Sotto il segno della pecora

Di

Editore: Guanda (Le Fenici Tascabili)

4.0
(4481)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Chi tradizionale , Spagnolo , Portoghese , Giapponese , Francese , Tedesco , Russo , Olandese , Finlandese , Lettone , Sloveno , Polacco , Catalano

Isbn-10: 8882462889 | Isbn-13: 9788882462888 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Rusconi

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Sotto il segno della pecora?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Dimenticate ciò che sapete del Giappone ed entrate nel mondo surreale di Murakami. Un mondo che ha dimenticato geishe e samurai, popolato da ragazze disinibite e indipendenti, da inquieti trentenni in carriera, insicuri e anche un po' mediocri. Uno di questi è il protagonista del romanzo, copywriter in un'agenzia di pubblicità, al quale un giorno arriva una telefonata. Un brutto affare, un "problema di pecore".
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Incanta e cattura

    Secondo libro di Murakami, subito dopo Dance dance dance (quando ho capito che i due libri erano collegati e teoricamente questo doveva essere letto prima dell’altro).
    Ho trovato interessante l’allusi ...continua

    Secondo libro di Murakami, subito dopo Dance dance dance (quando ho capito che i due libri erano collegati e teoricamente questo doveva essere letto prima dell’altro).
    Ho trovato interessante l’allusione a eventi di cui avevo letto in Dance dance dance ma che non ero riuscita a spiegarmi, e nonostante li abbia letti in disordine, l’ho trovata un’esperienza curiosa: mi è piaciuto molto il fatto che i due libri coglievano periodi diversi della vita del protagonista, e che quindi potevano essere letti indipendentemente l’uno dall’altro, ma che erano comunque collegati per mezzo di alcune situazioni.
    La trama mi ha catturata, in particolare l’idea dell’aneurisma che giunge in parallelo con la crescita esponenziale del Maestro, entrambi gli avvenimenti legati alla presenza della pecora. Ho trovato piuttosto ilare l’accettazione del protagonista di questa versione dei fatti, totalmente surreale ma che riesce a prendere una piega logica grazie alla superba scrittura dell’autore.
    Ancora una volta sono rimasta incantata e ancora una volta non vedo l’ora di leggere un altro romanzo di Murakami: fortemente consigliato.

    ha scritto il 

  • 5

    Una trama particolarmente "strana", uno stile di scrittura a dir poco straordinario. Non è un libro che consiglierei a chi legge Murakami per la prima volta (un Norwegian wood, a mio avviso, è più ada ...continua

    Una trama particolarmente "strana", uno stile di scrittura a dir poco straordinario. Non è un libro che consiglierei a chi legge Murakami per la prima volta (un Norwegian wood, a mio avviso, è più adatto), però non ha niente da invidiare ad altri libri suoi già letti.... e ora sotto con Dance Dance Dance!

    ha scritto il 

  • 3

    non al livello degli altri

    Un Murakami ancora acerbo, non mi è entrato dentro completamente, finale sbrigativo. Per quanto i romanzi dell'autore possano essere visionari e onirici (caratteristica che in genere adoro), qui non s ...continua

    Un Murakami ancora acerbo, non mi è entrato dentro completamente, finale sbrigativo. Per quanto i romanzi dell'autore possano essere visionari e onirici (caratteristica che in genere adoro), qui non si capisce veramente un tubo :)

    ha scritto il 

  • 0

    L’uomo-pecora bussa alla porta e non mi stupisco, anzi lo stavo aspettando senza rendermene conto. La potenza di Murakami è tutta qui: far sembrare normale e scontato un avvenimento senza senso. Murak ...continua

    L’uomo-pecora bussa alla porta e non mi stupisco, anzi lo stavo aspettando senza rendermene conto. La potenza di Murakami è tutta qui: far sembrare normale e scontato un avvenimento senza senso. Murakami ha alterato, per sempre, la mia percezione di lettore.

    ha scritto il 

  • 0

    traumreise

    an incomprehensive, dark and hopeless book. Describes loneliness and life absurdity. read up in a day, not beacause interesting but 'cause one day of unespected darkness is even too much

    ha scritto il 

  • 4

    Alla fine ok

    Il libro non mi stava piacendo. Nella sua totale assurdità però sono arrivato alla fine piuttosto appassionato e felice di essermi dedicato a questa lettura.
    Nessun passaggio è stato particolare.
    Tutt ...continua

    Il libro non mi stava piacendo. Nella sua totale assurdità però sono arrivato alla fine piuttosto appassionato e felice di essermi dedicato a questa lettura.
    Nessun passaggio è stato particolare.
    Tutto sommato, va bene così.

    ha scritto il 

  • 3

    Immergersi in un romanzo di Murakami significa sempre intraprendere un viaggio onirico dai risvolti inaspettati, questo è certo. "Nel segno della pecora", opera prima dell'autore, è - per citare la Di ...continua

    Immergersi in un romanzo di Murakami significa sempre intraprendere un viaggio onirico dai risvolti inaspettati, questo è certo. "Nel segno della pecora", opera prima dell'autore, è - per citare la Disney - un diamante allo stato grezzo. Il mio più grande rammarico è infatti averlo letto per ultimo, dopo aver assaporato gli scritti più maturi di questo autore. L'elemento caratteristico della scrittura di Murakami è però già presente: la storia, inizialmente lineare, si trasforma in un dipinto onirico. Il protagonista, un giovane pubblicitario senza nome, viene coinvolto nella bizzarra ricerca di un suo amico di infanzia e di una misteriosa pecora.
    Assolutamente consigliato a chi vuole approcciarsi per la prima volta a questo autore, in modo da poter apprezzare al meglio l'evoluzione e lo sviluppo del suo stile.

    Passate a trovarmi su Facebook: La piccola biblioteca dei libri dimenticati

    ha scritto il 

  • 0

    Non il Murakami che mi ha fatto innamorare con la sua prosa.
    Spero che mi sia sembrato così acerbo solo perchè è un romanzo d'esordio...
    Nell'attesa di leggere altri libri e ritrovare un incanto momen ...continua

    Non il Murakami che mi ha fatto innamorare con la sua prosa.
    Spero che mi sia sembrato così acerbo solo perchè è un romanzo d'esordio...
    Nell'attesa di leggere altri libri e ritrovare un incanto momentaneamente interrotto...

    ha scritto il 

Ordina per