Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sin City vol. 4 - Quel bastardo giallo

Di

Editore: Play Press

4.5
(301)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000010478 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Comics & Graphic Novels , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Sin City vol. 4 - Quel bastardo giallo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Cosa si può aggiungere che non sia già stato scritto, detto ma anche solo pensato di Miller?
    Cosa si può aggiungere quando ti trovi dialoghi vecchio stile che spillano saggezza fumosa e cinica in due righe e tu te ne rimani lì inebetita?
    Nulla. non si può aggiungere nulla. Sin City è ...continua

    Cosa si può aggiungere che non sia già stato scritto, detto ma anche solo pensato di Miller?
    Cosa si può aggiungere quando ti trovi dialoghi vecchio stile che spillano saggezza fumosa e cinica in due righe e tu te ne rimani lì inebetita?
    Nulla. non si può aggiungere nulla. Sin City è per chi preferisce dialoghi stringati, uomini dalle mani sporche di sangue e dai sentimenti puri: odio/amore, vendetta/perdono, giustizia/potere.
    Adoro quando nelle tavole si usa molto in 'nero assoluto' come lo chiamo io: ti prende allo stomaco e ti da quel senso di disperazione e pathos dal quale tutto può scaturire.
    Adoro Miller

    ha scritto il 

  • 5

    Splendidamente disegnato, semplice ma efficace la storia. Forse l'unica pecca è proprio il "bastardo giallo" perverso freak il cui aspetto disgustoso non vuole dare adito a dubbi su dove alberghi il male.

    ha scritto il 

  • 5

    Per quanto li ami tutti e sette, questo è decisamente il volume di Sin City più bello, il mio preferito.
    Hartigan è il poliziotto che tutte vorremmo incontrare, per il quale ogni donna scriverebbe una lettera a settimana, firmandosi Cordelia.
    Una storia meravigliosa, un finale adeguat ...continua

    Per quanto li ami tutti e sette, questo è decisamente il volume di Sin City più bello, il mio preferito.
    Hartigan è il poliziotto che tutte vorremmo incontrare, per il quale ogni donna scriverebbe una lettera a settimana, firmandosi Cordelia.
    Una storia meravigliosa, un finale adeguato.
    Stupendo

    ha scritto il 

  • 5

    "La vita di un vecchio per quella di una bambina. Uno scambio equo."
    Una delle più belle storie di/su Sin City, un hard boiled crudo e senza speranza, fin dalle prime pagine.
    Bellissimo e struggente.

    Un appunto: ma sono il solo che come Hartigan, nel film, avrebbe visto molto m ...continua

    "La vita di un vecchio per quella di una bambina. Uno scambio equo."
    Una delle più belle storie di/su Sin City, un hard boiled crudo e senza speranza, fin dalle prime pagine.
    Bellissimo e struggente.

    Un appunto: ma sono il solo che come Hartigan, nel film, avrebbe visto molto meglio Eastwood piuttosto che Willis? Hartigan sembra sia stato cucito addosso al mitico Clint:)

    ha scritto il 

  • 5

    Un romanticismo molto diverso da quello del primo volume. Eppure non so dire le differenze. "an old man dies, a young girl lives. a fair trade."


    "quando si tratta di rassicurare una diciannovenne traumatizzata, sono abile come un paralitico che opera al cervello con una chiave inglese" ...continua

    Un romanticismo molto diverso da quello del primo volume. Eppure non so dire le differenze. "an old man dies, a young girl lives. a fair trade."

    "quando si tratta di rassicurare una diciannovenne traumatizzata, sono abile come un paralitico che opera al cervello con una chiave inglese"

    ha scritto il 

  • 4

    Hartigan. Chi ha un altare agli eroi, dovrebbe aggiungere l'immaginetta del detective Hartigan. In ginocchio come per un seppuku, nell'estrema citazione dei guerrieri con un codice. Perchè Hartigan è uno sbirro, un samurai, che rispetta quel codice a cui ha giurato fedeltà.
    Il Giallo. Deform ...continua

    Hartigan. Chi ha un altare agli eroi, dovrebbe aggiungere l'immaginetta del detective Hartigan. In ginocchio come per un seppuku, nell'estrema citazione dei guerrieri con un codice. Perchè Hartigan è uno sbirro, un samurai, che rispetta quel codice a cui ha giurato fedeltà.
    Il Giallo. Deforme come la sua morale. Deforme come le sue perversioni. Lo si odia dal primo istante, e lo si teme.
    Catarsi. Ma il mondo non è puro, e per salvarsi abbisogna sacrifici. L'unica via è la violenza? Forse no, forse è l'amore. E l'amore è un sacrificio.
    Un grandissimo noir. Chandlerianissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Adoro Miller... Adoro il suo disegno e le sue storie, quindi il mio giudizio non può essere che di parte. Il mio giudizio? I 7 volumi che compongono il ciclo di "Sin City" sono splendidi, da avere, da comprare e poi leggere e rileggere.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Anch'io

    come tutti i parvenu l'ho preso in mano dopo aver visto il film (non ero un fan di Miller, anche se in realtà la graphic novel che apprezzai di più da ggiovane fu Havok & Wolverine di Miller e Sienkiewicz), e come tutti ne sono rimasto folgorato. Ci si può affezionare ai dettagli (presenti nel pr ...continua

    come tutti i parvenu l'ho preso in mano dopo aver visto il film (non ero un fan di Miller, anche se in realtà la graphic novel che apprezzai di più da ggiovane fu Havok & Wolverine di Miller e Sienkiewicz), e come tutti ne sono rimasto folgorato. Ci si può affezionare ai dettagli (presenti nel primo ma un po' in tutti i volumi), io personalmente sono morto dopo aver girato la pagina e aver visto QUELLA aggiunta di colore...

    ha scritto il