Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Sogni di Bunker Hill

By John Fante

(1595)

| Paperback | 9788806168063

Like Sogni di Bunker Hill ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Un romanzo sul cinema, sulla Hollywood degli anni Trenta e Quaranta. Il romanzo estremo dello sdradicamento sotto le luci della Mecca del cinema. "In Fante - sosteneva Pier Vittorio Tondelli - c'è una visione dell'America, non tanto come terra promes Continue

Un romanzo sul cinema, sulla Hollywood degli anni Trenta e Quaranta. Il romanzo estremo dello sdradicamento sotto le luci della Mecca del cinema. "In Fante - sosteneva Pier Vittorio Tondelli - c'è una visione dell'America, non tanto come terra promessa, come poteva apparire al padre abruzzese, ma da conquistare, come era nelle capacità di un individuo nato nel Nuovo Mondo, immigrato di seconda generazione. Fante ha seguito questo percorso di sogno lasciando Denver per approdare nella mitica terra della California. Di fronte a questo estremo, sarcastico, irriverente, indecente blasfemo, ironico romanzo si ha la certezza di essere di fronte a un grande narratore in cui una vita spesa a scrivere racconti produce l'ultimo, accecante, compatto frutto".

85 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    “Sogni di Bunker Hill” – John Fante

    Quarto ed ultimo libro di Fante che ha come protagonista Arturo Bandini.

    Scritto, anzi dettato alla moglie, 40 anni dopo l’uscita di “Chiedi alla polvere” questo libro chiude definitivamente le avventure del giovane Arturo.

    Come nei precedenti lib ...(continue)

    Quarto ed ultimo libro di Fante che ha come protagonista Arturo Bandini.

    Scritto, anzi dettato alla moglie, 40 anni dopo l’uscita di “Chiedi alla polvere” questo libro chiude definitivamente le avventure del giovane Arturo.

    Come nei precedenti libri, il protagonista, irriverente e guascone, è alla ricerca dell’idea per la scrittura di un buon libro e contemporaneamente ha l’opportunità di lavorare nel mondo del cinema come sceneggiatore.

    Si legge bene per la scrittura scorrevole, ma lo ritengo inferiore ai precedenti, considerandolo comunque piacevole.

    Is this helpful?

    Alessandro said on Jun 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Arturo Bandini alle prese con il tentativo di diventare uno scrittore, o per meglio dire, nel tentativo di trovarsi una occupazione.

    il filo conduttore è la sua capacità di osservare i lati B delle donne, di corteggiarle, e di mezzo tenta di infilar ...(continue)

    Arturo Bandini alle prese con il tentativo di diventare uno scrittore, o per meglio dire, nel tentativo di trovarsi una occupazione.

    il filo conduttore è la sua capacità di osservare i lati B delle donne, di corteggiarle, e di mezzo tenta di infilarci un lavoro, salvo poi fuggire a gambe levate dopo l'ennesimo affronto a chicchessia. una personalità a dir poco confusa da una caotica percezione del giusto e del bello, in una America che non sembra in realtà così distante nel tempo (merito della scrittura asciutta di Fante), nè così pregna di storie di immigrati impegnati a risalire la china della società.

    Is this helpful?

    jeffrey.hammond said on May 15, 2014 | Add your feedback

  • 23 people find this helpful

    L'ultimo romanzo di John Fante

    E così sono arrivata all'ultimo romanzo scritto dal mio amato Fante, quando ormai era talmente malato a causa del diabete che dovette dettarlo alla moglie, perché era quasi completamente cieco.
    Diciamo che per chi ha letto i suoi splendidi capolavori ...(continue)

    E così sono arrivata all'ultimo romanzo scritto dal mio amato Fante, quando ormai era talmente malato a causa del diabete che dovette dettarlo alla moglie, perché era quasi completamente cieco.
    Diciamo che per chi ha letto i suoi splendidi capolavori questo ultimo non aggiunge granché. Si sente la sua rassegnazione, il suo ripercorrere il passato indagando più su ciò che lo ha ferito, rispetto che su quello che gli ha dato gioia e poi ci sono i rimpianti, i rimorsi, gli errori fatti.
    E' un romanzo su Hollywood, su quel mondo che lo ha sempre attratto perché gli permetteva di dimenticare la povertà della sua infanzia e delle sue umili origini, ma che lo ha fatto sempre sentire “sporco” e “venduto”. Questo perché più guadagnava soldi scrivendo sceneggiature lavorando nei grandi studios e più si allontanava dalla sua vera essenza, quella di scrittore. Non poteva perdonarsi per buttare le sue giornate scrivendo di cose che non gli interessavano, ma l'attrazione per il denaro è sempre stata più forte di tutto. Una vita di lusso, una bella casa sul mare, sprechi ed eccessi, ma alla fine della sua vita i ricordi vanno sempre lì, in quella misera casa in Colorado dove aveva vissuto una infanzia povera, ma con il calore di una famiglia autentica.

    Is this helpful?

    MARGHE said on Feb 16, 2014 | 17 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    la pallida ombra del miglior Fante, il che cmq significa un libro migliore di quello che molti scribacchini riusciranno mai a scrivere. Tra le vicende di un Bandini più indeciso e predisposto all'autoillusione che mai spicca chiara la passione per i ...(continue)

    la pallida ombra del miglior Fante, il che cmq significa un libro migliore di quello che molti scribacchini riusciranno mai a scrivere. Tra le vicende di un Bandini più indeciso e predisposto all'autoillusione che mai spicca chiara la passione per i culi e la presenza del cordone ombelicale con il Texas non ancora reciso.

    Is this helpful?

    Maria Petracca said on Nov 28, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    che dire...Fante è fante!bello...vorresti non finisse mai, vuoi di più, ma un buon libro sa finire al momento giusto e questo è un ottimo libro!

    Is this helpful?

    Belin said on Oct 28, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Che dire? Non è un romanzo: mancano il principio e la fine; la fabula consiste in una sequenza di eventi.

    Una narrazione secca e accelerata, da mattinale di Questura, nella quale le parole più usate sono culo e cazzotto, con relativi sinonimi.

    Band ...(continue)

    Che dire? Non è un romanzo: mancano il principio e la fine; la fabula consiste in una sequenza di eventi.

    Una narrazione secca e accelerata, da mattinale di Questura, nella quale le parole più usate sono culo e cazzotto, con relativi sinonimi.

    Bandini è un poveraccio prigioniero della propria indole, rissoso inconcludente e ingrato, che non riesce a stare vicino a una donna senza strapparle i vestiti di dosso.

    Una volta rotto il piatto piange e si dispera, va in Chiesa ma anche la Fede è debole, torna a casa ma anche gli affetti sono deboli, torna dall'anziana signora Brownell e lì è la sua salute ad essere debole perchè nel frattempo è morta.

    Nella generosissima prefazione Pier Vittorio Tondelli accosta, pericolosamente, Fante a Chandler, e si entusiasma. Ma è conseguenza della sua fascinazione per la perdizione e la sconfitta, che Tondelli sperimentò e coltivò per tutta la vita.
    Chandler è stato fenomenale, Fante è stato un fenomeno.

    Il personaggio Bandini non convince, è sottilissimo e banale, e si sa già cosa combinerà tra dieci pagine: non meriterebbe nepure un quadretto nella galleria di personaggi perdenti della letteratura del novecento.

    Senza scomodare Faulkner, lo stesso Chandler, Scott Fitzgerald, nel nostro piccolo il "Tirar mattina" di Umberto Simonetta è un capolavoro in confronto.

    va bene: Sogni di Bunker Hill è l'ultimo romanzo di Fante, ormai cieco e invalido, dettato sul letto di morte. Ma, per restare nel cinismo dell'autore, non è una scusa sufficiente.

    Is this helpful?

    Maurizio Attilio Ricci said on Oct 15, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (1595)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 154 Pages
  • ISBN-10: 8806168061
  • ISBN-13: 9788806168063
  • Publisher: Einaudi
  • Publish date: 2004-01-01
  • Also available as: Others , eBook
Improve_data of this book