Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sin City vol. 4 - Quel bastardo giallo

Di

Editore: Play Press

4.5
(361)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000010478 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Comics & Graphic Novels , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Sin City vol. 4 - Quel bastardo giallo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Cosa si può aggiungere che non sia già stato scritto, detto ma anche solo pensato di Miller?
    Cosa si può aggiungere quando ti trovi dialoghi vecchio stile che spillano saggezza fumosa e cinica in due ...continua

    Cosa si può aggiungere che non sia già stato scritto, detto ma anche solo pensato di Miller?
    Cosa si può aggiungere quando ti trovi dialoghi vecchio stile che spillano saggezza fumosa e cinica in due righe e tu te ne rimani lì inebetita?
    Nulla. non si può aggiungere nulla. Sin City è per chi preferisce dialoghi stringati, uomini dalle mani sporche di sangue e dai sentimenti puri: odio/amore, vendetta/perdono, giustizia/potere.
    Adoro quando nelle tavole si usa molto in 'nero assoluto' come lo chiamo io: ti prende allo stomaco e ti da quel senso di disperazione e pathos dal quale tutto può scaturire.
    Adoro Miller

    ha scritto il 

  • 5

    Splendidamente disegnato, semplice ma efficace la storia. Forse l'unica pecca è proprio il "bastardo giallo" perverso freak il cui aspetto disgustoso non vuole dare adito a dubbi su dove alberghi il m ...continua

    Splendidamente disegnato, semplice ma efficace la storia. Forse l'unica pecca è proprio il "bastardo giallo" perverso freak il cui aspetto disgustoso non vuole dare adito a dubbi su dove alberghi il male.

    ha scritto il 

  • 5

    Per quanto li ami tutti e sette, questo è decisamente il volume di Sin City più bello, il mio preferito.
    Hartigan è il poliziotto che tutte vorremmo incontrare, per il quale ogni donna scriverebbe una ...continua

    Per quanto li ami tutti e sette, questo è decisamente il volume di Sin City più bello, il mio preferito.
    Hartigan è il poliziotto che tutte vorremmo incontrare, per il quale ogni donna scriverebbe una lettera a settimana, firmandosi Cordelia.
    Una storia meravigliosa, un finale adeguato.
    Stupendo

    ha scritto il 

  • 5

    "La vita di un vecchio per quella di una bambina. Uno scambio equo."
    Una delle più belle storie di/su Sin City, un hard boiled crudo e senza speranza, fin dalle prime pagine.
    Bellissimo e struggente. ...continua

    "La vita di un vecchio per quella di una bambina. Uno scambio equo."
    Una delle più belle storie di/su Sin City, un hard boiled crudo e senza speranza, fin dalle prime pagine.
    Bellissimo e struggente.

    Un appunto: ma sono il solo che come Hartigan, nel film, avrebbe visto molto meglio Eastwood piuttosto che Willis? Hartigan sembra sia stato cucito addosso al mitico Clint:)

    ha scritto il 

  • 5

    Un romanticismo molto diverso da quello del primo volume. Eppure non so dire le differenze. "an old man dies, a young girl lives. a fair trade."

    "quando si tratta di rassicurare una diciannovenne trau ...continua

    Un romanticismo molto diverso da quello del primo volume. Eppure non so dire le differenze. "an old man dies, a young girl lives. a fair trade."

    "quando si tratta di rassicurare una diciannovenne traumatizzata, sono abile come un paralitico che opera al cervello con una chiave inglese"

    ha scritto il 

  • 5

    Quest'uomo inchioda le parole alle immagini.

    E' l'unica frase di senso compiuto che io riesca a formulare ogni volta che leggo Miller. Un autore che inchioda le parole alle immagini. Si sente il rumore di martello e chiodi, vedendo John Hartigan ...continua

    E' l'unica frase di senso compiuto che io riesca a formulare ogni volta che leggo Miller. Un autore che inchioda le parole alle immagini. Si sente il rumore di martello e chiodi, vedendo John Hartigan avanzare bianco su sfondo nero, mentre pronuncia le parole 'No. Non ora. Lei conta su di te, vecchio.'
    John Hartigan è un poliziotto integerrimo che il giorno prima della pensione incappa in una gran brutta storia. Il figlio del senatore Roark, noto maniaco, ha rapito una ragazzina di 11 anni e sta per violentarla e ucciderla. Hartigan sistema il maniaco e salva la ragazzina, ma così facendo infrange un collaudato sistema di omertà, e finisce in galera accusato di stupro su minore. Ciò che conta è che Nancy, la ragazzina, sa benissimo come siano andate le cose, e giura a John di amarlo e di volergli tenere compagnia. Così, per otto anni, ogni giovedì John riceve una lettera da una misteriosa 'Cordelia', finché misteriosamente la corrispondenza si interrompe. Certo che sia accaduto qualcosa a Nancy, John sottoscrive la confessione che aveva sempre rifiutato di firmare, ed esce dal carcere per salvare - un'altra volta - la figlia che non ha mai avuto. Ma Nancy ha ormai 19 anni, e il suo affetto per John è tutt'altro che filiale...

    John Hartigan non è il mio personaggio preferito all'interno della serie di Sin City, ma ha un indubbio spessore. Sembra uscito dai western di una volta, è uno degli inflessibili pistoleri dal grilletto facile e l'animo pulito, uno di quelli che scampano alla forca e impallinano tutti gli ufficiali corrotti. E' il giustiziere solitario che dice al proprio cuore malandato di aspettare ancora un attimo prima di cedere. C'è una fanciulla da salvare, e un vecchio conto da saldare. C'è Sin City, con i suoi intrighi e le sue leggi non scritte. E c'è la forza incrollabile dell'eroe integerrimo ed incazzato. Coraggio John Hartigan, inchioda le tue ultime battute alle immagini.

    ha scritto il 

  • 5

    Un hard boiled che non ha niente da invidiare al buon vecchio Chandler.
    Hartigan più vecchio e rabbioso di Marlowe ne ruba però lo scenario così perfettamente descritto e disegnato da Frank Miller.
    Un ...continua

    Un hard boiled che non ha niente da invidiare al buon vecchio Chandler.
    Hartigan più vecchio e rabbioso di Marlowe ne ruba però lo scenario così perfettamente descritto e disegnato da Frank Miller.
    Un altro fulgido esempio di graphic novel che ci dimostra in tutta la sua aggressività che i fumetti sanno essere roba seria proprio come Moccia ci ricorda d'altro canto che i romanzi a volte possono non esserlo.

    ha scritto il 

  • 4

    Hartigan. Chi ha un altare agli eroi, dovrebbe aggiungere l'immaginetta del detective Hartigan. In ginocchio come per un seppuku, nell'estrema citazione dei guerrieri con un codice. Perchè Hartigan è ...continua

    Hartigan. Chi ha un altare agli eroi, dovrebbe aggiungere l'immaginetta del detective Hartigan. In ginocchio come per un seppuku, nell'estrema citazione dei guerrieri con un codice. Perchè Hartigan è uno sbirro, un samurai, che rispetta quel codice a cui ha giurato fedeltà.
    Il Giallo. Deforme come la sua morale. Deforme come le sue perversioni. Lo si odia dal primo istante, e lo si teme.
    Catarsi. Ma il mondo non è puro, e per salvarsi abbisogna sacrifici. L'unica via è la violenza? Forse no, forse è l'amore. E l'amore è un sacrificio.
    Un grandissimo noir. Chandlerianissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Adoro Miller... Adoro il suo disegno e le sue storie, quindi il mio giudizio non può essere che di parte. Il mio giudizio? I 7 volumi che compongono il ciclo di "Sin City" sono splendidi, da avere, da ...continua

    Adoro Miller... Adoro il suo disegno e le sue storie, quindi il mio giudizio non può essere che di parte. Il mio giudizio? I 7 volumi che compongono il ciclo di "Sin City" sono splendidi, da avere, da comprare e poi leggere e rileggere.

    ha scritto il