Sotto il segno della pecora

Voto medio di 4.501
| 481 contributi totali di cui 395 recensioni , 86 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dimenticate ciò che sapete del Giappone ed entrate nel mondo surreale di Murakami. Un mondo che ha dimenticato geishe e samurai, popolato da ragazze disinibite e indipendenti, da inquieti trentenni in carriera, insicuri e anche un po' mediocri. Uno ... Continua
Ha scritto il 01/08/17
uno dei miei preferiti
  • 1 mi piace
Ha scritto il 17/07/17
SPOILER ALERT
Incanta e cattura
Secondo libro di Murakami, subito dopo Dance dance dance (quando ho capito che i due libri erano collegati e teoricamente questo doveva essere letto prima dell’altro).Ho trovato interessante l’allusione a eventi di cui avevo letto in Dance dance ..." Continua...
Ha scritto il 02/07/17
Una trama particolarmente "strana", uno stile di scrittura a dir poco straordinario. Non è un libro che consiglierei a chi legge Murakami per la prima volta (un Norwegian wood, a mio avviso, è più adatto), però non ha niente da invidiare ad ..." Continua...
Ha scritto il 26/06/17
non al livello degli altri
Un Murakami ancora acerbo, non mi è entrato dentro completamente, finale sbrigativo. Per quanto i romanzi dell'autore possano essere visionari e onirici (caratteristica che in genere adoro), qui non si capisce veramente un tubo :)
  • 1 mi piace
Ha scritto il 23/06/17
L’uomo-pecora bussa alla porta e non mi stupisco, anzi lo stavo aspettando senza rendermene conto. La potenza di Murakami è tutta qui: far sembrare normale e scontato un avvenimento senza senso. Murakami ha alterato, per sempre, la mia percezione ..." Continua...

Ha scritto il Aug 10, 2017, 20:10
Il mondo è mediocre. Su questo non ci sono dubbi. Ma è sempre stato mediocre, fin dalle origini? No. All'inizio c'era il caos, e il caos non è mediocre.
Pag. 112
Ha scritto il Nov 15, 2016, 23:53
Si può dire che noi esseri umani vagliamo senza meta sul continente della casualità, come i semi alati di qualche specie vegetale portati da una capricciosa brezza primaverile.Tuttavia si può anche sostenere che la casualità non esiste.Ciò che ... Continua...
Ha scritto il Sep 01, 2015, 15:20
Gli esseri umani hanno bisogno di un equilibrio a metà fra i propri desideri e il proprio orgoglio. Così come ogni oggetto ha il suo centro di gravità.
Pag. 138
Ha scritto il Aug 24, 2015, 20:39
Ho una sola aspirazione: assistere con i miei occhi al crepuscolo degli dèi.
Pag. 122
Ha scritto il Aug 24, 2015, 20:15
La negazione della coscienza a sua volta è correlata alla negazione del linguaggio. Quando questi due pilastri dell'umanesimo occidentale - la coscienza individuale e la continuità evolutiva - perdono il loro significato, lo perde anche il ... Continua...
Pag. 120

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi