Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Snow Falling on Cedars

By

Publisher: Demco Media

3.6
(495)

Language:English | Number of Pages: 460 | Format: idBinding_ | In other languages: (other languages) Italian , German , Swedish , Spanish , Catalan , French

Isbn-10: 0606121404 | Isbn-13: 9780606121408 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , School & Library Binding , Audio Cassette , Audio CD , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Do you like Snow Falling on Cedars ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Anni '50, costa ovest degli Stati Uniti, in una piccola cittadina la cui economia si basa su una piccola flotta di pescherecci e, sulla terraferma, sulla coltivazione delle fragole, nel corso di una violenta tempesta di neve si celebra il processo per un presunto omicidio. Un cittadino americano ...continue

    Anni '50, costa ovest degli Stati Uniti, in una piccola cittadina la cui economia si basa su una piccola flotta di pescherecci e, sulla terraferma, sulla coltivazione delle fragole, nel corso di una violenta tempesta di neve si celebra il processo per un presunto omicidio. Un cittadino americano di origine giapponese, che ha fatto la guerra con le truppe americane ma che è ancora troppo "giap", è accusato di aver ucciso un pescatore "vero americano". A pochi anni dalla fine della guerra, l'America è ancora alle prese con le paure, con i pregiudizi e con gli scheletri del recente passato.

    said on 

  • 2

    Attratto da questo romanzo in un momento durante il quale la domanda “cosa leggo ora?” imperversava in modo rocambolesco senza riuscire a trovare un’adeguata risposta, non sapevo nulla a riguardo e non avevo la minima idea su quale fosse la trama. Per fortuna (da un certo punto di vista) il racco ...continue

    Attratto da questo romanzo in un momento durante il quale la domanda “cosa leggo ora?” imperversava in modo rocambolesco senza riuscire a trovare un’adeguata risposta, non sapevo nulla a riguardo e non avevo la minima idea su quale fosse la trama. Per fortuna (da un certo punto di vista) il racconto parte subito in quarta, presentando al lettore la situazione centrale, ovvero un processo per omicidio. Da qui si può intuire quale sarà la strada battuta. Potrebbe essere definito un legal thriller, con vaghi ricordi di Grisham (per quanto poco abbia letto quest’ultimo), ma sotto certi aspetti si guadagna una propria identità andando ad ambientare la vicenda su di un’isola al largo della costa occidentale degli Stati Uniti a cavallo della seconda guerra mondiale, sottolineando in questo modo il contrasto tra i cittadini americani e i cittadini giapponesi: tutto a un tratto, dopo Pearl Harbour, le cose cambiano, improvvisamente, e da amici i compaesani diventano nemici. Oltre a questo viene inserita una storia d’amore che si scontra tra le due diverse culture e che vedrà i due amanti a ritrovarsi coinvolti, con ruoli diversi, nel processo di cui sopra. Tutto questo, viene descritto con una precisione maniacale, che solo a tratti diventa eccessiva e noiosa. La prosa aiuta a far lievitare il numero di pagine, ma il continuo salto temporale tra il presente e il passato, su più linee di visione, aiuta il lettore a scorrere abbastanza placido nella lettura. Le parti riguardanti il processo sono abbastanza entusiasmanti, afferrano al volo l’attenzione, così come i paragrafi nei quali vengono fatti salti all’indietro per scoprire tutte le vicende familiari e legali ed economiche dell’imputato e del morto. Non è possibile dire altrettanto della storia d’amore tra la giapponese e l’americano, forse un po’ troppo frettolosa sia per come inizia sia per come finisce, e soprattutto per quanto riguarda ogni singolo capitolo che prende in considerazione la pesca. Quest’ultima è la vera grande pecca del libro, scendendo in dettagli particolareggiati che annoierebbero (credo) ogni persona non sia mai montato su di un peschereccio. A parte questo, e alcune occasioni mancate tipo le parti riguardanti la guerra (e soprattutto una di cui però è meglio sorvolare) il libro non può essere definito disturbante ma non può neppure essere definito interessante. Si legge, e forse è la prima cosa che si dovrebbe chiedere a un libro, ma per il resto offro pochi altri spunti di conversazione. C’è il discorso appena sfiorato di cui sopra, e la questione tra le relazioni tra americani e giapponesi, ma è davvero troppo poco per un romanzo di quasi quattrocento pagine. Soprattutto se la storia d’amore che dovrebbe supportare la storia principale non appassiona abbastanza.

    said on 

  • 4

    Romanzo romantico e spietato, che miscela sapientemente i diversi abissi in cui può precipitare l'esistenza umana.
    A volte capita che l'unico appiglio in grado di salvarci la vita sia la nostra coscienza.


    “Si disse che non sarebbe mai più stato così felice, e l'idea che tutto ciò stesse su ...continue

    Romanzo romantico e spietato, che miscela sapientemente i diversi abissi in cui può precipitare l'esistenza umana. A volte capita che l'unico appiglio in grado di salvarci la vita sia la nostra coscienza.

    “Si disse che non sarebbe mai più stato così felice, e l'idea che tutto ciò stesse succedendo e che di conseguenza, per quanto a lungo lui potesse vivere, non sarebbe mai più successo nello stesso modo, gli fece sentire una specie di fitta di dolore.”

    said on 

  • 3

    Dopo Pearl Harbor, gli americani internarono migliaia di nippoamericani, ma questo sui libri di Storia non c'è scritto.Il valore del libro sta nel ricordarcelo.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Al momento dell'acquisto mi ero fatta convincere dal titolo: sembrava promettente! Dopo averlo accantonato tempo fa perchè noioso, l'ho ripreso recentemente in mano poichè, tutto sommato m'incuriosiva. La struttura narrativa è buona, si caratterizza per la molteplicità di intrecci e salti nel tem ...continue

    Al momento dell'acquisto mi ero fatta convincere dal titolo: sembrava promettente! Dopo averlo accantonato tempo fa perchè noioso, l'ho ripreso recentemente in mano poichè, tutto sommato m'incuriosiva. La struttura narrativa è buona, si caratterizza per la molteplicità di intrecci e salti nel tempo, anche se la trama in sé è un po' banale, soprattutto nel risvolto finale! La scena si apre con un processo attraverso il quale l'autore ricostruisce, con maestria, il passato dei principali personaggi ivi coinvolti, in maniera più o meno diretta.

    said on 

Sorting by