Sotto l'albero di mimosa

Di

Editore: Aletti Editore

3.5
(28)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 60 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8876803378 | Isbn-13: 9788876803376 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Sotto l'albero di mimosa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
A volte capita di chiudere gli occhi e di immedesimarsi nelle donne che ci hanno preceduto. Coloro che hanno patito e sofferto, combattuto e sacrificato se stessi per darci la libertà, la possibilità di scelta che abbiamo oggi, e ci chiediamo che volto potevano mai avere quelle eroine che hanno vissuto la propria quotidianità in funzione di un avvenire ancora lontano. “Sotto l’albero di mimosa” è il volto di queste donne che con coraggio e amore si sono spinte più in là con l’ occhio del cuore. E’ un gesto d’amore verso un universo ambivalente. È un intreccio di racconti in cui ogni protagonista vive celata nel proprio micro-cosmo in cerca della via d’uscita, in cerca di una soluzione: all’ignoranza, all’arroganza alla supremazia, alla violenza fisica e psicologia. Ogni storia è una vita. Un sacrificio, una bugia e si passa da Fiorella che deve convivere con la sua diversità, combattendo ogni giorno con la cattiveria di coloro che desiderano solo sfruttarla, a Sfinge che cela la sua vera identità dietro uno pseudonimo che dovrebbe salvarla dalla realtà di essere brutta e grassa, alla storia di una mamma che preferisce la menzogna pur di non combattere più con una figlia tossicomane. E poi c’è Maria la principessa che vive in un tugurio nell’attesa che arrivi la fine e Carlotta che trova il grande amore quando al suo fianco ha già una famiglia
Ordina per
  • 3

    Molto carina questa raccolta di racconti tutta al femminile.
    Uno spaccato di vita reale e drammatica di cui si parla ancora troppo poco..la cronaca purtroppo insegna che il male non è poi così lontano ...continua

    Molto carina questa raccolta di racconti tutta al femminile.
    Uno spaccato di vita reale e drammatica di cui si parla ancora troppo poco..la cronaca purtroppo insegna che il male non è poi così lontano..

    ha scritto il 

  • 3

    Duro, realistico, fa riflettere su quanto le donne subiscano, quanto in certi casi siano "complici", quanto a volte si facciano del male. Le tre stelline sono per la grammatica, in alcuni punti abbast ...continua

    Duro, realistico, fa riflettere su quanto le donne subiscano, quanto in certi casi siano "complici", quanto a volte si facciano del male. Le tre stelline sono per la grammatica, in alcuni punti abbastanza zoppicante.

    ha scritto il 

  • 4

    E' bello vedere che nonostante la sterilità di pensiero della società contemporanea ci siano ancora persone sensibili, capaci di descrivere e raccontare con passione le vite sofferte di molti. In ques ...continua

    E' bello vedere che nonostante la sterilità di pensiero della società contemporanea ci siano ancora persone sensibili, capaci di descrivere e raccontare con passione le vite sofferte di molti. In questo caso di donne. Donne dalle storie diverse, che per un motivo od un altro attraversano una situazione difficile, venendo travolte dai pregiudizi e da una società che troppo spesso le soffoca. Un libro fatto non solo per raccontare ma in parte un pò per denunciare e un pò per non dimenticare. Mi ha colpito molto anche la delicatezza con cui vengono indagate queste difficili vite, affrontate con una scrittuare che non diventa mai opprimente!

    Unica pecca? Un quadro generale dedicato esclusivamente a donne sconfitte, succubi, schiacciate. Manca un invito alla speranza, alla forza e alla volontà di reagire a queste situazioni! Mancano delle figure vincenti che possano aiutare a dare un po' di coraggio alle lettrici.

    Concludendo un libro bello che rileggerei volentieri, anche se non in quei momenti in cui il mondo mi fa sentire un po' fragile!

    ha scritto il 

  • 3

    Si tratta di una serie di racconti che disegnano vari tipi di donne, con forti emozioni al punto tale che spesso le pagine lasciano l’amaro in bocca per il pessimismo, il senso di sconfitta, la soffer ...continua

    Si tratta di una serie di racconti che disegnano vari tipi di donne, con forti emozioni al punto tale che spesso le pagine lasciano l’amaro in bocca per il pessimismo, il senso di sconfitta, la sofferenza raccontata in modo molto reale, così reale che la storia sembra vicinissima al lettore. La scrittura è molto piacevole pur con qualche imperfezione grammaticale, si alterna tra frasi dirette e fredde a momenti di dolcezza e commozione.
    Un libro che può aiutare ad approfondire certi aspetti delle donne, purtroppo reali nella sofferenza.

    LETTERA DAL PASSATO: una madre ripone le sue speranze, i suoi sogni, i suoi desideri, nella figlia, o figlio, che deve nascere.

    LACCI E CATENE: triste storia di Fiorella, ragazza e poi donna con un grave handicap, e sempre torturata e offesa da chi la circonda. E’ un racconto molto forte, triste ed emozionante. Si pensa, e si spera, che nella realtà non succeda ciò che la fantasia racconta, e forse invece la realtà è ancor peggiore rispetto al racconto.

    RIFLESSI DI VITA: una madre non riesce più a combattere contro la droga che si sta prendendo la vita di sua figlia, fino ad arrivare ad una scelta forse la più straziante che una madre possa fare.

    ARTIFICIO E OSSESSIONI: Franca è una ragazza brutta e solitaria, e solo in chat riesce a conoscere qualcuno… qualcuno per cui diventare bella… ma forse la bellezza non è tutto nella vita.

    RUOLI INVERSI: molto bello, pieno di emozione, completo nonostante qualche imperfezione grammaticale. Due donne reagiscono in modo diverso al dolore e alla malattia.

    SOTTO L’ALBERO DI MIMOSA: un amore proibito, una scelta contro il proprio cuore, e Carlotta non riesce più a svolgere la sua vita di sempre.

    MARTINA E IL PRINCIPE ORCO: quando una moglie scopre il vero carattere del marito, violento e alcolizzato, raccontata come se fosse una favola.

    EVA: BLASFEMA E FEDELE: lo sfogo di Eva, la prima donna, che incarna tutte le donne e le loro sofferenze nel corso dei secoli.

    ha scritto il 

  • 4

    Una raccolta di racconti ad alto tasso emotivo. Qui le protagoniste sono le donne, con le loro passioni, con le loro sofferenze e difficoltà. Donne vittime di violenze e di tormenti quotidiani. Ma anc ...continua

    Una raccolta di racconti ad alto tasso emotivo. Qui le protagoniste sono le donne, con le loro passioni, con le loro sofferenze e difficoltà. Donne vittime di violenze e di tormenti quotidiani. Ma anche donne che non si amano e che violentano se stesse. Racconti che colpiscono il cuore dei lettori e che non passano inosservati. Ottimo lo stile dell'autrice, che sa catturare l'attenzione, senza rendere mai noiosa la lettura. Attendo ora la prossima opera di Caterina, magari un po' più soft....

    ha scritto il 

  • 4

    Forte

    Raccolta di racconti crudi, appassionanti, disincantati, che hanno come protagonista la donna disagiata, persa e irrecuperabile. La caratteristica comune che lega le storie tra loro è la condizione es ...continua

    Raccolta di racconti crudi, appassionanti, disincantati, che hanno come protagonista la donna disagiata, persa e irrecuperabile. La caratteristica comune che lega le storie tra loro è la condizione estrema delle protagoniste, tutte donne problematiche che non riescono a riscattarsi.
    Lo stile dell'autrice ha carattere e coinvolge.

    ha scritto il 

  • 4

    Raccolta di racconti tutta al femminile. Ne emergono innumerevoli figure femminili che caratterizzano in un modo o nell'altro la nostra società. Caratteristica comune ai racconti: la condizione della ...continua

    Raccolta di racconti tutta al femminile. Ne emergono innumerevoli figure femminili che caratterizzano in un modo o nell'altro la nostra società. Caratteristica comune ai racconti: la condizione della donna vista solo negativamente, la donna vista solo come succube e sottomessa. E' questo che non mi ha permesso di dare 5 stelline a questo libro. Esistono anche altri aspetti positivi nei ruoli che la donna può coprire, quindi perché non sottolineare anche quelli? Nonostante tutto sono da apprezzare questi piccoli scorci di vita che rappresentano noi donne sotto il punto di vista della fragilità.

    ha scritto il 

  • 3

    Racconti che delineano donne sconfitte, tristi, abbandonate, senza possibilità di riscatto né via di scampo. Non c'è speranza, non c'è uno spiraglio di sole.
    I racconti sono molto intensi, ma sono com ...continua

    Racconti che delineano donne sconfitte, tristi, abbandonate, senza possibilità di riscatto né via di scampo. Non c'è speranza, non c'è uno spiraglio di sole.
    I racconti sono molto intensi, ma sono come tante ferite aperte, piccoli squarci di dolore che l'autrice ci propone.
    La scrittura scivola via poetica e alcuni racconti sono particolarmente toccanti. Nonostante questo, avrei preferito un pizzico in più di ottimismo. Non un lieto fine, ma una speranza per tutte queste povere donne.

    ha scritto il 

  • 4

    una serie di brevi racconti dove la protagonista è la donna dove l'autrice cerca di far capire al lettore il disagio che tante donne ancora oggi vivono nella nostra società.
    Particolarmente intensi il ...continua

    una serie di brevi racconti dove la protagonista è la donna dove l'autrice cerca di far capire al lettore il disagio che tante donne ancora oggi vivono nella nostra società.
    Particolarmente intensi il primo e l'ultimo racconto.

    ha scritto il