Siege and Storm

By

Publisher: Orion Publishing Co

3.9
(29)

Language: English | Number of Pages: 224 | Format: Softcover and Stapled | In other languages: (other languages) Chi traditional

Isbn-10: 9781780621135 | Isbn-13: 9781780621135 | Publish date: 

Also available as: eBook , Others

Category: Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy , Self Help

Do you like Siege and Storm ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Darkness never dies. Alina and Mal are on the run. Hunted and haunted, but together at last, they can't outrun Alina's past or her destiny forever. The Darkling has emerged from the Shadow Fold with a terrifying new power and he needs Alina to realise his dangerous plan. There are others who would like to use Alina's gift too. And as her power grows, somehow, she must choose between her country, her power, and her love - or risk losing everything to the oncoming storm. Glorious. Epic. Irresistible. Romance. Perfect for fans of Kristin Cashore and Laini Taylor.
Sorting by
  • 1

    Il festival dell'indecisione

    Il primo romanzo della trilogia non mi era piaciuto moltissimo, e speravo che il secondo volume, alleggerito dal compito di avviare la narrazione, si rivelasse più interessante.
    Sbagliato.

    La protagon ...continue

    Il primo romanzo della trilogia non mi era piaciuto moltissimo, e speravo che il secondo volume, alleggerito dal compito di avviare la narrazione, si rivelasse più interessante.
    Sbagliato.

    La protagonista subisce un crollo vertiginoso dal punto di vista introspettivo, e passa il tempo a lamentarsi di non avere avuto voce in capitolo su nulla, di essere spinta con forza verso questo crudele destino avverso [pausa per asciugarsi le lacrime], di essere spezzata dentro per aver deciso di uccidere delle persone che minacciavano la sua vita; miracolosamente quando tace vive esclusivamente per mostrare al mondo quanto sia ossuta, pallida e debole.

    Nemmeno dal lato romance, l'aspetto su cui l'autrice ha evidentemente riposto tutti i suoi sforzi, le cose vanno meglio: questo atteggiamento di estremo vittimismo ingiustificato si riflette in modo anomalo sulle relazioni interpersonali della ragazza, che da un lato è assediata dalla gelosia cieca di Mal, dall'altro si lascia sedurre con estrema facilità da chiunque le riservi un briciolo di attenzione.
    A me non dispiace l'idea che l'amore puro e candido di due adolescenti non sia sufficiente a costruire una relazione stabile, tuttavia l'autrice dovrebbe prendere una decisione, almeno una, riguardo i sentimenti di Alina, visto che sfiorano la patologia psichiatrica.
    Innanzi tutto, dal secondo romanzo in poi non si capisce bene se Mal e Alina si piacciano ancora, perché si comportano in maniera molto distaccata e infantile, come due ex fidanzati - l'una accantona spesso e volentieri il ragazzo per il quale, nel primo volume, aveva pianto oceani di lacrime, l'altro non muove un dito per far progredire la relazione, ma si infuria come un toro per qualsiasi cosa minacci la sua esclusiva sulla ragazza.
    Senza contare il fatto che la Bardugo ha ceduto alla tentazione di inserire un triangolo amoroso in continua espansione: Alina inspiegabilmente è attratta dal principe di Ravka, benché additato come arrivista e viscido, e contemporaneamente sembra che non abbia ancora rinunciato del tutto ai sentimenti che aveva per il Darkling, poiché pensa a lui in ogni momento.

    Il problema dunque non è tanto nel fatto che le mie aspettative di 'shipper' sono andate deluse; il problema è che l'autrice infila numerosi flirt a casaccio solo nel pallido tentativo di dare spessore a un personaggio fiaccato dalla vita, in grave carenza affettiva e, credo, con la fobia dell'abbandono, a questo punto.

    Dunque, in questo caos infernale, l'unica cosa che si evince altrettanto chiaramente è che Alina è 'destinata' ad avere più potere, quindi è in qualche modo legittimata a esplodere in crisi isteriche, a cacciare barbaramente animali mitologici per rubare la loro magia, e infine, ciliegina sulla torta, per qualche motivo improbabile viene addirittura proclamata santa dalla popolazione locale.

    said on 

  • 5

    "Too much, I thought in desperation. And at the same time, all I could think was, More."

    I knew this series was meant to grow even greater.

    I loved indiscriminately every single chapter of it, every single scene. I did so much as love Mal, who is maybe the most stupid person and the most ...continue

    I knew this series was meant to grow even greater.

    I loved indiscriminately every single chapter of it, every single scene. I did so much as love Mal, who is maybe the most stupid person and the most hulking ass I've ever had to dear with. The thing is that the book was too great to be denied the fifth star just because of him. And actually, I think Bardugo really knows better than to write a fundamentally insufferable thinking it was actually good. Considering the story in its entirety, I guess that, for its sake, he had to be just the way he is. As I see it, the author intended for him to be insecure and unreliable, the very opposite of the shelter and the rock that Alina needed in that moment; because not always the people we love are able to be the people we need, but yet we love them all the same. That's what love is supposed to be. So yes, Mal is a prat, but his being a prat had its utility to the story's end, so it was alright. In spite of this, I hated him and his silly behaviour.

    And well, yeah, I also guess that having around to pieces of men as the Darkling and Nikolai didn't help him stand out.

    Alina may as well be one of my favourite female ya heroines (if we don't count when she is jealous because of Mal. Are you blind, girl? A very hot and funny prince and a very hot and not so funny but alternatively gorgeous lord of darkness are courting you. Leave the boy and pick one of them. Or both. I wouldn't blame your, far what it's worth). She is strong and doesn't give up, and I support her with all my heart. But what I reallt like about her is her sense of righteousness, her devotion to justice, her courage in front of sacrifice. I really, really admire her.

    I was a little disappointed by the nearly total absence of the Darkling, but a certain prince comforted me.
    Maybe Bardugo and I need to have a little talk about her male characters. She just can't keep intoxicating me with testosterone, flying ships captains and Darklings. I'll die from overdose of awesomeness. That's not fair, but I'm not going to complain any longer. In fact, I want both my heroes back in the next book. And they'd better be in every single page.

    The plot: excellent. Siege and Storm is surely slower than Shadow and Bone, but it is what was needed. Alina's thoughts and reflections are given more space, and, given that I love her, I loved that she had more introspection. There is also a reasonable amount of action, also, and it is just as well written and entartaining as that that we got used to in the previous book.
    A word apart has to be said for the ending -marvellous. The way Alina managed to keep the Darkling under control was amazing. I was screaming and jumping and sweating and it was just. So. Great.

    I am already sad at the thought that the next book will be the last one.
    It's really not normal.

    said on 

  • 3

    Voy a empezar diciendo que no recordaba gran cosa del primer libro, lo que me hizo andar un poco perdida al principio, por otro lado, estos días ando muy cansada lo cual no es ideal para ponerse a lee ...continue

    Voy a empezar diciendo que no recordaba gran cosa del primer libro, lo que me hizo andar un poco perdida al principio, por otro lado, estos días ando muy cansada lo cual no es ideal para ponerse a leer en inglés a las once de la noche, y quizás todo ello en conjunto ha provocado que no me entusiasmara esta entrega.
    Me ha parecido lento, no sucede prácticamente nada interesante más que en la primeras y últimas páginas del libro. No sé decir si le sobran páginas o le falta acción.
    Además, he quedado un poco aburrida de las peleas, celos, dudas... entre Mal y Alina, será que estoy perdiendo romanticismo.
    Los personajes secundarios, no destacan especialmente. No sé, igual no es el libro, soy yo, pero lo he encontrado un poco aburrido.
    De todos modos,voy a leerme la tercera parte de esta saga, porque la historia ha quedado interesante, pero sobre todo porque quiero darle un voto de confianza a esta saga, que es original en cuanto a la magia, en cuanto a los escenarios de la historia. Espero que el tercer libro me deje buen sabor de boca.

    said on 

  • 4

    Mal e Alina insieme, che si prendono in giro e che si fanno battutine, sono divertenti e bellissimi...ma ovviamente non poteva durare a lungo. L'Oscuro deve sempre rompere le scatole ed è sempre più v ...continue

    Mal e Alina insieme, che si prendono in giro e che si fanno battutine, sono divertenti e bellissimi...ma ovviamente non poteva durare a lungo. L'Oscuro deve sempre rompere le scatole ed è sempre più viscido e pessimo e dopo tutto quello che è successo, che qualche pensiero su di lui sfiori ancora Alina è rivoltante. Il fatto che non si capisca veramente cosa prova è piuttosto irritante, anche perchè dovrebbe provare solo schifo. Invece, non so, è attratta dal potere, non mi piace proprio.
    C'è più azione ed è più avventuroso rispetto a “Tenebre e ghiaccio”.
    Sturmhond è un altro viscido calcolatore, ma, quantomeno, almeno questo tizio porta un po' di ironia...non che mi possa mai piacere comunque.

    Secondo me questo secondo libro in particolare trasmette anche dei messaggi sbagliati. Alina non potrebbe stare con il ragazzo che ama perchè lui non è abbastanza potente?! Dovrebbe quindi stare con uno che la imprigiona, la tortura, minaccia in continuazione lei e quelli che ama, non gli dispiacerebbe ucciderla, non fa altro che distruggere ed ammazzare, ecc... solo perchè lui invece capisce il suo potere, essendo altrettanto potente?! Inoltre se Alina non parla e non dice niente di niente a Mal, sarà un bel po' difficile che lui possa capirla, cosa deve fare, leggerle nel pensiero?! Per me queste sono vere assurdità e molto fuorvianti anche. Bisogna stare attenti a scrivere certe cose...non so come tutto ciò possa piacere ad autrici come Cassandra Clare che la menano costantemente con il femminismo, i problemi che hanno le donne, ecc..., con il massimo rispetto che ho per lei, non mi sembra una cosa tanto coerente.

    E poi Alina è proprio stupida, come al solito bastano due paroline dell' Oscuro per mettere in discussione tutto...bah...e allora vai da lui e togliti di torno!
    E le continue “apparizioni” dell' Oscuro sono fastidiosissime. E non apprezzo per niente che Alina sia praticamente ossessionata dal potere.
    Non sopporto il fatto che un personaggio così negativo come l'Oscuro venga fatto passare per affascinante, o almeno ci si provi a farlo passare per tale, perchè in realtà è tutto l'opposto, è ripugnante.
    Se la serie finisce tipo “Spy Glass” di Maria V. Snyder potrei veramente infuriarmi!

    Una ragazza a cui girano intorno 3-4 ragazzi e lei che in un solo libro se li bacia quasi tutti, si lascia affascinare e manipolare da chiunque, è troppo insopportabile. Poi sono queste le autrici che si lamentano perchè le loro protagoniste femminili vengono odiate. Farle un po' meno pu****e, no?!
    I triangoli, se sono sensati, vanno anche bene, ma così proprio no, quando è troppo è troppo. Nel prossimo libro salterà fuori anche qualcun' altro?! A questo punto non mi stupirei.
    Perchè non si riesce a portare avanti una storia senza far saltare fuori in continuazione nuovi pretendenti?!

    Ho letto questo libro con l'ansia costante che Alina facesse qualche idiozia ed il prossimo sarà ancora peggio. Questi libri mi hanno fatto proprio male.

    Mi piace il libro e mi piace la serie, mi piace come è scritto, mi piace che sia così coinvolgente, ma non mi piace quello che succede e che succederà (perchè qualcosa che non mi piacerà per niente succederà di sicuro nel terzo libro). Non so se la cosa abbia un senso, ma è così.

    1. Tenebre e ghiaccio: http://thebookspaper.blogspot.it/2013/07/tenebre-e-ghiaccio-leigh-bardugo.html

    2. Siege and Storm: http://thebookspaper.blogspot.it/2013/07/siege-and-storm-leigh-bardugo.html

    said on 

  • 5

    『格里莎三部曲Ⅱ:闇黑再臨 Siege and Storm』當黑暗來臨,能否執著於愛?

    有時候,安全無慮的生活是需要代價去得到的;有時候,即使我們能欺騙自己,也無法改變自己曾做過的事;有時候,我們必須去做出選擇,勇敢走過充滿荊棘的道路,就算終點遙不可期,也只能走一步算一步。因為每個人肩上所扛的責任可不是說放就放的下,那種責任是種考驗、是種磨練、是種經歷,唯一的好處大概就是,終點可能有一盞微弱的燭火,驅逐週遭的黑暗,引臨著你走向人生的下一場戰鬥。

    『格里莎三部曲Ⅰ:太陽召喚 Shado ...continue

    有時候,安全無慮的生活是需要代價去得到的;有時候,即使我們能欺騙自己,也無法改變自己曾做過的事;有時候,我們必須去做出選擇,勇敢走過充滿荊棘的道路,就算終點遙不可期,也只能走一步算一步。因為每個人肩上所扛的責任可不是說放就放的下,那種責任是種考驗、是種磨練、是種經歷,唯一的好處大概就是,終點可能有一盞微弱的燭火,驅逐週遭的黑暗,引臨著你走向人生的下一場戰鬥。

    『格里莎三部曲Ⅰ:太陽召喚 Shadow and Bone』整本書所談論的接受自我,那續集則是談論的一生所面臨的利害關係,當命運這樣安排,如果自己是當事者該怎麼選擇?自由的代價能否於國家的平安相提並論?自己肩負的責任是否能在慾望中取得平衡?魚與熊掌不可兼得,沒有雙贏的全面,得到一方的同時,並定得失去另一方。

    雖然外表有YA小說的包裝,卻帶有NA(New Adult)小說的感覺,劇情的轉折、面臨的問題、生死的抉擇,透過主角的視角,做出決定的難易度也就更加困難,之間的拉扯也更加強烈。

    而書中這次多了許多逗趣的對話,幾乎能和『藍寶石:時空戀人Ⅱ Saphirblau』所出現的幽默相庭抗衡,且作者善於寫出重大、令人驚艷的轉折,從『格里莎三部曲Ⅰ:太陽召喚 Shadow and Bone』和前傳『太陽召喚前傳:杜瓦女巫 The Witch of Duva』不難看出這點,結尾出現的最後一句,可以榮登本年度最佳懸念冠軍。

    黑暗再次降臨,相伴的信念開始動搖,失去自己原先所追求的事物,被黑闇蒙蔽的雙眼,能否拋開慾望所給予的枷鎖,正視屬於自己的幸福?黑,使我們迷失,當失去方向就只能成為其中的待宰羔羊,但只要相信自己,拋開雜念,就能適應黑暗所帶給自己視線,抵達自己希望的目的地。

    said on 

Sorting by