Sinsajo

Los juegos del hambre, 3

By

Publisher: Molino

3.9
(10454)

Language: Español | Number of Pages: 424 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Catalan , English , Chi traditional , Chi simplified , Dutch , German , French , Portuguese , Finnish , Swedish , Danish , Czech , Italian , Polish , Russian , Indonesian

Isbn-13: 9788427200388 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Pilar Ramírez Tello

Also available as: Others , Hardcover , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Sinsajo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Katniss Everdeen, ha sobrevivido de nuevo a LOS JUEGOS, aunque no queda nada de su hogar. Gale ha escapado. Su familia está a salvo. El Capitolio ha capturado a Peeta. El Distrito 13 existe de verdad. Hay rebeldes. Hay nuevos líderes. Están en plena revolución. El plan de rescate para sacar a Katniss de la arena del cruel e inquietante Vasallaje delos Veinticinco no fue casual, como tampoco lo fue que llevara tiempo formando parte de la revolución sin saberlo.El Distrito 13 ha surgido de entre las sombras y quiere acabar con el Capitolio. Al parecer, todos han tenido algo que ver en el meticuloso plan..., todos menos Katniss.

El Distrito 13 ha surgido de entre las sombras y quiere acabar con el Capitolio. Al parecer, todos han tenido algo que ver en el meticuloso plan..., todos menos Katniss.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Questo capitolo conclusivo non è iniziato nel migliore dei modi, nel senso che essendo abituati alla molta azione dei libri precedenti ritrovarsi in un libro molto basato sulla psicologia dei personag ...continue

    Questo capitolo conclusivo non è iniziato nel migliore dei modi, nel senso che essendo abituati alla molta azione dei libri precedenti ritrovarsi in un libro molto basato sulla psicologia dei personaggi, delle strategie di guerra, della storia stessa è un po' disorientante.
    Ma alla fine non si può che apprezzarlo e non solo per lo stile e il coinvolgimento di cui è bravissima la Collins.
    Pur essendo un urban fantasy è molto realistico nelle emozioni, nella crudezza e nella miseria in cui può ritrovarsi l'animo umano. L'apparenza che domina le azioni dei potenti, il potere delle telecomunicazioni sulla gente. Vero o falso? Che importa, il fine giustifica i mezzi.
    Una tematica molto attuale.

    Il lieto fine?
    Bhe di questo non posso non parlare senza commettere spoiler.
    In realtà non è come ce lo si aspetta o forse è troppo reale.
    Katniss ha un uomo che la ama e che ama, ha una famiglia. Ma tutto questo è sporcato, inquinato dal dolore delle esperienze precedenti, delle tante persone morte. Gli incubi, la paura della perdita, l'insicurezza.
    Quindi non so se definirlo un lieto fine. Forse lo è perchè non esiste la felicità senza la tristezza, la gioia senza la sofferenza.
    Resta il fatto che è un lieto fine impregnato di dolore e lascia delle cicatrici dentro.

    said on 

  • 3

    E il finale?

    Devo dire che il finale mi ha abbastanza delusa. Katniss in questo libro l'ho trovata irritante, impulsiva, incostante, uno dei personaggi più fastidiosi probabilmente.
    Finalmente riesce ad entrare a ...continue

    Devo dire che il finale mi ha abbastanza delusa. Katniss in questo libro l'ho trovata irritante, impulsiva, incostante, uno dei personaggi più fastidiosi probabilmente.
    Finalmente riesce ad entrare a Capitol City, ad essere a un passo da uccidere Snow, quando tutto finisce lì, su due piedi, senza toglierci la soddisfazione di un colpo di grazia.
    Mi aspettavo molto di più dal finale, i primi due libri sono spettacolari! Peccato.

    said on 

  • 3

    Sinsajo es la forma en la que la autora ha terminado de darle la patada a la trilogía y romperla definitivamente, para desesperación del lector.

    Y sin embargo, como en las entregas anteriores, no pued ...continue

    Sinsajo es la forma en la que la autora ha terminado de darle la patada a la trilogía y romperla definitivamente, para desesperación del lector.

    Y sin embargo, como en las entregas anteriores, no puedo tener un mal concepto de Suzanne Collins. Su estilo de escritura, tan concreto, rudo y, a veces, brutal, es admirable y está muy bien elaborado. No solo no se corta al describir escenas difíciles, dolorosas o crueles, si no que lo hace con gran maestría, en detalle pero sin recrearse en el sensacionalismo pueril de otras novelas similares.

    Sin embargo el principal escollo es la historia. En esta última parte la protagonista, Katniss, ha perdido toda la fuerza de las dos novelas anteriores. Ha pasado a ser demasiado inestable, emocional e irracional. Más que el símbolo de una rebelión parece que está viviendo una niñez tardía. Y tanta explicación emocional hace que el principio y el final sean exageradamente largos y casi carentes de cualquier interés. Está más que claro que le sobran páginas y tarda mucho en enganchar al lector, si es que termina de hacerlo.

