Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sinistrati

Storia sentimentale di una catastrofe politica

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Oscar piccola biblioteca)

3.8
(128)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 208 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804592834 | Isbn-13: 9788804592839 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Political

Ti piace Sinistrati?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Spaesato, ironico, colto osservatore

    Anni fa il Milan dopo 45’ vinceva 3-0 la finale di Champions; nel secondo tempo il Liverpool rimontò e vinse ai rigori. Il giorno dopo Paolo Cavallone su R101 (anche lui milanista) riuscì cmnq a farci ridere tutti. Berselli fa la stessa cosa dopo la bastonata delle elez2008. Poi spazia dal ’70 al ...continua

    Anni fa il Milan dopo 45’ vinceva 3-0 la finale di Champions; nel secondo tempo il Liverpool rimontò e vinse ai rigori. Il giorno dopo Paolo Cavallone su R101 (anche lui milanista) riuscì cmnq a farci ridere tutti. Berselli fa la stessa cosa dopo la bastonata delle elez2008. Poi spazia dal ’70 al futuro, con ironia sempre di buon livello, colta, mai sguaiata o banale, in un giusto equilibrio tra italianità e cultura alla W.Allen, con un linguaggio moderatamente ricercato. Libro estivo, buono per pensare a qualcosa ma senza troppo impegno.

    Diventa pesante tra pag 40 e 77 (si concentra sulla storia da Togliatti al ’90), ma si riprende poi facilmente: l’autore dà il meglio nell’analisi sociopolitica da Berlusconi in poi e nel processo di metamorfosi del PCI nell’attuale PD.
    Difetto: troppo morbido verso la Chiesa e verso i Sindacati; entrambi citati, ma passano indenni in confronto a partiti e personaggi.
    Pregio: critica sociale e sarcasmo politico (per motivi diversi) equamente distribuiti tra dx e sx.

    Molto ironico ma serissimo il blocco conclusivo composto dai Cap. 21-25, con critica non solo sociale sugli eventi accaduti, ma anche prospettica. In particolare spiccano: la descrizione del processo a valanga dal reaganismo alla crisi dei mutui subprime, la critica ai giovani adagiati sulla loro condizione, il blocco della mobilità sociale italiana.

    ha scritto il 

  • 4

    una spietata analisi della sinistra italiana da parte di un compianto editorialista di "Repubblica" e "Espresso", sulla falsariga del motto "I Care, We Can, They Win"

    ha scritto il 

  • 4

    Meglio di Post Italiani sulla scia dei disastri delle mille sinistre che si sono susseguite dalla prima repubblica al Pd ai tempi di Veltroni. Un sempre verde per un grande come Berselli.

    ha scritto il 

  • 4

    Interessante e divertente storia della sinistra italiana

    Ho letto questo libro in poche ore, facendomi delle gran risate ed imparando molto sulla storia della sinistra italiana.
    Il racconto del vecchio Montanelli ospite della Festa dell'Unità di Modena a metà degli anni '90 ascoltato in quanto antiberlusconiano da una marea di vecchi comunisti co ...continua

    Ho letto questo libro in poche ore, facendomi delle gran risate ed imparando molto sulla storia della sinistra italiana.
    Il racconto del vecchio Montanelli ospite della Festa dell'Unità di Modena a metà degli anni '90 ascoltato in quanto antiberlusconiano da una marea di vecchi comunisti convertiti da poco per decreto alla socialdemocrazia con Pansa che urlava loro dal palco "Avete voluto la destra?!" e loro che si guardavano l'uno l'altro chiedendosi "Ma chi noi, abbiamo voluto la destra?" mi ha fatto ridere fino alle lacrime.

    ha scritto il 

  • 4

    "Noi sinistronzi"

    Premesso che devo indirettamente a quest'uomo i miei 5 minuti di massima notorietà davanti a 10000 persone e già questo vale un'infinità di stelline, credo che non ci sia una virgola in tutto il libro su cui io non sia d'accordo.
    Ti rimette al mondo leggere un comune sentire di italiani nor ...continua

    Premesso che devo indirettamente a quest'uomo i miei 5 minuti di massima notorietà davanti a 10000 persone e già questo vale un'infinità di stelline, credo che non ci sia una virgola in tutto il libro su cui io non sia d'accordo.
    Ti rimette al mondo leggere un comune sentire di italiani normali e brava gente.Senza urlare.
    Lo trovo assolutamente più profondo e godibile del commercialissimo, seppur rispettabile, Severgnini.
    Scriverò una banalita ma queste parole sono troppo vive per accettare che Edmondo Berselli se ne sia già andato.
    Credo valga la pena di spararne una citazione a proposito della crisi economica che continuiamo a vivere. " Il risultato è che i poveri si sono impoveriti, mentre i ricchi hanno avvertito di nuovo un lunghissimo brivido nella schiena".

    Colonna sonora: Ivano Fossati - La canzone popolare
    drink: lambrusco graspa rossa

    ha scritto il 

  • 5

    Scenari impietosi per questa storia sentimentale di una catastrofe politica, con la lucidità e l'ironia di Edmondo Berselli (che ci manca!):dovrebbe essere un testo obbligatorio per chi si ritiene di sinistra. Fa riflettere e da spunti utili ai "sinistrati" italiani che non vogliono gettare la sp ...continua

    Scenari impietosi per questa storia sentimentale di una catastrofe politica, con la lucidità e l'ironia di Edmondo Berselli (che ci manca!):dovrebbe essere un testo obbligatorio per chi si ritiene di sinistra. Fa riflettere e da spunti utili ai "sinistrati" italiani che non vogliono gettare la spugna!: "Sinistri si nasce. E anch'io, modestamente, lo nacqui"

    ha scritto il