Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Siddharta

By Herman Hesse

(275)

| Mass Market Paperback

Like Siddharta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Quest'acqua correva, correva,
sempre correva eppure era sempre lì,
era sempre e in ogni tempo la stessa,
eppure in ogni istante un'altra.
Oh, chi potesse afferrare questo mistero,
comprenderlo!"

1623 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Questo libro...

    ...mi ha rubato il cuore, non sono cinque stelle proprio pienissime, ma l'ho letto in una serata e mi sono completamente identificata in Siddharta, vorrei poter scrivere un libro così un giorno, piccolo, per niente pretenzioso, ma pur sempre un capol ...(continue)

    ...mi ha rubato il cuore, non sono cinque stelle proprio pienissime, ma l'ho letto in una serata e mi sono completamente identificata in Siddharta, vorrei poter scrivere un libro così un giorno, piccolo, per niente pretenzioso, ma pur sempre un capolavoro della letteratura mondiale.

    Is this helpful?

    @nto! said on Jul 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una delle letture più banali che mi sia capitata!

    E' il tipico libro sopravvalutato, dove la gente che acquista un libro all'anno (se va bene) trovato sullo scaffale di un supermercato un giorno prima di partire per le vacanze al mare, ci trova dopo una distratta lettura chissà quali concetti e che ...(continue)

    E' il tipico libro sopravvalutato, dove la gente che acquista un libro all'anno (se va bene) trovato sullo scaffale di un supermercato un giorno prima di partire per le vacanze al mare, ci trova dopo una distratta lettura chissà quali concetti e che invece per chi legge con un minimo di frequenza si rivela di una banalità sorprendente!
    Buono come lettura per bambini...

    Is this helpful?

    Mirkob1975 said on Jul 17, 2014 | 5 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Cerco un centro di gravità permanente eccetera ecetera... (2,5 stelle)

    Sinceramente non mi è piaciuto. E non è che non mi sia piaciuto il concetto espresso, che è condivisibile in gran parte, bensì lo stile eccessivamente mistico. Probabilmente l'ho letto, o meglio l'ho ascoltato, in un'età troppo matura, in una fase d ...(continue)

    Sinceramente non mi è piaciuto. E non è che non mi sia piaciuto il concetto espresso, che è condivisibile in gran parte, bensì lo stile eccessivamente mistico. Probabilmente l'ho letto, o meglio l'ho ascoltato, in un'età troppo matura, in una fase della mia esistenza in cui ho voglia di concretezza, non di pensieri fumosi infarciti di spiritualismo orientale, un momento della vita in cui i concetti li voglio espressi in modo chiaro e non metaforico.
    Come dicevo questo libro non l'ho letto bensì l'ho ascoltato dalla voce dell’attore Enzo De Caro, il quale non mi ha entusiasmata nell’interpretazione; ha soprattutto contribuito in modo negativo la colonna sonora, la classica musica che si può ascoltare durante una meditazione, un massaggio rilassante, gli esercizi di yoga, una melodia che sicuramente è ben associata al libro, ma che me lo ha fatto sentire ancora più distante.
    Il tema affrontato è fondamentalmente la ricerca di sé, della propria vera essenza, una ricerca che passa attraverso esperienze anche diametralmente opposte l'una dall'altra e che fanno capire che non c'è una sola via per arrivare all’interiorità, ma che ogni esperienza fatta ha un suo valore e dà un suo insegnamento ben preciso.
    La morale di questo racconto-favola è condivisibile e valida universalmente, indipendentemente dai vari “OM” e richiami alle filosofie orientali, ma il modo in cui è espressa mi ha annoiato notevolmente, quasi certamente se non avessi letto "Siddartha" sotto forma di audiolibro non lo avrei nemmeno finito.

    Is this helpful?

    Monica Spicciani (scambio cartacei-sottolineo a matita) said on Jul 16, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Lettura formativa dell'adolescenza che mi ha avvicinato ad Hermann Hesse.
    Un po' troppo corto per i miei gusti...

    Is this helpful?

    Linda T said on Jul 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Perché non ho letto questo libro prima??

    Era da un po' che non mi succedeva di restare con gli occhi attaccata alla pagina, non saltare nemmeno una parola, e addirittura rileggere e sottolineare. Adoro tutto di questo libro. Leggetelo tutti, soprattutto se siete giovani (ho sentito pareri d ...(continue)

    Era da un po' che non mi succedeva di restare con gli occhi attaccata alla pagina, non saltare nemmeno una parola, e addirittura rileggere e sottolineare. Adoro tutto di questo libro. Leggetelo tutti, soprattutto se siete giovani (ho sentito pareri di persone che l'hanno letto da adulti e non l'hanno apprezzato).

    Dall'introduzione:
    Dal verbo suchen (cercare) i Tedeschi fanno il participio presente, suchend, e lo usano sostantivato, der Suchende (colui che cerca) per designare quegli uomini che non si accontentano della superficie delle cose, ma d'ogni aspetto della vita vogliono ragionando andare in fondo, e rendersi conto di se stessi, del mondo, dei rapporti che tra loro e il mondo intercorrono. Quel cercare che è già di per sé un trovare, come disse uno dei più illustri fra questi <<cercatori>>, e precisamente Sant'Agostino; quel cercare che è in sostanza vivere nello spirito.

    Is this helpful?

    elecut said on Jul 7, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    L'Eroe dai mille volti

    C'è veramente di tutto in questo piccolo gioiello. Lo sguardo può spaziare dall'universale e sempiterno mito del 'viaggio dell'Eroe' sino a spingersi giù, negli oscuri meandri della psicoanalisi, dove l'attende l'affascinante tematica del 'doppio' e ...(continue)

    C'è veramente di tutto in questo piccolo gioiello. Lo sguardo può spaziare dall'universale e sempiterno mito del 'viaggio dell'Eroe' sino a spingersi giù, negli oscuri meandri della psicoanalisi, dove l'attende l'affascinante tematica del 'doppio' e poi ancora oltre, verso l'alto, dove risplende una delle più belle sintesi che abbia mai letto di quanto il cuore soteriologico di certe 'filosofie' (mi si perdoni il termine improprio) orientali porge da sempre. Tant'è che è possibile riconoscere l'insegnamento di moltissimi Maestri. A tratti ho udito il suono cristallino della voce del Buddha, così come quello di Nagarjuna, ma anche del vedantino Nisargadatta e ancora di molti altri. Insomma, sono rimasta piacevolmente colpita da una lettura rimandata per troppi anni. Che dire, quello che giunta a questo punto mi stupisce -anche se, riflettendoci per un attimo, neppure troppo se non per nulla-, è il constatare - almeno per quanto concerne la maggior parte dei commenti anobiiani -, come quello che a me pare così evidente a molti sia del tutto oscuro.
    Peccato.

    Is this helpful?

    Tārkṣya said on Jul 2, 2014 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection