Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Sono razzista, ma sto cercando di smettere

By Guido Barbujani,Pietro Cheli

(40)

| Mass Market Paperback | 9788842094807

Like Sono razzista, ma sto cercando di smettere ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

21 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Agile, ben scritto, completo di tutto quel che vi servirà per smettere di credere a cose assurde come di avere una qualsivoglia identità che vi accomuni a una qualsivoglia entità che possa passare sotto il nome di "razza", a meno che non si parli del ...(continue)

    Agile, ben scritto, completo di tutto quel che vi servirà per smettere di credere a cose assurde come di avere una qualsivoglia identità che vi accomuni a una qualsivoglia entità che possa passare sotto il nome di "razza", a meno che non si parli della celeberrima razza umana, che comprende all'incirca sette miliardi di individui sulla terra, ad oggi.
    Homines Sapientes, se proprio volete sopravvivere, vedete di ammischiarvi, che è l'unica cosa che ci ha preservato belli, forti e intelligenti, in questi millenni.
    Che ci crediate o no, all'inizio eravamo tutti 600 immigrati africani. (Speriamo che ora qualcuno non faccia manifesti razzisti con lo slogan "Ricordatevi dell'Uomo di Neanderthal, lui non aveva leggi contro l'immigrazione!". Ne saremmo sicuramente capaci. )

    Is this helpful?

    Corsair Wonton said on Nov 3, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    21 Marzo 2012 - Giornata Mondiale contro il razzismo


    Oggi abbiamo incontrato il professor Guido Barbujani, persona tanto brillante quanto esauriente. E' sempre un'esperienza importante unire sociologia e biologia, soprattutto riguardo ad un tema così prioritario come il razzismo.
    La conclusione da t ...(continue)


    Oggi abbiamo incontrato il professor Guido Barbujani, persona tanto brillante quanto esauriente. E' sempre un'esperienza importante unire sociologia e biologia, soprattutto riguardo ad un tema così prioritario come il razzismo.
    La conclusione da trarre dopo la sua lezione?
    Chi vuole può continuare ad essere razzista, ma in malafede.

    Is this helpful?

    MARE DI LIBRI - Festival dei Ragazzi che Leggono said on Mar 23, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Belle riflessioni sulla nostra propensione al razzismo. Barbujani scrive bene, è sicuramente preparato (è un genetista). Mi è venuta voglia di leggere i suoi romanzi. Sul razzismo non racconta nulla di straordinariamente nuovo, ma è comunque bello tr ...(continue)

    Belle riflessioni sulla nostra propensione al razzismo. Barbujani scrive bene, è sicuramente preparato (è un genetista). Mi è venuta voglia di leggere i suoi romanzi. Sul razzismo non racconta nulla di straordinariamente nuovo, ma è comunque bello trovare qualcuno che mette in ordine tante cose che si sanno già.

    Is this helpful?

    Giovanni Sonego said on Nov 20, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    confutando la stupidità

    Un ottimo testo argomentativo che prende le mosse dalle "sparate" del nobel Watson sull'inferiorità intellettuale dei neri. Da far leggere a scuola perché dimostra che anche gli scienziati, oltreché i politici naturalmente, dicono stupidaggini.

    Is this helpful?

    Cris said on Oct 4, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    preso in biblioteca

    A detta degli stessi autori è un libro incompleto, per ovvie ragioni: il razzismo è un fenomeno complesso e, in qualche modo, "diversificato", ha una storia lunghissima alle spalle e motivazioni (e "giustificazioni") diverse.
    Così, in questa sede, g ...(continue)

    A detta degli stessi autori è un libro incompleto, per ovvie ragioni: il razzismo è un fenomeno complesso e, in qualche modo, "diversificato", ha una storia lunghissima alle spalle e motivazioni (e "giustificazioni") diverse.
    Così, in questa sede, gli autori si concentrano soprattutto sulle sedicenti teorie biologiche razziali e alla loro "evoluzione", in un discorso che comunque non perde di vista contesto attuale, dalla fobia del terrorismo a quella dell'invasione.
    Un buon punto di partenza per un discorso infinitamente più ampio.

    PS: Se avessero evitato di "spoilerare" il finale di ben 2 libri (uno di Roth e uno di Everett) tra pagina 128 e 130, sarei stata più contenta. Non ce n'era proprio la necessità, assicurato!

    Is this helpful?

    VAle (anche su GR) said on Aug 8, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Contro i nuovi razzismi e intolleranze. Da paese di emigranti siamo passanti a paese che ospita immigrati. E' cambiato l'atteggiamento degli italiani verso gli "altri"? Sicuramente sì e perchè? Barbujiani ne parla in questo trattatello anche interess ...(continue)

    Contro i nuovi razzismi e intolleranze. Da paese di emigranti siamo passanti a paese che ospita immigrati. E' cambiato l'atteggiamento degli italiani verso gli "altri"? Sicuramente sì e perchè? Barbujiani ne parla in questo trattatello anche interessante ma non particolarmente, per me, coinvolgente.

    Is this helpful?

    Maxrya said on Jun 17, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (40)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Mass Market Paperback 138 Pages
  • ISBN-10: 8842094803
  • ISBN-13: 9788842094807
  • Publisher: Editori Laterza
  • Publish date: 2010-01-01
Improve_data of this book