Sotto cieli noncuranti

Voto medio di 649
| 170 contributi totali di cui 160 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Matilde ha dodici anni. Non sopporta i guanti spaiati e compie piccoli, bizzarri rituali per addomesticare la realtà, per darle un ordine. È un dicembre torinese, pieno di neve e di ombre. Pochi giorni prima di Natale, il padre di Matilde, il ...Continua
Ha scritto il 17/07/17
SPOILER ALERT
Una storia che si basa su buone premesse: un noir, due morti assolutamente accidentali, viste dall'interno, dai familiari delle vittime e dall'esterno, dagli inquirenti. Un romanzo da cui ci si aspetta perciò che ogni prospettiva aggiunga un pezzo ...Continua
Ha scritto il 16/01/16
Senz'anima
Dalle premesse di questo libro mi sarei aspettata tutt'altro, sembrava una storia interessante, arricchita dai tanti punti di vista narrativi diversi, cosa che solitamente apprezzo, ma invece qui il risultato è stato caotico e dispersivo. Le storie ...Continua
Ha scritto il 27/12/15
Sottile e lenta la costruzione dei personaggi, incantevoli i luoghi. Piacevole lettura anche se nel finale ho avuto l'impressione di perdermi qualcosa.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 13/07/15
SOTTO CIELI NONCURANTI
“…ogni cosa è annientata, sotto cieli noncuranti, d’innocenza e di colpa…” Dylan ThomasBenedetta Cibrario, nata a Firenze da madre napoletana e padre torinese, ha sempre vissuto tra la Toscana, ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 09/04/15
Bello
Mi piace molto il modo di scrivere della Cibrario e questa storia, raccontata con il suo stile asciutto e scorrevole mi ha catturata, letto d'un fiato
  • 2 mi piace

Ha scritto il Nov 23, 2014, 20:43
Il mondo è fatto di dettagli. Noi siamo un agglomerato di dettagli. Siamo una manciata di neve fresca che si scioglie al calore della mano. Palline di mercurio, sensazioni imprecisate, trascuratezze, minuti evaporati. Mezze frasi a cui non si è ...Continua
Pag. 196
  • 1 mi piace
Ha scritto il Jan 06, 2012, 22:30
Ci vorrebbe un binocolo professionale anche per le cose che abbiamo in testa, cose che solo lì - di sicuro - anche se non riusciamo a ritrovarle. Sarebbe utile. Veramente." Matilde
Pag. 209
Ha scritto il Mar 02, 2011, 17:25
Le porte aperte ti invitano ad entrare, se te la senti. Le cose spaiate si devono appaiare. Le cose rotte si devono aggiustare. E quelle che fanno soffrire si devono curare.
Pag. 242
  • 1 mi piace
Ha scritto il Sep 10, 2010, 09:26
Non riesco a togliermi dalle orecchie il rumore di quel silenzio. Il silenzio è una voce
Pag. 243
Ha scritto il Sep 10, 2010, 09:25
Questo fanno le donne abbandonate, restano aggrappate ad appigli sempre più inconsistenti, vivono insonni con lo stomaco contratto, osservanole vite degli altri - per strada, al lavoro, in banca, al supermercato, dal medico - con la suprema ...Continua
Pag. 206

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi