Sopra eroi e tombe

Voto medio di 546
| 152 contributi totali di cui 121 recensioni , 31 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 17/06/17
Niño bueno e niña muy mala
Quello che mi ha disturbato nelle prime due parti (quelle buone) di questo romanzo, sono i passaggi didascalici che inframezzano di continuo la narrazione, come una voce fuori campo alla Quark.Suonano come fastidiose lezioncine; Sábato, dopo averti ..." Continua...
  • 7 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 18/03/17
credo che per questo romanzo sia necessaria una seconda lettura per dare un giudizio più consapevole. Il Rapporto sui ciechi, romanzo nel romanzo, in tutta sincerità, è a mio parere l'elemento "destabilizzante" di tutto il romanzo, in quanto, ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 11/03/17
La prima cosa che mi viene in mente è una gratuita osservazione: il romanzo più che "sopra" è sottosopra, o meglio a testa in giù, nel senso che subitissimo veniamo a conoscenza del tragico epilogo, e solo nella parte finale siamo edotti circa i ..." Continua...
  • 9 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 07/06/16
...non riesco a proseguire ...nonostante gli sforzi indotti dalle altre recensioni....mi "appello" a Pennac.
  • Rispondi
Ha scritto il 29/05/16
“sogni, abissi, abissi insormontabili, solitudine solitudine solitudine, tocchiamo ma siamo a distanze incommensurabili, tocchiamo ma siamo soli”
Romanzo da leggere e poi rileggere. Sopra eroi e tombe è innanzi tutto storia di storie: da quella di Alejandra e Martìn, a quelle dei membri della famiglia di Alejandra, da quelle di Cicìn e Humberto J. D’Arcangélo detto Tito a quella di ..." Continua...
  • 8 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi

Ha scritto il Aug 07, 2015, 16:40
Invece l'uomo, da quando si è sollevato sulle due gambe posteriori, ha cominciato a gettare le fondamenta della propria esistenza, ma anche della propria angoscia. Avrebbe costruito quell'edificiostrano e potente che si chiama cultura, smettendo di ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Aug 09, 2014, 11:53
3° Dio esiste, ma ogni tanto dorme: i suoi incubi sono la nostra esistenza.
Pag. 311
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 16, 2014, 20:58
Martìn la contemplò, abbagliato: i capelli scuri contro la pelle chiara e pallida, il suo corpo alto e spigoloso; c’era qualcosa in lei che ricordava le indossatrici delle riviste di moda, ma che rivelava nello stesso tempo un’asprezza e una ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il May 10, 2013, 08:50
I ragionamenti astratti, in definitiva, anche se si riferiscono a problemi umani, non servono a consolare l'uomo, a mitigare le tristezze e le angosce che affliggono una persona in carne e ossa, un povero essere con occhi che guardano ansiosamente ... Continua...
Pag. 240
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 28, 2012, 16:31
Avrei desiderato che mi rinchiudessero in un manicomio per riposare, visto che lì nessuno ha l'obbligo di conservare la realtà come ufficialmente si pretende che sia. Come se lì uno potesse dire (e certamente lo dice): e adesso, che s'arrangino.
Pag. 318
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi