Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sotto il sole ai Campi Elisi

Corti di Carta 2007 n°9

Di

Editore: Corriere della Sera

2.8
(120)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 61 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000014512 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Sotto il sole ai Campi Elisi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Avevo già letto altri due Corti e mi avevano molto delusa, perciò mi sono approcciata a questo con praticamente nessuna aspettativa. Invece sono rimasta piacevolmente colpita. Non è certamente un capo ...continua

    Avevo già letto altri due Corti e mi avevano molto delusa, perciò mi sono approcciata a questo con praticamente nessuna aspettativa. Invece sono rimasta piacevolmente colpita. Non è certamente un capolavoro ma ho trovato i personaggi ben descritti, le riflessioni in prima persona sentite e abbastanza particolari e tutto il racconto scorrevole e carino, per passare piacevolmente una mezz'ora.

    ha scritto il 

  • 3

    Uno spaccato sulla probabile evoluzione dello scrittore.
    Curioso, consapevole, annoiato...
    Mi identifico con il terzo aspetto, perché è stata una lettura veloce e indolore ma un po' noiosetta... ...continua

    Uno spaccato sulla probabile evoluzione dello scrittore.
    Curioso, consapevole, annoiato...
    Mi identifico con il terzo aspetto, perché è stata una lettura veloce e indolore ma un po' noiosetta...

    ha scritto il 

  • 1

    Avemo da campà.

    Vabbè, Sandro, se non t'andava di collaborare con I Corti di Carta bastava dirlo, mica c'era bisogno di scrivere 'sta cosa brutta.
    Ma brutta brutta brutta eh?
    Zeppa di luoghi comuni e irritanti come u ...continua

    Vabbè, Sandro, se non t'andava di collaborare con I Corti di Carta bastava dirlo, mica c'era bisogno di scrivere 'sta cosa brutta.
    Ma brutta brutta brutta eh?
    Zeppa di luoghi comuni e irritanti come un riccio infilato sai tu dove.
    Come dici?
    Era da contratto?
    Un po' di sghei?
    Eh, ho capito, però allora mettici un minimo di testa!

    ha scritto il 

  • 2

    uno scrittore parla di altri scrittori che non hanno neppure iniziato a scrivere, e di altri che hanno già finito di dire tutto quel che avevano da dire. Vorrebbe essere una riflessione professionale ...continua

    uno scrittore parla di altri scrittori che non hanno neppure iniziato a scrivere, e di altri che hanno già finito di dire tutto quel che avevano da dire. Vorrebbe essere una riflessione professionale sul narrare e, invece, si avvolge in una spirale autocompiaciuta.

    ha scritto il 

  • 3

    Questo racconto,scritto da un autore che mi piace molto,mi ha lasciata veramente indifferente.
    Mi è sembrato una specie di virtuosismo di uno scrittore al quale hanno commissionato un lavoro.
    E' ben s ...continua

    Questo racconto,scritto da un autore che mi piace molto,mi ha lasciata veramente indifferente.
    Mi è sembrato una specie di virtuosismo di uno scrittore al quale hanno commissionato un lavoro.
    E' ben scritto ma non trasmette nessuna sensazione.

    ha scritto il 

  • 1

    Un ritratto di tre scrittori, un monito sul pericolo della autoreferenzialità. Forse la tematica non era adatta al racconto, ma necessitava di un romanzo. Così, forse per il poco spazio, abbiamo il ri ...continua

    Un ritratto di tre scrittori, un monito sul pericolo della autoreferenzialità. Forse la tematica non era adatta al racconto, ma necessitava di un romanzo. Così, forse per il poco spazio, abbiamo il ritratto non di tre personaggi, ma di tre stereotipi

    ha scritto il