto il profilo sociale, conoscerete la sua vita in ogni sua sfaccettatura. Ogni altro libro pubblicato successivamente è solamente un riassunto, o una particolare evidenziazione di alcuni suoi tratti essenziali che hanno caratterizzato la sua personalità e suoi i prodotti. Questo libro pubblicato da BUR si sofferma particolarmente, attraverso la citazione di frasi pronunciate da Jobs in diversi discorsi da lui tenuti in varie occasioni, su questi aspetti che ci ricordano il perché lui è diventato il mito dei giorni nostri.

    ha scritto il 

  • 1

    Sinceramente mi aspettavo di più. 1/5

    Non è che questo "libro" (se si può definire così) mi sia piaciuto granchè. E' solamente una raccolta di piccole frasi messe all'interno di un libro che sono vendute solamente perchè le dice Steve Jobs. Ci sono tantissimi poeti molto più bravi di lui e che hanno fatto dei veri libri. A me non è p ...continua

    Non è che questo "libro" (se si può definire così) mi sia piaciuto granchè. E' solamente una raccolta di piccole frasi messe all'interno di un libro che sono vendute solamente perchè le dice Steve Jobs. Ci sono tantissimi poeti molto più bravi di lui e che hanno fatto dei veri libri. A me non è piaciuto e come voto gli do 1/5. Certo, è una questione di gusti. Magari a qualcun'altro è piaciuto, ma dalle statistiche di questo libro su aNobii mi sembra di capire che in molti la pensano come me.

    ha scritto il 

  • 1

    Il più grande esempio

    di una politica editoriale involutiva in espansione, insensibile alle questioni ambientali, pronta ad alzare il corpo del font e ad allargare lo spazio tra le lettere per aumentare il volume -nulla a che fare con una dilagante cecità nei lettori- dell'opera, che, fondamentalmente, può essere tran ...continua

    di una politica editoriale involutiva in espansione, insensibile alle questioni ambientali, pronta ad alzare il corpo del font e ad allargare lo spazio tra le lettere per aumentare il volume -nulla a che fare con una dilagante cecità nei lettori- dell'opera, che, fondamentalmente, può essere tranquillarmente riportata in modo integrale su un tovagliolino da fast food.

    Restate affamati, mi raccomando, altrimenti l'editore non mangia.

    ha scritto il 

  • 4

    Quel che mi è rimasto, che ho capito, che mi è piaciuto.


    Bisogna amare, faticare, avere dei validi collaboratori, divertirsi, trovare gioia e soddisfazione nel percorso costruttivo.
    Tutto quello che si fa bisogna farlo al meglio, sotto ogni aspetto, e non ultimo, la bellezza.
    Fondamentale ...continua

    Quel che mi è rimasto, che ho capito, che mi è piaciuto.

    Bisogna amare, faticare, avere dei validi collaboratori, divertirsi, trovare gioia e soddisfazione nel percorso costruttivo. Tutto quello che si fa bisogna farlo al meglio, sotto ogni aspetto, e non ultimo, la bellezza. Fondamentale è il valore della semplicità, della praticità e della piacevolezza per apprezzare l' utilizzo di qualsiasi strumento. La tecnologia è uno strumento al servizio dell'umanità non per cambiargli la vita, ma per migliorarla. Per fare un buon prodotto occorrono buone tecniche e buone idee.

    ha scritto il