    A diferencia de "Los juegos del hambre" y "En llamas", la historia casi no tiene elementos de acción y, la intriga y suspense se han eliminado de la ecuación. Lo que nos deja una trama insípida, en la que solo unas 100 páginas tienen el atractivo suficiente para mantener al lector. Y luego está el final. Tengo que confesar que es lo único que me ha sorprendido por completo, ya que me esperaba un trágico final completo. Sin embargo la conclusión del libro es la típica bobada feliz y optimista que no casa con el tono general de la novela.

    Definitivamente, y a pesar de esta última entrega, recomiendo la trilogía por ser una original distopía escrita para jóvenes y por su gran contenido anti-belicista que te hace reflexionar de forma activa mientras lo lees.

    said on 

  • 0

    decisamente il più bello di tutti e tre i libri. iniziarlo significa volerlo finire il prima possibile, anche se sai già cosa accadrà. molto più straziante del film gli ultimi capitoli dopo la morte d ...continue

    decisamente il più bello di tutti e tre i libri. iniziarlo significa volerlo finire il prima possibile, anche se sai già cosa accadrà. molto più straziante del film gli ultimi capitoli dopo la morte di Prim, molto più realistici!

    said on 

  • 4

    Episodio finale della saga.
    Non all'altezza dei primi due; l'ho trovato un pochino lento e meno appassionante.
    Finale che mi ricorda molto quello di Harry Potter.

    said on 

  • 4

    Conoscevo la storia, poichè avevo visto il film e in pratica i libri della Collins sono la sceneggiatura delle stesse pellicole, ma ho apprezzato quei punti in più che parlavano dei suoi preparatori o ...continue

    Conoscevo la storia, poichè avevo visto il film e in pratica i libri della Collins sono la sceneggiatura delle stesse pellicole, ma ho apprezzato quei punti in più che parlavano dei suoi preparatori o della storia di Haymitch (perchè diavolo non l'hanno inserita nel film??? Assurdo!). Ho odiato invece il finale smielato, anche se, differentemente dal film, nel libro è palese che in lei qualcosa è cambiato, che si è rovinato per sempre, c'è una nota più amara, che nella pellicola invece è completamente assente.

    said on 

  • 1

    Peccato

    Il primo libro mi era piaciuto molto, letto in un solo giorno. Il continuo della saga mi ha invece molto deluso. Mi è sembrato il frutto di una scelta commerciale per tirare su soldi e niente di più. ...continue

    Il primo libro mi era piaciuto molto, letto in un solo giorno. Il continuo della saga mi ha invece molto deluso. Mi è sembrato il frutto di una scelta commerciale per tirare su soldi e niente di più.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Una trilogia perfetta

    Che dire, una trilogia praticamente perfetta! È il terzo capitolo ed è un capolavoro, la conclusione perfetta. A differenza dei primi due capitali stavolta l'azione non si svolge nell'arena, ma nel co ...continue

    Che dire, una trilogia praticamente perfetta! È il terzo capitolo ed è un capolavoro, la conclusione perfetta. A differenza dei primi due capitali stavolta l'azione non si svolge nell'arena, ma nel contesto della guerra, ancora peggio quindi! Katniss domina ancora la scena, favorita qui anche dalla parziale uscita di scena di Peeta, senza dubbio il miglior personaggio della trilogia. La guerra è raccontata sia nelle sue parti più crude, bombardamenti e uccisioni, sia nelle sue parti più assurde, trame e show. Ma quello che colpisce di più è la forza della ghiandaia imitatrice, la sua capacità involontaria di guidare un'intera nazione alla ribellione, di rappresentare anni e anni di ingiustizie e sofferenze e di far scoppiare l'incendio che divorerà la tirannia e restituirà la democrazia. Il fuoco brucia la rosa, ma non solo! Magistrale il finale in cui Katniss uccide la Coin, peccato solo che debba passare il resto dell'anonimato. Ma forse è giusto così, Katniss ha sempre odiato le telecamere, la notorietà, una vita in dispare con Peeta e due bambini è sicuramente il futuro migliore per lei. Trilogia bellissima, da leggere tutta in un fiato!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Quello che mi è piaciuto di meno.

    I tre libri della saga per me sono stati un'escalation verso il basso: il primo, bellissimo, il secondo buono ma con un brutto finale e il terzo, beh... così così.
    Il fattore che mi ha spinto a legger ...continue

    I tre libri della saga per me sono stati un'escalation verso il basso: il primo, bellissimo, il secondo buono ma con un brutto finale e il terzo, beh... così così.
    Il fattore che mi ha spinto a leggere la saga (la sopravvivenza in un'arena) viene meno, sostituito da una guerra poco realistica, fatta a colpi di spot televisivi.
    Deludente come trama, considerato ciò che si era letto nei precedenti libri.
    Volendo accettarla però, risulta comunque difficile leggere - ancora una volta - un finale approssimativo, in cui la sorella di Katniss muore in qualche riga, non uccide lei stessa il Presidente Snow, Peeta sta benissimo e Gale esce di scena.
    Tra i possibili finali, questo non era la scelta migliore a mio parere.
    Anche quì troviamo quella fretta di concludere, a quanto pare tipica della Collins.
    Però comunque apprezzo la saga nella sua interezza, ha risvegliato la mia fame di lettura compulsiva come non succedeva da tempo.

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by