Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sole e fuoco. Per sempre in te

Di

Editore: Zerounoundici

3.9
(29)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8863072132 | Isbn-13: 9788863072136 | Data di pubblicazione: 

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Sole e fuoco. Per sempre in te?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Anna è una ragazza qualunque, una vita da single e un lavoro in un agenzia immobiliare. Le sue giornate non hanno nulla di eccitante e trascorrono normalmente tra lavoro e amici. Un giorno però in un ingorgo stradale incontra Victor, un bellissimo ragazzo di trent’anni che da quel momento in poi continuerà ad incontrare sulla sua strada. Victor ben presto rivelerà ad Anna una verità scioccante e cioè che lui è un vampiro e tra i due nascerà un grande amore, una passione quasi dannata che li legherà per sempre. Inizierà così un intreccio d’amore e d’odio tra i vari personaggi del romanzo che potranno cambiare per sempre la vita della protagonista. Nella guerra tra il bene e il male iniziata anni prima tra Victor e Lazar per contendersi la bella Elizabeth, la protagonista avrà accanto oltre ai suoi amici anche l’affascinante Damian, fratello di Victor...
Ordina per
  • 3

    Una storia davvero romantica e carina.
    Peccato i tremendi errori grammaticali.

    Il potenziale per creare una storia originale e vincente c'è, ma c'è anche tanta ingenuità e forse inesperienza nel metterlo su carta.
    In certi punti l'ho trovato "mancante" sia nello svolgimento del ...continua

    Una storia davvero romantica e carina.
    Peccato i tremendi errori grammaticali.

    Il potenziale per creare una storia originale e vincente c'è, ma c'è anche tanta ingenuità e forse inesperienza nel metterlo su carta.
    In certi punti l'ho trovato "mancante" sia nello svolgimento della storia che (e soprattutto) nei dialoghi.
    Al contrario i personaggi sono ben descritti.
    Credo che se l'autrice avrà l'opportunità di riprendere in mano questa storia quando si sarà fatta esperienza come scrittrice, ne potrà trarre qualcosa di molto buono.

    ha scritto il 

  • 3

    Non saprei definirlo, la storia è carina anche se già vista milioni di volte, ma questo lo sapevo ancora prima di leggerlo, solo nell'ultima parte mi ha incuriosita un po', poi l'ho trovato molto ripetitivo, ma logicamente i gusti sono gusti c'è a chi è piaciuto e a chi no. Consigliato alle amant ...continua

    Non saprei definirlo, la storia è carina anche se già vista milioni di volte, ma questo lo sapevo ancora prima di leggerlo, solo nell'ultima parte mi ha incuriosita un po', poi l'ho trovato molto ripetitivo, ma logicamente i gusti sono gusti c'è a chi è piaciuto e a chi no. Consigliato alle amanti dei vampiri romantici.Molto adolescenziale a mio parere ma leggibile senza ombra di dubbio.

    ha scritto il 

  • 3

    la storia sarebbe stata anche graziosa e originale, se non si fosse sviluppata troppo velocemente, in maniera quasi forzata e con anche troppi riferimenti a Twilight (alcune battute erano identiche).
    come dire, molto potenziale, ma sfruttato male, a mio modo di vedere. davvero un peccato. ...continua

    la storia sarebbe stata anche graziosa e originale, se non si fosse sviluppata troppo velocemente, in maniera quasi forzata e con anche troppi riferimenti a Twilight (alcune battute erano identiche).
    come dire, molto potenziale, ma sfruttato male, a mio modo di vedere. davvero un peccato.

    ha scritto il 

  • 3

    Aria fresca .... ma ....

    non del tutto!
    Allora di questo romanzo la cosa che più mi è piaciuta è la parvenza di credibilità con cui l'autrice ha saputo imbastire la storia.
    Anna è una ragazza normale, come tante altre, non è la solita gatta morta che casca come una pera cotta ai piedi del primo vampiro che pa ...continua

    non del tutto!
    Allora di questo romanzo la cosa che più mi è piaciuta è la parvenza di credibilità con cui l'autrice ha saputo imbastire la storia.
    Anna è una ragazza normale, come tante altre, non è la solita gatta morta che casca come una pera cotta ai piedi del primo vampiro che passa, non è la solita stra-figa inconsapevole della sua bellezza e non è la solita sfigata che si porta dietro chissà quale tara genetica.
    Che Dio la abbia in gloria: Serena Viola ha capito che per rendere interessante un personaggio non bisogna per forza renderlo patetico.

    Gli eventi con cui la trama si dipana si evolvono in maniera graduale e perfettamente verosimile.
    Niente colpi di fulmine, niente sesso estremo dopo due minuti di dialogo, niente occhi a cuoricino dopo un semplice sguardo.
    Che Dio la abbia in gloria: Serena Viola ha capito che per rendere interessante una storia non bisogna necessariamente forzare la mano e stordire il lettore con un overdose di tutti gli escamotage della letteratura di genere, basta poco ... ben dosato un cocktail può ubbriacarti anche dolcemente, anche lentamente.... ma poi ne vuoi ancora e ancora.

    Ma... veniamo adesso ai punti deboli.

    Primo fra tutti l'editing: mi si sono rizzati i capelli quando ho visto un congiuntivo al posto del condizionale e questa cosa qui non l'ho molto gradita perchè non si tratta di un errore di stampa ma di grammatica, quindi di una lacuna in tal senso.

    Secondo punto: l'originalità non è certo il punto di forza di questo romanzo, anche perchè sembra la rivisitazione sensuale di Twlight però quanto meno ben fatta non come certe porcherie che mi sono passate per le mani.

    Punto terzo: ad un certo punto la trama si perde, tutto bene fino a che la novella coppia non si sposta nella Villa dei ricconi suoceri e vampiri... da lì in poi non mi è piaciuta.
    Diciamo che quell'aria fresca che mi era semrbato di respirare all'inzio ha cominciato a puzzare di fasullo e un pò troppo fantasioso come epilogo finale.

    In ogni caso il romanzo non è autoconclusivo e sicuramente è previsto un sequel che io altrettanto sicuramente leggerò, sperando che queste piccole imperfezioni nel frattempo siano state risolte.
    Promosso.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    ...sarà che le aspettative erano molte, me l'avevano consigliato caldamente molti altri utenti...ma sono rimasta un po' delusa. Intrusioni da Twilight e da Il diario del Vampiro, e poi anche i protagonisti non mi hanno convinto fino in fondo, Anna dovrebbe avere quasi 30 anni, ma sembra averne 16 ...continua

    ...sarà che le aspettative erano molte, me l'avevano consigliato caldamente molti altri utenti...ma sono rimasta un po' delusa. Intrusioni da Twilight e da Il diario del Vampiro, e poi anche i protagonisti non mi hanno convinto fino in fondo, Anna dovrebbe avere quasi 30 anni, ma sembra averne 16, l'altro, Victor, ultra-centenario con una gelosia ridicola...non lo so. Lei all'inizio dubbiosa, spaventata, riluttante e poi innamorata folle nel giro di un fiat...E poi...quanti refusi, errori di grammatica. Mi aspettavo veramente molto di più. Giudizio tra il 3 e il 2.

    ha scritto il 

  • 3

    CARINO, MA SI PERDE NELLE ULTIME CINQUANTA PAGINE...
    Fino a pagina 200 il mio giudizio sarebbe stato un po' più alto ma LA GELOSIA DI VICTOR E' INSOPPORTABILE ED INGIUSTIFICATA!

    La scrittura della Viola è molto fluida, vivida e vivace. In più passaggi devo ammettere di essermi fatta ...continua

    CARINO, MA SI PERDE NELLE ULTIME CINQUANTA PAGINE...
    Fino a pagina 200 il mio giudizio sarebbe stato un po' più alto ma LA GELOSIA DI VICTOR E' INSOPPORTABILE ED INGIUSTIFICATA!

    La scrittura della Viola è molto fluida, vivida e vivace. In più passaggi devo ammettere di essermi fatta delle BELLE RISATE perchè le "vocine" della protagonista erano davvero esilaranti...
    E in più mi è piaciuta l'ambientazione "Romana"...
    Anche se non ci sono tante descrizioni,ma solo accenni, mi sono comunque sentita più vicina alla mia città che mi manca tanto!!! ^_^

    Devo dire che le pecche non mancano,ma per essere un romanzo d'esordio TANTO DI CAPPELLO! Lo stile è talmente piacevole che come per magia ci si ritrova "interessati" alla storia, pur non essendo particolarmente originale e a tratti forse troppo poco approfondita e TROPPO REPENTINA.
    Ci sono delle incongruenze (anche concettuali) che un pochino disorientano;
    su tutte il breve periodo che intercorre dal folle innamoramento di Victor per Elizabeth che fino al momento dell'incontro con Anna era la sua "unica ragione di vita" e soprattutto l'ancora più forte innamoramento per Anna che avviene nel giro di tre giorni....
    Insomma, a me personalmente questi sentimenti esasperati e totalizzanti che divampano come incendi nel giro di mezzora un po' mi irritano, così come i dialoghi che ne conseguono. Li trovo surreali e quindi "brutti". Ma qui non c'entra Serena Viola!!! ... E' una questione di clichet ... che purtroppo si riscontra in tante trame Paranolmal Fantasy ( e non).

    Per il resto, come dicevo la lettura risulta piacevole. Quindi,anche se non mi sento di "consigliarlo caldamente" nel senso che secondo me non è uno di quei libri che "ti cambiano la vita", comunque è un buon lavoro;una buona partenza per questa nuova scrittrice italiana!
    E tutti coloro che decideranno di dedicarvisi TRASCORRERANNO PIACEVOLI ORE IN COMPAGNIA DI VICTOR, DAMIEN ( Che è notevole... ) E DELLA TOSTISSIMA E SIMPATICISSIMA ANNA...

    Il finale lascia aperta una grossa questione che mi fa pensare che ci sarà assolutamente un SEGUITO!
    ^_^
    Serena...appena lo sforni io sarò di sicuro una degli acquirenti!!! :-)
    Ma fai si che Victor rinsavisca e svesta i panni dell' "OTELLO FURIOSO" !!! Please....

    ha scritto il 

  • 3

    Non ci siamo...

    Dopo un'estenuante ricerca ecco che finalmente ho tra le mani questo libro e purtroppo sono rimasta un po' delusa.
    L'idea di base possiamo dire che c'era, ma il resto mmm....
    I personaggi uno più stupido dell'altro, e si che ne ho conosciuti di personaggi strambi, ma questi li superan ...continua

    Dopo un'estenuante ricerca ecco che finalmente ho tra le mani questo libro e purtroppo sono rimasta un po' delusa.
    L'idea di base possiamo dire che c'era, ma il resto mmm....
    I personaggi uno più stupido dell'altro, e si che ne ho conosciuti di personaggi strambi, ma questi li superano tutti. La protagonista femminile è un'oca che a un certo punto si sveglia e decide di fare l'eroina della situazione, Victor è un vampiro ultra geloso davvero ridicolo e il fratello è un vampiro che si fa mettere i piedi in testa da una donna e ha paura delle minacce di Victor. L'unico vampiro o meglio che si comporta come tale, anche se ho ancora qualche dubbio è il cattivo di turno, ma per il resto sembrava di leggere una qualsiasi storia banale.
    I dialoghi assurdi poi, meglio tralasciare, molte scene estremamente simili a quelle di Twilight. A volte mi chiedevo che libro stessi leggendo: una brutta copia di Twilight o un libro con potenzialità sprecate.
    Davvero un peccato... tre stelline forse sono anche un pochettino troppo, ma non so...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Una storia affascinante divertente che lascia con il fiato sospeso fino all'ultima pagina...
    Ho riso a crepapelle di tutti i pensieri di Anna; Ho pianto come una fontana nel finale...
    Ma la cosa che mi ha colpito di più di questo libro è stato ciò che c'è scritto nella prima e nell'ul ...continua

    Una storia affascinante divertente che lascia con il fiato sospeso fino all'ultima pagina...
    Ho riso a crepapelle di tutti i pensieri di Anna; Ho pianto come una fontana nel finale...
    Ma la cosa che mi ha colpito di più di questo libro è stato ciò che c'è scritto nella prima e nell'ultima pagina.... parole semplicemente stupende....

    ..."Quanto tempo era passato
    un mese forse meno o forse più,
    di preciso non lo ricordavo più neanche io.
    Era successo tutto in fretta, troppo in fretta, per potermene rendere conto.
    E' strano quando nella vita ti imbatti in situazioni spiacevoli sembra che il tempo rallenti, che si fermi quasi, proprio per farti vivere fino in fondo tutti gli attimi di dolore...
    ...ma per me il tempo aveva fatto di più, molto di più,
    si era fermato per sempre,
    di fronte allo scintillio di quella lama
    il mio tempo era scaduto.
    No non avrei fatto nessuna sciocchezza
    avrei fatto solo ciò che era giusto
    Insieme per sempre...."

    ..."Mi chiamo Anna e in questo momento sto camminando in mezzo a voi.
    Sto cercando il mio fuoco
    io sono uno dei tanti volti dell'amore
    io sono il volto di Victor.
    Se per caso vi imbattete in me per il vostro bene evitate di essermi d'intralcio
    non c'è niente di personale ma la mia storia a tempo determinato è stata prolungata solo di un'altro anno e io non ho tempo di giocare con voi"... Anna

    ...Spero vivamente in un seguito...a mio avviso uno dei migliori libri che ho letto!!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Pensa,Anna pensa!!

    Un libro davvero molto bello.All'inizio mentre leggevo,mi dicevo:"Oh,ecco qui un'altra storia sui Vampiri,alla Twilight maniera" .. e invece man mano che la storia ha preso vita,mi son ricreduta.La storia di questa ""ricerca della Mente Gemella"",una ricerca che ha come limite di tempo,un ...continua

    Un libro davvero molto bello.All'inizio mentre leggevo,mi dicevo:"Oh,ecco qui un'altra storia sui Vampiri,alla Twilight maniera" .. e invece man mano che la storia ha preso vita,mi son ricreduta.La storia di questa ""ricerca della Mente Gemella"",una ricerca che ha come limite di tempo,un anno.Questa ricerca sembra essere giunta al suo fine.Lui trova Lei.E poi,ci si aspetta un lieto fine,giusto??E invece l'autrice ci lascia con un bel finale,che al tempo stesso appare sia chiuso che aperto,e la ricerca continua,stavolta a ruoli inversi.Lei cerca Lui.Tempo richiesto .. un anno...Ultima annotazione divertente .. un Vampiro che ascolta le canzoni di Julio Iglesias,non si era mai sentito ^_^

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Come un Poket coffèè!

    Mmm quanto mi piacciono i cioccolatini ripieni, non di caffè perchè sarei più da moncherì XDD ma sempre cioccolato ripieno è!
    Perchè paragonare questo libro o un simile cioccolatino? Bhè, perchè ha un succulento e sottile strato introduttivo e un ripieno niente male, corposo, deciso, forte, ...continua

    Mmm quanto mi piacciono i cioccolatini ripieni, non di caffè perchè sarei più da moncherì XDD ma sempre cioccolato ripieno è!
    Perchè paragonare questo libro o un simile cioccolatino? Bhè, perchè ha un succulento e sottile strato introduttivo e un ripieno niente male, corposo, deciso, forte, dolce&amato e soprattutto promettente.

    Le quattro stelle sono motivate come una via di mezzo tra un 6 e un 7 come voto. Sono stelle che vogliono dare un incoraggiamento all'autrice a continuare a scrivere perchè il suo stile diretto e sincero affascina e spinge a leggere la storia fino in fondo. Se continuerà con un seguito di questo libro, che spererei tanto di trovare prima o poi, o se continuerà semplicemente nello scrivere, sarà una sua decisione che spero non sforzata ma sentita e da me attesa con interesse.

    La Viola, nella storia creata tra Victor e tra Anna, senza troppi clichè e senza i soliti nominativi, anche se qualche piccola conincidenza o somiglianza con altro c'è ma è solo lieve, riesce a dare un atteggiamento deciso, non troppo vanesio ne irreale alla protagonista inizialmente tormentata da lui. Victor appare come un pretendente oppressivo, quasi maniacale e forzato ma che riesce a sedurre e affascinare lei cercando di slegarla dalla sua reale razionalità di tutti i giorni e a portartla nel proprio mondo.
    Non si parla di anime perdute anzi, non inizialmente XDD, non si parla di obblighi, tira e molla o altri insopportabili ed amatoriali costrizioni teatrali, ma bensì di una semplice storia dove lui trova lei, la sua mente gemella, credendola un semplice guscio per un'anima diversa, e per poi finire ad amarla nonostamte la gelosia morbosa a cui lei tenacemente si oppone o senza moralismi teologici o relazionali.
    Victor, nel suo intento di ricerca e di dolore accennato, trova in Anna una nuova fiamma per il suo fuoco, che come il sole riesce a riscaldarlo e a rianimarlo.

    La fine poi è una porta aperta, una nuova ricerca di Anna questa volta. Non è più lui a "cercare" l'anima perduta, ma lei a tentare il tutto per tutto, con l'amore di Damian accanto a se, per lui.
    Ci sono piccole pecche, ma che possono facilmente essere accettate o tralasciate ma solo se realmente volenti in ciò. Lazar ad esempio manca di qualcosa, ha un suo carattere ma è sfiggente alla penna, alla pagina...
    Ma c'è anche molto da apprezzare di originale: la trasformazione in generale come carattere genetico del proprio partner...le leggi...i pugnali del ritorno e della fine.

    Speriamo per il futuro, Anna si aggira con me che la seguo subito dietro nella sua ricerca...leggete del suo patto, non morde!

    ha scritto il