Sortilegio d'amore

Di

Editore: Euroclub

3.5
(26)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 342 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000024180 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Rosa

Ti piace Sortilegio d'amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È un geis potente quello che da generazioni incombe su casa Trevallyan, un antico incantesimo che deriva le sue origini dalle magiche arti dei druidi e segna come un'arcana maledizione il destino di chi vi è succube.

La mancata osservanza delle imposizioni del geis non può che portare miseria e sventura al signore che vi è legato e ai suoi sudditi.

E il geis dei Trevallyan, visconti della ridente contea irlandese di Lir, vuole che il padrone del castello sposi un'umile popolana, dopo averne conquistato eternamente il cuore.

Ecco perché gli anziani saggi del ridente borgo entrano in fermento all'apparire dei primi segni soprannaturali: è giunta l'ora che il nuovo signore di Lir conosca la sposa che il geis ha scelto per lui.

Il giovane e attraente Lord Trevallyan la pensa però diversamente e anzi trova persino ridicolo che nel 1828 si presti ancora fede alle vecchie superstizioni.

E quando la sacra croce celtica incaricata di designare la prescelta lo conduce al cospetto di una neonata, con tutta l'arroganza dei suoi vent'anni accantona definitivamente la faccenda come frutto delle fole di quattro vecchi beoni.

Ma non si sfida impunemente un geis. La vita di Lord Trevallyan sarà costellata di dolori e delusioni, lutti e solitudine.

Finché, dopo vent'anni, il fato gli farà incontrare di nuovo quella bambina, ormai splendida donna.

Il desiderio nascerà spontaneo, irresistibile, ma - come predetto - conquistare l'amore di quella giovane ribelle, orgogliosa e indipendente, potrebbe rivelarsi un'impresa impossibile.

E l'incantesimo del geis ricadrà sul destino dell'intera contea...

Ordina per
  • 4

    Perché?!

    Perché, mi chiedo, quella cover, dal momento che mai i protagonisti si rotolano su un prato?
    Perché, mi chiedo, questo titolo italiano così banale, quando l'originale, "The ground she walks upon" era ...continua

    Perché, mi chiedo, quella cover, dal momento che mai i protagonisti si rotolano su un prato?
    Perché, mi chiedo, questo titolo italiano così banale, quando l'originale, "The ground she walks upon" era così perfetto, nel suo riprendere una battuta struggente del protagonista a conclusione del romanzo?
    Perché italianizzare Ravenna in Corvina?
    Premesso ciò, il romanzo mi è piaciuto molto, come già "Notte dopo notte" della stessa autrice. Anche in questo caso il protagonista, Niall, è un uomo tormentato e "un filino disturbato"...insomma, uno di quei protagonisti che piacciono a me! :-D Come ci informa la sinossi, Corvina e Niall sono legati, sin dalla nascita di lei, da una sorta di incantesimo/maledizione i cui effetti, nel bene e nel male, ricadranno sull'intero villaggio di Lir. Tutto il romanzo ruota attorno alla lotta dei protagonisti per sottrarsi al geis e al potere di attrazione quasi magico che l'uno esercita sull'altra. Lui cerca il controllo, il dominio e lei la libertà e l'indipendenza. Entrambi vi rinunceranno a favore dell'amore. L'intreccio è abbastanza lineare, senza grandi eventi o rocambolesche avventure. A farla da padroni sono i dialoghi e le situazioni conflittuali attraverso le quali Corvina e Niall, progressivamente, mettono da parte l'orgoglio e si liberano da ciò che pensano di desiderare per sé per accogliere come propri i desideri dell'altro e, in definitiva, il loro destino in parte già scritto. Non si tratta però - ed è questo uno dei punti di forza del romanzo - di un'accettazione passiva di qualcosa imposto dall'esterno, ma di un cambiamento e un' apertura consapevoli e sofferti. I due non compiono ciò che è richiesto dal "geis" perché devono, ma (come richiesto dal "geis") perché lo vogliono. Ho trovato bellissima anche la fiaba che corre parallela alla loro storia (è una fiaba che lei scrive mentre le vicende si svolgono), dove si ritrovano le stesse dinamiche tra i protagonisti, Skya e Aidan, ma con un'inversione dei ruoli (è la donna che ha inizialmente il potere e l'uomo che cerca di liberarsi). L'ho trovato intenso e coinvolgente, con diverse scene "calde", ma mai iperdettagliate o volgari. Logico, deve piacere il genere...
    La mancanza della 5a stellina è dovuta ad un motivo futile e becero: il protagonista non è né particolarmente alto, né particolarmente muscoloso. Purtroppo, sarà un cliché del genere, ma in un romance il "manzo" ci vuole! Ma nessuno è perfetto...

    ha scritto il 

  • 3

    quasi 4.. se non fosse per l'eroina..

    carino... bella idea devo dire, solo che l'eroina lasciava un po' a desiderare... troppo ingenua, fino a rasentare la stupidità... per il resto ben costruito e affascinanti atmosfere... e il protagon ...continua

    carino... bella idea devo dire, solo che l'eroina lasciava un po' a desiderare... troppo ingenua, fino a rasentare la stupidità... per il resto ben costruito e affascinanti atmosfere... e il protagonista lo adoro!

    ha scritto il