Snack bar Budapest

Voto medio di 86
| 9 contributi totali di cui 7 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Francesco Giudici
Ha scritto il 25/06/17

Tragica storia impiantata in un paesaggio nel quale vengono accentuate le peggiori caratteristiche del nostro mondo attuale. Soprusi, violenza, ma anche qualche accenno di amore e di rispetto.

intortetor
Ha scritto il 26/12/16

non male, davvero non male: un noir in uno di quei paesini affacciati sul mare che ti chiedi come campino in inverno, personaggi votati alla sconfitta, atmosfere tristi e l'impossibilità di vedere un futuro in questa storia.

Postino
Ha scritto il 14/12/09
ahhh, gli anni Ottanta
Un buon romanzo anni Ottanta, figlio di Tondelli e del postmoderno. Una spirale di violenza ed incoscienza tipiche di un decennio in cui la morale giocava a nascondino e la mancanza di un minimo di senso di responsabilità è stata il vessillo di un'ep...Continua
Biune che odia...
Ha scritto il 02/05/09

niente da vedere con quella stronzata di film

adios anobii
Ha scritto il 08/06/08
Un'umanità dai tratti volutamente grotteschi e irreali. Una scrittura amara e nello stesso tempo onirica, sospesa tra Fellini e Lynch. Una località balneare in inverno, senza nome,ma che mi immagino come la Rimini di Amarcord.Un libro davvero partico...Continua

Mariguiraud
Ha scritto il Apr 15, 2016, 12:28
Se è una ruota che giri pure, ora che ci sto sopra anch'io, che giri forte.
Mariguiraud
Ha scritto il Apr 15, 2016, 12:28
Forse, gente come quella è abituata a dormire con un occhio aperto, così come vive con un occhio chiuso.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi