Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Sonata a Kreutzer

By Leo Tolstoy

(8)

| Mass Market Paperback | 9789871290031

Like Sonata a Kreutzer ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Escrita a lo largo de 1889, en una época dominada por una crisis ética y personal, así como por la revisión de diversos principios morales, LEÓN TOLSTOI (1828-1910) quiso reafirmar en LA SONATA A KREUTZER los valores del espíritu frente al precipitad Continue

Escrita a lo largo de 1889, en una época dominada por una crisis ética y personal, así como por la revisión de diversos principios morales, LEÓN TOLSTOI (1828-1910) quiso reafirmar en LA SONATA A KREUTZER los valores del espíritu frente al precipitado fluir de las pasiones y los sentidos. La narración que hace el consejero Pozdnyshev de su relación conyugal, basada en el imperio de los mismos, y que culmina con el adulterio y el crimen, es la historia de una degradación provocada por una sociedad enferma. En muchos aspectos trasunto novelado de su relación con su esposa, Sofía Andreievna, así como de episodios reales, la «Sonata», obra en la que se revela la influencia del naturalismo, es un minucioso y despiadado análisis de una relación matrimonial común en la sociedad en la que los protagonistas se mueven, realizado a través de la visión crítica y dolorida de un espíritu atormentado por la mediocridad y fragilidad de la naturaleza humana.

419 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    era ridicolo correre in calzini dietro all'amante della propria moglie

    Is this helpful?

    Arturo said on Aug 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Eseguirono la "sonata a Kreutzer" di Beethoven. Lo conosce lei il primo tempo, il 'presto' iniziale, lo conosce?! gridò addirittura. "Oh, è qualcosa di terribile quella sonata. E specialmente quel tempo iniziale. Del resto, la musica in generale è un ...(continue)

    Eseguirono la "sonata a Kreutzer" di Beethoven. Lo conosce lei il primo tempo, il 'presto' iniziale, lo conosce?! gridò addirittura. "Oh, è qualcosa di terribile quella sonata. E specialmente quel tempo iniziale. Del resto, la musica in generale è una cosa tremenda. Ma che cos'è poi? Io non capisco. Cos'è la musica? Che effetto ha su di noi? E perché ha l'effetto che ha? SI dice che la musica abbia l'effetto di elevare l'animo, ma non è vero, sono sciocchezze! E' certo che un effetto ce l'ha, un effetto terribile, almeno su di me, ma niente affatto nel senso elevato dell'animo. Essa non ha l'effetto di elevare l'animo, e nemmeno di abbatterlo, bensì quello di eccitarlo. Come potrei spiegartelo? La musica mi costringe a dimenticarmi di me stesso, a dimenticare la mia situazione concreta, e mi trasporta in una situazione diversa, che non è la mia; sotto l'inlfuenza della musica mi sembra di sentire ciò che in realtà non sento, di capire ciò che non capisco, di poter fare cose che in realtà non posso fare. Io me lo spiego nel senso che la musica agisce come uno sbadiglio, come una risata: non ho voglia di dormire, eppure sbadiglio se vedo qualcuno che sbadiglia; e così, anche se non c'è nessuna ragione di ridere, io rido se sento qualcuno che ride.

    Is this helpful?

    Paolo Nova said on Jun 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il mostro dagli occhi verdi

    Grande scrittura, superba capacità di descrivere le laceranti e tormentose emozioni di un animo squassato dai morsi della gelosia fino alle estreme conseguenze. Un testo ancora estremamente attuale, apprezzabile anche per l'anelito alla purezza e all ...(continue)

    Grande scrittura, superba capacità di descrivere le laceranti e tormentose emozioni di un animo squassato dai morsi della gelosia fino alle estreme conseguenze. Un testo ancora estremamente attuale, apprezzabile anche per l'anelito alla purezza e alla pulizia morale che, in un'epoca di spietato e volgare consumismo sessuale quale è la nostra, risulta persino auspicabile.

    Is this helpful?

    Acquamarina07 said on Jun 9, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Ci sono infiniti punti di riflessione in questo racconto, eppure anche un tale integralismo, da non riuscire a svilupparne nemmeno uno. Come se ci si trovasse d’accordo su certi aspetti ma partendo da presupposti troppo diversi per riuscire a dialog ...(continue)

    Ci sono infiniti punti di riflessione in questo racconto, eppure anche un tale integralismo, da non riuscire a svilupparne nemmeno uno. Come se ci si trovasse d’accordo su certi aspetti ma partendo da presupposti troppo diversi per riuscire a dialogare. Ammetto il mio limite difronte a qualsiasi radicalismo.
    Come oggi, però, si evince facilmente che la gelosia e l’ossessione restano qualcosa di totalmente lontano dall’amore, da qualunque forma di verità e di realtà.

    Is this helpful?

    on my way to better thing said on Jun 5, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    In una piccola via dietro un'altra via ho finalmente trovato il barbiere. Ha una testa come un cerchio, che scritta è veramente una brutta parola. Il barbiere cerchio mi tagliava i capelli e non so come nello spazio di due minuti mi ha raccontato mol ...(continue)

    In una piccola via dietro un'altra via ho finalmente trovato il barbiere. Ha una testa come un cerchio, che scritta è veramente una brutta parola. Il barbiere cerchio mi tagliava i capelli e non so come nello spazio di due minuti mi ha raccontato molte cose della sua vita e è venuto a sapere molte cose della mia. La musica dai barbieri è utilizzata con grande abilità, blocca il silenzio sulla soglia e permette la comunicazione. Evidentemente però questo non basta più. I barbieri più alla moda qui a Londra hanno i televisori e ti vendono i pop corn, ti danno il tè, la birra, l'eroina, ti cucinano pure, quelli proprio più alla moda hanno il piano discoteca e quando cercano staff cercano un barbiere/cameriere/infermiere. Ma io non sono alla moda e con il mio barbiere parlo di vita, della saudade italiana e turca lui è turco. Il mio barbiere manco ce l'ha lo staff, quando entri non c'è quasi mai nessuno e lui sta svaccato sul divano per i clienti a leggere riviste abominevoli pensando alla madre Turchia. Perché i barbieri hanno tutti quella specie di lecca lecca girevole fuori dal negozio?

    Is this helpful?

    (skate) said on May 26, 2014 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book