Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Soffocare !! SCHEDA INCOMPLETA !!

By Chuck Palahniuk

(46)

| Mass Market Paperback

Like Soffocare !! SCHEDA INCOMPLETA !! ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Scheda INCOMPLETA, da non aggiungere alla libreria.

Le schede corrette delle edizioni Mondadori, dotate di codice ISBN, si trovano qui:

http://www.anobii.com/books/0162689046f00596b1/

http://www.anobii.com/books/0118d1f510d6c070be/

1027 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un matto, un folle, un pazzo. Leggere Palahniuk è un viaggio (da tradursi come trip) nella follia umana. Non sembra vero, a volte è così eccessiva che sembra irreale. Eppure Chuck Palahniuk muove i suoi personaggi all’interno delle storie in maniera ...(continue)

    Un matto, un folle, un pazzo. Leggere Palahniuk è un viaggio (da tradursi come trip) nella follia umana. Non sembra vero, a volte è così eccessiva che sembra irreale. Eppure Chuck Palahniuk muove i suoi personaggi all’interno delle storie in maniera credibile che tutto appare reale. Ma sarà così distante dalla realtà? Provare a frequentare un semplice negozio che fa i saldi o le offerte speciali la domenica mattina e state a vedere quante stramberie si possono ammirare. E Palahniuk si trasforma da “folle” a cantore della realtà.

    Is this helpful?

    Maxx said on Jul 1, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    non mi ha preso...a pag 78 ancora aspettavo che decollasse :( arrivederci, forse!

    Is this helpful?

    Clara Firrincieli said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Citazioni

    -Finchè non trovi qualcosa per cui lottare ti accontenti di qualcosa contro cui lottare.
    -A quanto si dice chi dimentica il passato è condannato a riviverlo
    -Esiste il contrario del deja vu. Li chiamano jamais vu. E' quando incontri le stesse persone ...(continue)

    -Finchè non trovi qualcosa per cui lottare ti accontenti di qualcosa contro cui lottare.
    -A quanto si dice chi dimentica il passato è condannato a riviverlo
    -Esiste il contrario del deja vu. Li chiamano jamais vu. E' quando incontri le stesse persone e visiti gli stessi posti in continuazione, ma ogni volta è come se fosse la prima. Tutti sono sconosciuti, sempre. Niente risulta mai familiare.
    -Tutti che cercano di far durare ogni singolo minuti del presente in eterno.
    -A volte un verbo un po' colorito è più vero della realtà che dovrebbe celare.
    -Mi fa male la pancia, ma non so dire se è per il senso di colpa o per il blocco intestinale. In entrambi i casi, è perchè sono pieno di merda.
    -Ogni cosa in più che possiedi è solo l'ennesima cosa che un giorno perderai.
    -Denny dice che forse ce lo dobbiamo creare da soli, il nostro messia.
    -I figli sono l'oppio dei popoli
    -Possiamo passare la vita a farci dire dal mondo cosa siamo. Sani di mente o pazzi. Stinchi di santo o sessodipendenti. Eroi o vittime. A lasciare che la storia ci spieghi se siamo buoni o cattivi. A lasciare che sia il passato a decidere il nostro futuro. Oppure possiamo scegliere da noi. E forse inventare qualcosa di meglio è proprio il nostro compito.
    -Questa gente più che un orgasmo cerca l'oblio. Dimenticare. Tutto. Per due, dieci, venti minuti. Mezz'ora.
    O forse è così che diventa la gente quando la trattano come bestiame. O forse anche questa è solo una scusa. Forse è solo perchè si annoiano. Forse gli esseri umani non sono fatti per passare un giorno intero seduti in scatole minuscole stipate di gente senza poter muovere un muscolo. "Siamo persone giovani, sane, sveglie, vive" dice Tracy. "Se ci pensi, è difficile dire quale delle due cose sia più innaturale"
    [...] Ho studiato abbastanza da potermi sottrarre a qualsiasi schema. Smontare qualsiasi fantasia. Spiegare qualsiasi obbiettivo. Sono così intelligente che riesco addirittura a negare i miei sogni"
    [...] lo faccio perchè mi piace o forse non so nemmeno io perché lo faccio. Se ci pensi, è proprio per questo che gli assassini li condannano a morte. Perché una volta oltrepassato un limite, è impossibile fermarsi
    [...] "Lo faccio e basta" dice, "perchè appena uno trova una buona ragione per farle, le cose perdono il loro fascino".

    Is this helpful?

    Sυnѕнinє ☼ said on Jun 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Visionario.

    Dalla trama avevo immaginato tutt'altra storia. È inquietante, ma non so se sia un bene o no.

    Is this helpful?

    Duncan Bridget said on May 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Doloroso e consolatorio

    Non è solo un capolavoro di genere (trash ecc.). È un romanzo di formazione di valore assoluto, che avvicina, secondo me, l'autore non a DeLillo, o Ellis, bensì a Sallinger o a Kerouac. Ciò che colpisce è la scelta di percorsi strani, complicati, a ...(continue)

    Non è solo un capolavoro di genere (trash ecc.). È un romanzo di formazione di valore assoluto, che avvicina, secondo me, l'autore non a DeLillo, o Ellis, bensì a Sallinger o a Kerouac. Ciò che colpisce è la scelta di percorsi strani, complicati, anomali, estremi, che tuttavia approdano a valori universali. Ciò che conquista è la ricerca dell'oro nelle acque putride e limacciose dell'umanità corporale, del rifiuto escrementizio, della decadenza e della demenza. Dove l'amore deve faticare di più per emergere, dove la pietas dei personaggi sconta il dolore e tuttavia trova consolazione nell'altro, pur deformato e devastato.

    Is this helpful?

    Umberto Stradella said on May 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection