Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Signor Malaussène

By Daniel Pennac

(9171)

| Paperback | 9788807814334

Like Signor Malaussène ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Ehi! Oh! Mi ascolti? Concentrati un po', santo dio! Piantala di ronfare nellapancia di tua madre. Dopo tutto ti sto presentando la tribù che ti accoglierà!" E' Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio, che parla a Signor Malaussène, suo Continue

"Ehi! Oh! Mi ascolti? Concentrati un po', santo dio! Piantala di ronfare nellapancia di tua madre. Dopo tutto ti sto presentando la tribù che ti accoglierà!" E' Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio, che parla a Signor Malaussène, suo figlio in procinto di nascere, per presentargli la tribù Malaussène, la sua futura famiglia. In una Belleville assediata dagli ufficiali giudiziari, qualcuno - chissà chi?! - oppone una strenua resistenza. Al centro dell'azione il cinema Zèbre, dove si vorrebbe proiettare, una sola volta prima che venga distrutto, il Film Unico di un vecchio e celebre produttore cinematografico. Come contorno, la scomparsa di alcune prostitute meravigliosamente tatuate...

404 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Molto bello. 444 pagine nel classico stile Pennac in cui l'attesa e il dolore si fondono.

    Is this helpful?

    Moniastra Datura said on Sep 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ci addentriamo ancora di più all'interno dell'animo umano, in maniera grottesca, drammatica, dolorosa: sembra quasi un processo di espiazione per ritrovare umanità e compassione. E mi ritrovo a chiedermi “Ma cosa c’era prima di Pennac e della tribù M ...(continue)

    Ci addentriamo ancora di più all'interno dell'animo umano, in maniera grottesca, drammatica, dolorosa: sembra quasi un processo di espiazione per ritrovare umanità e compassione. E mi ritrovo a chiedermi “Ma cosa c’era prima di Pennac e della tribù Malaussène?” 10

    Is this helpful?

    Josephina said on Aug 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quando la vita è quello che è, il romanzo ha il dovere di essere quello che vuole.

    E se a dirlo è Pennac stesso allora non c'è che da fidarsi ed affidarsi alla verità profonda contenuta in questa frase. Che ROMANZO, mamma mia quanto mi è piaciuto. Difficile dire tra questo e l'ultimo quale sia il migliore, in quale il genio ha trov ...(continue)

    E se a dirlo è Pennac stesso allora non c'è che da fidarsi ed affidarsi alla verità profonda contenuta in questa frase. Che ROMANZO, mamma mia quanto mi è piaciuto. Difficile dire tra questo e l'ultimo quale sia il migliore, in quale il genio ha trovato l'espressione più felice però una cosa è certa e quando è giusto è giusto: Pennac sa scrivere e l'opera teatrale messa in scena in questo volume è la follia più folle che abbia mai letto. Meraviglioso, fortunato il nuovo venuto, fortunato Signor Malaussene Malaussene, benvenuto nella tribù.

    Is this helpful?

    Sele said on Jun 6, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Pennac e' geniale...devo dire che, per chi non lo conoscesse, puo' essere di difficile frequentazione, ma i libri della saga Malaussene sono...ipnotici.
    Lo stile di scrittura e' qualcosa di davvero particolare, che puo' portare a sviluppare una certa ...(continue)

    Pennac e' geniale...devo dire che, per chi non lo conoscesse, puo' essere di difficile frequentazione, ma i libri della saga Malaussene sono...ipnotici.
    Lo stile di scrittura e' qualcosa di davvero particolare, che puo' portare a sviluppare una certa dipendenza o nostalgia, come e' avvenuto a me con questo libro: non leggevo Pennac da un bel po' e quando ho iniziato a leggere le prime pagine del libro ho nettamente sentito che mi mancava questo stile, la parlata malausseniana...Voli pindarici a parte, il libro e' degno esponente della saga: eventi al limite dell'onirico, in merito ai quali ti chiedi se sta avvenendo quello che stai leggendo o se c'e' un qualche messaggio dietro che ti stai perdendo. E la cosa piu' bella del libro e' che non sai MAI DAVVERO cosa potrebbe accadere due righe piu' in giu'...e questo e' fantastico!
    Consigliatissssssssimo!!!!

    Is this helpful?

    Kleine Lo said on Mar 20, 2014 | 1 feedback

  • 5 people find this helpful

    E' il capitolo più corposo della geniale saga Malaussène iniziata con "Il paradiso degli orchi". Intrighi e rocamboleschi colpi di scena, fantasia, estro ed ironia che, a fine lettura, lasciano il sorriso sulle labbra

    Is this helpful?

    AdrianaT. said on Mar 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    I francesi sanno scrivere come nessun altro, anche tradotti (da un bravo traduttore) mantengono il fascino delle loro parole.
    Pennac è, a ragione, uno dei più grandi autori contemporanei. Letto senza aspettative e senza leggere la quarta di copertin ...(continue)

    I francesi sanno scrivere come nessun altro, anche tradotti (da un bravo traduttore) mantengono il fascino delle loro parole.
    Pennac è, a ragione, uno dei più grandi autori contemporanei. Letto senza aspettative e senza leggere la quarta di copertina, letto per scorpire da zero un autore.
    Pennac ha vinto. Il merito della riuscita è tutta dei personaggi. Benjamin Malaussène, Julie, Jeremy, il commissario Rabdomant...non ce n'è uno sbagliato. Merito a Pennac di parlare attraverso Benjamin e di dire le cose semplici in modo un po' più bello e articolato, ma che colpisce dritto la mente dei sognatori (e non).
    Benjamin e Julie sono una coppia splendida.

    Is this helpful?

    Ponga said on Feb 11, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book