Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sopravvissuto

Di

Editore: Sperling & Kupfer (Superbestseller 910)

3.6
(103)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 401 | Formato: Altri

Isbn-10: 8882744582 | Isbn-13: 9788882744588 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Caminiti

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Sopravvissuto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un volo aereo senza particolari problemi. Un incidente inspiegabile. Duecento le vittime, agghiacciante il sospetto: i passeggeri erano accomunati da qualcosa di terribile, pericolosissimo e a loro ignoto. Per qualcuno di molto potente era indispensabile che morissero tutti. Ma una persona, una sola, con il suo prezioso carico, è sopravvissuta. E un giornalista deciso a vendicarsi lo sa.
Ordina per
  • 3

    Inizialmente "Sopravvissuto" mi ha coinvolta molto, stavo per valutarlo il migliore dei lavori letti sinora di questo autore. Procedendo mi sono poi ritrovata, ancora una volta, in quei risvolti, molto cinematografici, molto americani che fanno sfumare la credibilità e in me l'interesse. Le d ...continua

    Inizialmente "Sopravvissuto" mi ha coinvolta molto, stavo per valutarlo il migliore dei lavori letti sinora di questo autore. Procedendo mi sono poi ritrovata, ancora una volta, in quei risvolti, molto cinematografici, molto americani che fanno sfumare la credibilità e in me l'interesse. Le derive nell'altra dimensione, poi, proprie del grande King, non mi convincono. Mentre quest'ultimo porta per mano il lettore nei suoi incubi e deliri, in Koontz ci si ritrova parallelamente in situazioni che mescolano il reale col fantascientifico o il paranormale non con la stessa efficacia. Rimane la valutazione sull'ottima capacità narrativa fatta di fluidità e intervalli di riflessione e descrizione, che io apprezzo molto.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    una seconda possibilità? ho fatto bene a dargliela..

    Questa volta Koontz mi è piaciuto! Prima di tutto perchè mi ha saputa tenere attaccata alle pagine, tanta era la curiosità di sapere come avrebbe spiegato le strane cose che descriveva. Tipo gente che un attimo prima è tranquilla, serena e un attimo dopo si suicida in maniera violenta. La spiegaz ...continua

    Questa volta Koontz mi è piaciuto! Prima di tutto perchè mi ha saputa tenere attaccata alle pagine, tanta era la curiosità di sapere come avrebbe spiegato le strane cose che descriveva. Tipo gente che un attimo prima è tranquilla, serena e un attimo dopo si suicida in maniera violenta. La spiegazione del tutto è particolare e mi sembra di aver capito che Koontz ami molto parlare di genetica, laboratori, esperimenti di laboratorio, per cui i temi trattati non sono proprio semplici da digerire. Infine il finale fa riflettere, trattando uno dei temi più incerti e strani che esistano, come la vita dopo la morte...Koontz è da prendere a piccole dosi...

    ha scritto il 

  • 3

    mmm

    In questo libro, leggibile, si inizia a notare una certa tendenza negli ultimi lavori di Koontz, ossia la continua propensione ad andare a parare sempre sullo stesso argomento astratto quale la religione e Dio. Anche in questo libro le spiegazioni sono deboli e lasciate in sospeso. Brutto vizio c ...continua

    In questo libro, leggibile, si inizia a notare una certa tendenza negli ultimi lavori di Koontz, ossia la continua propensione ad andare a parare sempre sullo stesso argomento astratto quale la religione e Dio. Anche in questo libro le spiegazioni sono deboli e lasciate in sospeso. Brutto vizio caro Koontz, davvero pessimo.

    ha scritto il 

  • 2

    L'unica vera delusione di Koontz (almeno per ora!). L'inizio del libro è travolgente e intrigante, ma quando si arriva al punto delle spiegazioni mi sono cadute le braccia!

    ha scritto il 

  • 1

    Premetto che Koontz ha un suo stile di scrittura che a me piace in modo particolare, il voto basso deriva dal fatto che non conoscendolo, mi son fatto consigliare un libro e l'ho preso, senza sapere che il soprannaturale è forse il personaggio principae delle opere Koontziane. E a me non entusias ...continua

    Premetto che Koontz ha un suo stile di scrittura che a me piace in modo particolare, il voto basso deriva dal fatto che non conoscendolo, mi son fatto consigliare un libro e l'ho preso, senza sapere che il soprannaturale è forse il personaggio principae delle opere Koontziane. E a me non entusiasma affatto. Anzi.

    ha scritto il