Snob

Di

Editore: BEAT (Biblioteca editori associati di tascabili, 35)

3.5
(374)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 331 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Spagnolo

Isbn-10: 8865590580 | Isbn-13: 9788865590584 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Maria Cristina Savioli

Disponibile anche come: eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Scienze Sociali

Ti piace Snob?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ad Ascot, nella tribuna della Royal Enclosure, tra le matrone coi loro fronzoli di organza, Edith Lavery, figlia di un revisore di conti, spicca davvero. Col suo elegante tailleur di lino celeste, la sua grazia giovanile, il cappellino che le dà un'aria frivola e così sobria e chic, è davvero irresistibile. Agli occhi soprattutto di Charles, conte di Broughton, aristocratico purissimo e... suo prossimo consorte, erede del marchese di Uckfield, figlio di Lady Uckfield, la celebre e terribile Googie, ancien riche che ha accresciuto la sua ricchezza con la Thatcher e l'ha raddoppiata con l'accomodante New Labour. Con la sua scrittura elegante, misurata e ironica, che "ricorda Jane Austen e Evelyn Waugh" (Tim Lott), Julian Fellowes ci offre, con "Snob", un romanzo esilarante che ci svela i codici, i rituali, le abitudini di un mondo ostinatamente chiuso in se stesso e ossessionato dal pericolo di nouveaux riches e parvenus d'ogni specie.

Ordina per
  • 3

    Visto che Fellowes è tutt'altro che sprovveduto l'apparente incoerenza narrativa dell'io narrante che diventa onnisciente credo proprio che sia voluta. Ho trovato snob un libro ironico, caustico, ma a ...continua

    Visto che Fellowes è tutt'altro che sprovveduto l'apparente incoerenza narrativa dell'io narrante che diventa onnisciente credo proprio che sia voluta. Ho trovato snob un libro ironico, caustico, ma anche un po' autoassolutorio, questa upper class legata a riti, sistemi, reti sociali immutabili è sì criticata, molte pagine sono volte a spiegare la vuotezza, l'insipidità e l'ipocrisia di questa gente, ma sotto le righe si legge un "noi siamo così" perchè Fellowes è un lord, non un qualunque impiegato della city. Un atteggiamento che non mi da fastidio perchè io, che snob non sono, per lavoro sono a volte a contatto con persone che snob lo sono eccome e solo il tempo mi ha insegnato che alcuni di essi sono, comunque, brave persone. Per altro Fellowes è molto più impietoso con lo showbusiness perchè se Charles, uno degli aristocratici, è un personaggio tutto sommato positivo nella sua capacità di autoanalisi, Simon il plebeo è del tutto negativo e, di nuovo, non credo sia un caso. Edith che è snob e si imparenta con degli snob ha il marito che snob lo è meno forse per salvare tutta la genia.
    Edith non mi fa nessuna pena e nessuna indignazione, il mondo va anche così, potrà non piacere, possiamo dire che l'amore per la posizione non può sostiture l'amore per il marito, ma tant'è. Questo libro non giudica e forse rimarrà deluso chi si aspetta di trovarvi una condanna piena degli snob, Snob apre una finestra, offre uno sguardo e da spiegazioni di come funzionano gli ingranaggi, niente di più e niente di meno.

    ha scritto il 

  • 3

    Avevo comprato questo libro perché avevo letto che era il precursore di Downtown Abbey, quindi mi ero basata sulla fiducia, senza sapere la trama o altro!!!!
    Quello che ho da dire è che, per chi ha ap ...continua

    Avevo comprato questo libro perché avevo letto che era il precursore di Downtown Abbey, quindi mi ero basata sulla fiducia, senza sapere la trama o altro!!!!
    Quello che ho da dire è che, per chi ha apprezzato la serie, può essere un ottimo acquisto perché è in grado di aprire una finestra su di un mondo che non si conosce, oltre all'essere un ottimo intrattenimento per tutta la durata della lettura. Quello che però non deve trarre in inganno è che, nonostante sia stato definito come già detto, questo libro non è assolutamente uguale alla serie. Infatti viene raccontato un periodo più attuale e, differenza che mi è dispiaciuta di più, almeno all'inizio, viene preso in considerazione solo il punto di vista dell'alta società.
    Ho detto che questo mi è dispiaciuto all'inizio, infatti, dopo un po' ho capito quello che è un po' il nocciolo del libro: non si racconta semplicemente il punto di vista dell'alta società, ma quello degli snob, il tutto contrapposto dal punto di vista di quella che definirei "la gente normale", di cui fa parte anche il narratore!!!!
    Stringi stringi???? Un libro interessante, secondo me da leggere, piacevole e, se tutto questo non vi basta, pensate che, grazie a lui, possiamo godere (anche se ormai ancora per poco....) degli avvertimenti della famiglia Grantham!!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Snobs (2004)

    Restituisce bene l'atmosfera del periodo di Lady Diana, con l'attenzione dei giornali agli scandali dei nobili e il sostanziale disinteresse per le cose pratiche

    ha scritto il 

  • 3

    Arrampicatori sociali, aristocrazia inglese, battute di caccia, tradimenti, amici/nemici, amori e giri di snobbismo puro. Gli ingredienti ci sono tutti a rendere questo libro un romanzo gustoso - benc ...continua

    Arrampicatori sociali, aristocrazia inglese, battute di caccia, tradimenti, amici/nemici, amori e giri di snobbismo puro. Gli ingredienti ci sono tutti a rendere questo libro un romanzo gustoso - benché manchi quel pizzico di pepe a redere le pagine più ammalianti e meno noiose.

    ha scritto il 

  • 3

    Adoro Downton Abbey, serie tv che mi ha fatto conoscere Julian Fellowes. Ho trovato questo romanzo sulla nobiltà inglese dei giorni nostri veramente ben scritto, un vero piacere leggerlo. La trama non ...continua

    Adoro Downton Abbey, serie tv che mi ha fatto conoscere Julian Fellowes. Ho trovato questo romanzo sulla nobiltà inglese dei giorni nostri veramente ben scritto, un vero piacere leggerlo. La trama non è particolarmente appassionante, a tratti potrebbe risultare persino noiosa, ma Fellowes scrive troppo bene per annoiarmi.

    ha scritto il 

  • 4

    Scrittore geniale!!!

    Snob Se possibile è ancora piú perfetto di Un passato imperfetto! La descrizione ironica e sagace Che lo scrittore fa del bel mondo aristocratico britannico è stupefacente...!!! I personaggi sono stra ...continua

    Snob Se possibile è ancora piú perfetto di Un passato imperfetto! La descrizione ironica e sagace Che lo scrittore fa del bel mondo aristocratico britannico è stupefacente...!!! I personaggi sono straordinariamente vividi e adorabili, anche i meno politicamente corretti. Letters imperdibile!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Libro interessante. Abbastanza riflessivo e senza colpi di scena, ma sufficientemente cinico e realista. Lascia il margine per riflettere che il matrimonio e la vita non sono un eterna avventura con d ...continua

    Libro interessante. Abbastanza riflessivo e senza colpi di scena, ma sufficientemente cinico e realista. Lascia il margine per riflettere che il matrimonio e la vita non sono un eterna avventura con duelli e farfalle nella pancia, ma è routine e normalità. Fuggire da questa considerazione significa non trovare mai un nido dove mettere radici e costruire qualcosa. Nonostante Fellowes con la sua protagonista, Edith, porti all'esasperazione questo concetto arrivando a descrivere una vera e propria arrampicatrice sociale, credo che la storia possa risvegliare nelle lettrici molte riflessioni sulla propria parte razionale e sulle scelte fatte nella vita. Un romanzo che consiglierei in particolare a un pubblico femminile.

    ha scritto il 

  • 0

    "Non so bene come fu che Edith Lavery finì sotto la protezione di Isabel Easton. Con ogni probabilità avevano un'amica in comune oppure facevano parte della stessa associazione o forse, più sempliceme ...continua

    "Non so bene come fu che Edith Lavery finì sotto la protezione di Isabel Easton. Con ogni probabilità avevano un'amica in comune oppure facevano parte della stessa associazione o forse, più semplicemente, andavano dallo stesso parrucchiere."

    ha scritto il 

  • 3

    ...e mentre cerco di terminare "Snob" di Julian Fellowes, ben scritto ma per me non appassionante, penso che non soltanto non mi importa per niente approfondire lo stile della meglio nobiltà inglese, ...continua

    ...e mentre cerco di terminare "Snob" di Julian Fellowes, ben scritto ma per me non appassionante, penso che non soltanto non mi importa per niente approfondire lo stile della meglio nobiltà inglese, ma anche che tutto il mondo è paese e che, grazie a Dio, sono figlia del popolo! Se per caso conoscete persone che hanno fatto di tutto sperando di accreditarsi presso l'aristocrazia inglese...anche indossando mise e cappellini di chiffon colorato ai pic nic che si svolgono durante il Royal Enclosure di Ascot, potrete farvi qualche bella risata. Io ho riso assai

    ha scritto il