Sotto i venti di Nettuno

Voto medio di 3358
| 397 contributi totali di cui 381 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Una giovane donna uccisa con tre ferite di arma da taglio, una catena di omicidi tutti uguali che affiorano dal passato. Sul cammino di Adamsberg, lo svagato commissario che ama zigzagare tra deduzioni che ai più paiono del tutto incongrue, c'è il ...Continua
Ha scritto il 07/01/17
Pensavo meglio ma si fa leggere
Fatica a decollare questo romanzo, e solo dopo aver passato la metà ha preso ritmo sufficiente per arrivare alla fine. La trama non è granché a parte alcune (poche) trovate interessanti. I personaggi sono tutti piuttosto sbiaditi o inverosimili ...Continua
Ha scritto il 07/01/17
Ultimo libro letto di questa autrice ( mi manca solo da leggere tempi glaciali) della serie del commissario Adasmberg. Di questa scrittrice non c'è un solo libro che io non abbia apprezzato, la Vargas sa scrivere in una maniera meravigliosa, sa ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 10/11/16
"In Canada tutto è più grande . Tranne i ricordi , che sono più piccoli."
Per anni ho (colpevolmente) ignorato persino l'esistenza di questa scrittrice ma ora che la lacuna è stata colmata mi fa piacere , di quando in quando , lasciarmi conquistare dalle atmosfere talvolta "goticheggianti" create dalla sua vivida ...Continua
  • 5 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 02/07/16
SPOILER ALERT
In partenza con la sua squadra per il Canada, il commissario Adamsberg viene a sapere di uno strano omicidio: in un paese dell'Alsazia è stato rinvenuto il corpo di una ragazza, apparentemente uccisa a colpi di tridente. La misteriosa arma del ...Continua
Ha scritto il 01/06/16
Una grande autrice
Trovo che Fred Vargas sia una grandissima autrice di gialli, forse addirittura la migliore in circolazione (e questo tenendo conto anche dei colleghi uomini).Il Commissario Adamsberg è un personaggio memorabile, degno successore del grande ...Continua

Ha scritto il Sep 01, 2011, 21:52
nel cuore di ogni racconto c'è sempre un macigno pesantissimo
Ha scritto il Nov 07, 2010, 11:37
PDF ebook
Ha scritto il Mar 21, 2010, 12:17
"- Uno dei tuoi colleghi non è ancora arrivato. Lo slungo.- Non chiamarlo così, Aurèle. Lui capisce il quebecchese.- Com'è possibile?- Legge un sacco. Sembrerà anche un tipo moscio, ma nella sua testa non c'è neppure mezzo grammo di slungo. ...Continua
Pag. 134
Ha scritto il Mar 21, 2010, 12:03
"Fu del tutto inutile, e il malessere lo investì come un tornado devasta un campo, rapido, inarrestabile e violento. Per poi abbandonare distratto la preda e continuare la sua impresa altrove."
Pag. 17
Ha scritto il Mar 21, 2010, 12:01
"Una fitta di sgomento, la percezione di una minaccia e il corpo che si erge contro di essa. E ora che si muoveva di nuovo facilmente gli restava un'indicibile sensazione di pena, come un sedimento scolorito che l'onda cede alla risacca."
Pag. 16

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi