Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Silvia Vegetti Finzi dialoga con le mamme

Di

Editore: Fabbri

3.1
(7)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 383 | Formato: Altri

Isbn-10: 8845108465 | Isbn-13: 9788845108464 | Data di pubblicazione: 

Genere: Education & Teaching , Family, Sex & Relationships , Self Help

Ti piace Silvia Vegetti Finzi dialoga con le mamme?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Tutti i problemi della prima infanzia affrontati in modo sereno e semplice. Un libro tutto domande e risposte: una finestra aperta sul mondo dei bambini e dei genitori. Un mondo ricco e affascinante, ma che troppo spesso rimane chiuso all'interno della famiglia dove la solitudine ingigantisce i problemi e alimenta l'ansia. Le pagine accompagnano lo sviluppo del bambino dalla nascita alla scuola materna, soffermandosi sui passaggi critici e i momenti più significativi. L'avventura straordinaria dei primi anni di vita e la consapevolezza che ogni crisi può essere superata acquisendo fiducia nelle proprie capacità e nelle risorse del proprio bambino.
Ordina per
  • 3

    Silvia Vegetti Finzi ha un bellissimo approccio al tema della maternità, del rapporto coi figli, riesce a spiegare incredibilmente bene alcune dinamiche anche non piacevoli che possono scattare e ...continua

    Silvia Vegetti Finzi ha un bellissimo approccio al tema della maternità, del rapporto coi figli, riesce a spiegare incredibilmente bene alcune dinamiche anche non piacevoli che possono scattare e che rischiano di deteriorarlo. Le riflessioni che propone dunque sono sempre utilissime e preziose anche se questo volume è discontinuo e rischia spesso di scadere, forse inevitabilmente data la sua natura. Nasce infatti dalla rubrica di posta che la psicologa ha tenuto su "Insieme" ed è diviso per temi, dai più importanti (e interessanti da leggere) fino a scendere nei mille rivoli della quotidianità, ma risolta in maniera spiccia e alquanto appiccicaticcia.

    ha scritto il