Smettila di fare i capricci

Di ,

Editore: Mondadori

3.8
(13)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 244 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8804655275 | Isbn-13: 9788804655275 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Bambini , Educazione & Insegnamento

Ti piace Smettila di fare i capricci?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"Sui capricci sono state elaborate diverse teorie e supposizioni, peccato che nessuna di queste ne abbia mai preso in considerazione la vera causa scatenante. Ecco perché tutto quello che hai provato fino a oggi non ha portato miglioramenti nella relazione con tuo figlio." Diffondendo il metodo della "crescita secondo natura", che rispetta i bambini e semplifica di gran lunga la vita dei genitori, Roberta Cavallo e Antonio Panarese hanno già conquistato 50.000 famiglie, che hanno scelto i loro libri e affollato i loro eventi in tutta Italia. Con questo nuovo libro affrontano il demone più difficile e incomprensibile di ogni mamma e papà: i capricci dei figli. "Forse riterrai che alcuni nostri consigli siano assurdi, inefficaci, contro ogni regola e a svantaggio di una buona educazione. Di certo non siamo qui per costringerti a pensarla diversamente, ma possiamo garantirti che ogni suggerimento che leggerai è supportato dalla nostra personale esperienza e dalla pratica quotidiana. Ogni volta che abbiamo dovuto risolvere le difficoltà legate a un bambino, l'unica strada veloce, sicura ed efficace era quella che si avvicinava alla sua natura, che prendeva in considerazione le sue esigenze. Non ha mai fallito, ed è quella che stai per scoprire."
Ordina per
  • 0

    Più che un manuale contro i capricci, un metodo educativo.
    Lo condivido solo in parte; provando ad applicare alcuni consigli ho riscontrato un buon successo, altri invece sono stati più deleteri che a ...continua

    Più che un manuale contro i capricci, un metodo educativo.
    Lo condivido solo in parte; provando ad applicare alcuni consigli ho riscontrato un buon successo, altri invece sono stati più deleteri che altro.

    L'idea che mi sono fatto è che possa essere particolarmente utile con bambini che hanno subito particolari carenze affettive (a questi casi fanno riferimento quasi tutti gli esempi portati nel libro) ma con il bambino medio della società occidentale non lo si possa applicare alla lettera.

    Nel complesso comunque mi ha dato alcuni spunti di riflessione che credo mi hanno migliorato come genitore.

    ha scritto il 

  • 3

    Om calma pazienza e neutralità om
    Forse ne ho guadagnato più io che mio figlio, affronto i momenti di crisi con maggior serenità cercando di capirne i motivi e non minimizzando i suoi sentimenti.
    Un b ...continua

    Om calma pazienza e neutralità om
    Forse ne ho guadagnato più io che mio figlio, affronto i momenti di crisi con maggior serenità cercando di capirne i motivi e non minimizzando i suoi sentimenti.
    Un buon punto di partenza.

    ha scritto il 

  • 4

    Non condivido al 100% tutti i punti e gli approcci, ma trovo che sia una lettura istruttiva è interessante, oltre che (aspetto tutt'altro che trascurabile) ricco di spunti di riflessione.
    Ho iniziato ...continua

    Non condivido al 100% tutti i punti e gli approcci, ma trovo che sia una lettura istruttiva è interessante, oltre che (aspetto tutt'altro che trascurabile) ricco di spunti di riflessione.
    Ho iniziato a "sperimentare" questo approccio empirico con i miei bimbi e di certo ne guadagna almeno l'atmosfera casalinga. Sui risultati ne lungo periodo non posso ancora dare giudizio.
    Di certo, utilissimo ricordare a tutti che anche i bambini, persino i più piccini, sono individui con pensieri, sentimenti e gusti propri. Troppo spesso si trattano come piccoli robot o come argilla da voler plasmare a proprio piacimento.

    ha scritto il 

  • 3

    E' un po' troppo ripetitivo su alcuni concetti e non sono completamente d'accordo su alcune valutazioni fatte sui bambini (per esempio che un bimbo di 2 anni non è in grado di sapere cosa desidera o s ...continua

    E' un po' troppo ripetitivo su alcuni concetti e non sono completamente d'accordo su alcune valutazioni fatte sui bambini (per esempio che un bimbo di 2 anni non è in grado di sapere cosa desidera o scegliere traa una pasta al sugo o in bianco... i miei lo sanno benissimo). Però alcune consderazioni sulla natura dei capricci e sul come affrontarli possono essere utili.

    ha scritto il