Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Slam

By

Editeur: 10 X 18

3.4
(4028)

Language:Français | Number of pages: | Format: Others | En langues différentes: (langues différentes) English , Italian , Portuguese , Chi traditional , Spanish , Catalan , German , Slovenian , Greek

Isbn-10: 2264048883 | Isbn-13: 9782264048882 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Aimez-vous Slam ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • *** Ce commentaire dévoile des détails importants de l\'intrigue ! ***

    2

    Non avrei mai pensato di dare 2 stelle ad un libro di Hornby, da anni il mio scrittore preferito. Probabilmente è colpa delle aspettative troppo elevate, se fosse stato un altro forse ne avrei date 3.
    L'idea è abbastanza originale, non molti romanzi trattano delle gravidanze adolescenziali; ...continuer

    Non avrei mai pensato di dare 2 stelle ad un libro di Hornby, da anni il mio scrittore preferito. Probabilmente è colpa delle aspettative troppo elevate, se fosse stato un altro forse ne avrei date 3.
    L'idea è abbastanza originale, non molti romanzi trattano delle gravidanze adolescenziali; anche il tema "filosofico" del tempo e del futuro é interessante ( in sintesi, la morale é che anche se potessimo sapere in anticipo quello che ci succederà tra qualche anno, non servirebbe a niente perché non avremmo vissuto le esperienze e provato le emozioni che hanno portato a quel momento).
    Nonostante questo, il libro mi ha deluso. L'ho trovato troppo "hornbiano", con il protagonista che continua a "cadere dalle nuvole": in piccole dosi è divertente, stavolta però é un po'esasperato.

    dit le 

  • 3

    Dopo due libri di Nick Hornby credo di poter dire quasi con certezza che i suoi protagonisti maschili mi irritano come pochi personaggi della letteratura. Il terzo confermerà la regola, me lo sento, e so già che prima o poi ne leggerò un terzo, perché nonostante io desideri strangolare questi ine ...continuer

    Dopo due libri di Nick Hornby credo di poter dire quasi con certezza che i suoi protagonisti maschili mi irritano come pochi personaggi della letteratura. Il terzo confermerà la regola, me lo sento, e so già che prima o poi ne leggerò un terzo, perché nonostante io desideri strangolare questi inetti omuncoli per tutta la durata del racconto, i suoi romanzi sono carini, simpatici e leggeri.
    Quello che a questo punto però non posso fare a meno di chiedermi è come mai Hornby rappresenti sempre i "suoi" uomini come degli imbecilli immaturi e fuori dal mondo.
    In questo caso il protagonista è più giustificabile di quello di "Tutta un'altra musica", perché in "Tutto per una ragazza", Sam ha solo 15 anni ed è quindi comprensibile (in teoria) che sia più scemo di un adulto, ma a volte mi sembrava troppo anche per un quindicenne. Ma tutti i nostri amici, fratelli, ecc, ecc a 15 anni erano così dementi? No, perché io non mi ricordo di essere mai stata, neanche a 6 anni, così stordita.

    In ogni caso, ottimo libro da far leggere al proprio figlio/a adolescente per fargli passare qualsiasi strana idea di fare sesso a quell'età.

    dit le 

  • 3

    Come direbbe un mio caro amico...

    ... particolarmente ferrato sulle politiche di genere: "è un libro da femmine".
    Cioè insomma, scritto in modo ironico, un po' ruffiano, storia dolceamara ecc. ecc.
    Oh, io una cosa del genere non la direi mai, ma era giusto per rendere l'idea.

    Hornby fa bene il suo mestiere, sot ...continuer

    ... particolarmente ferrato sulle politiche di genere: "è un libro da femmine".
    Cioè insomma, scritto in modo ironico, un po' ruffiano, storia dolceamara ecc. ecc.
    Oh, io una cosa del genere non la direi mai, ma era giusto per rendere l'idea.

    Hornby fa bene il suo mestiere, sotto l'ombrellone si legge via liscio, ma come dire, che non è che smuova le budella o regali particolari epifanie. In altri termini: "carino".

    dit le 

  • 4

    Nick Hornby lo adoro! Ha un modo di scrivere che mi attrae sempre, un'ironia nell'affrontare anche una storia tutt'altro che semplice.
    Il libro mi è piaciuto molto, ma mi ripeto, anche se la storia non è male, è il modo di raccontarla che mi ha rapito.

    dit le 

  • 2

    Che pena! Scrivere in linguaggio giovanile è un conto, ma qui pare che la penna fosse tra la mani di un dodicenne! E un po' di spessore alla storia non avrebbe guastato, anche se non posso essere sicura che alla fine non migliori perché mi son fermata al capitolo sette, stomacata dalle continue ...continuer

    Che pena! Scrivere in linguaggio giovanile è un conto, ma qui pare che la penna fosse tra la mani di un dodicenne! E un po' di spessore alla storia non avrebbe guastato, anche se non posso essere sicura che alla fine non migliori perché mi son fermata al capitolo sette, stomacata dalle continue ripetizioni, dalle frasi contorte senza uno scopo e dal piattume delle caratterizzazioni. Hornby con questo libro sei diventato una grande delusione... colpa mia che l'ho letto dopo Conroy?

    dit le 

  • 5

    "Some people believe you have to live your life over and over again, like a level on a computer game, until you get it right."

    Sam è un giovane adulto, un adolescente skater con i problemi e i sogni della sua età, che si consulta con il poster del suo idolo, ma che nello sviluppo del romanzo si rivela più maturo degli adulti. Non è facile affrontare il tema della maternità adolescenziale con il giusto misto di innocenza, ...continuer

    Sam è un giovane adulto, un adolescente skater con i problemi e i sogni della sua età, che si consulta con il poster del suo idolo, ma che nello sviluppo del romanzo si rivela più maturo degli adulti. Non è facile affrontare il tema della maternità adolescenziale con il giusto misto di innocenza, inconsapevolezza e irriverenza ai fatti importanti della vita che hanno i ragazzi: Hornby ci riesce egregiamente.
    Vale sempre la pena leggere un suo libro per il sarcasmo costante, la scorrevolezza del testo, la realtà dei personaggi che ritrae.

    dit le 

  • 4

    Un buon libro

    Hornby riesce a trattare un tema delicato, quello del diventare genitori nell'adolescenza, con la giusta dose di leggerezza ed ironia, in grado di far riflettere senza essere pedante. Qui il mio parere
    http://www.youtube.com/watch?v=dSD_7ER46e8

    dit le 

  • 3

    Che dire riguardo a quest’ultima mia lettura?


    Beh, intanto che i bei tempi di Alta fedeltà, Un ragazzo e Febbre a 90′ sono abbastanza lontani.


    Potrebbe anche trattarsi del classico punto di vista per il quale le prime opere, siano esse libri, dischi o quant’altr ...continuer

    Che dire riguardo a quest’ultima mia lettura?

    Beh, intanto che i bei tempi di Alta fedeltà, Un ragazzo e Febbre a 90′ sono abbastanza lontani.

    Potrebbe anche trattarsi del classico punto di vista per il quale le prime opere, siano esse libri, dischi o quant’altro, rimangono sempre lì come termine di paragone spesso inarrivabili, non lo nego.

    Anche il più recente Come diventare buoni non era male nella sua tragicomica ironia.

    E però sufficiente mettere da parte i confronti e spesso le cose cambiano passando dalle aspettative a quanto invece si è ricevuto.

    Nel caso di Tutto per una ragazza si può dire che Nick Hornby abbia tirato fuori una storia onesta, senza infamia e senza lode, che certamente non rimarrà negli annali, ma che in fin dei conti si può anche leggere senza troppo criticare.

    Una sana e onesta prova di letteratura da intrattenimento che per quelle quattro o cinque ore si può tranquillamente affrontare: una delle tante commedie che si trovano al cinema ogni settimana.

    Nick Hornby in questo suo modo di scrivere assomiglia un po’ al David Trueba di Quattro amici e Aperto tutta la notte (a mio avviso meglio il secondo del primo).

    Sostanzialmente è più un problema del lettore, nel senso che se si legge poco o niente, allora questo libro potrà avere un buon gradimento; se si legge davvero molto allora lo si potrà incasellare tra le letture “leggere”; se invece si leggono sette, otto, dieci libri all’anno allora forse potrebbe anche essere deludente in quanto per quello che è il tempo dedicato non si riceve abbastanza soddisfazione.

    Tempo di lettura: 4h 49m

    http://ferdori.wordpress.com

    dit le 

  • 2

    La scrittura di Hornby è sempre scorrevole e molto piacevole da leggere, ma questo non è bastato a farmi apprezzare "Tutto per una ragazza" (oltretutto il titolo in italiano è stato scelto proprio male, dato che non c'entra nulla con il romanzo).
    Ho trovato questo libro molto ingenuo e perf ...continuer

    La scrittura di Hornby è sempre scorrevole e molto piacevole da leggere, ma questo non è bastato a farmi apprezzare "Tutto per una ragazza" (oltretutto il titolo in italiano è stato scelto proprio male, dato che non c'entra nulla con il romanzo).
    Ho trovato questo libro molto ingenuo e perfino fastidioso, in particolare per quanto riguarda il protagonista (nonché voce narrante), Sam.
    Sam lascia che i fatti gli scivolino addosso, non si cura di quello che gli accade, non si prende le proprie responsabilità di nulla, sembra non provare nemmeno sentimenti (che non sia momentanei fastidio o paura), alla fine ne risulta un personaggio paradossale e davvero poco realistico.
    L'argomento trattato è molto delicato. Io capisco che questo sia un romanzo per ragazzi e Nick Hornby vuole evitare le tragedie, ma proprio per questo dovrebbe avere una morale, deve esserci una presa di coscienza e una crescita, e qui non accade, se non nelle ultimissime pagine.

    dit le 

Sorting by