Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sotto terra

Di

Editore: Sonzogno

3.2
(631)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 359 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8845413101 | Isbn-13: 9788845413100 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Cristiana Astori

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Sotto terra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    questo film non s'ha da fare .

    Primo libro in assoluto per il creatore di Lincoln Rhyme e altri romanzi di successo, che fa capire da subito quello che poi Deaver sarebbe diventato.
    Il protagonista è un personaggio che gravita nel mondo del cinema , prima da stuntman poi sceneggiatore e infine location scout. Il suo comp ...continua

    Primo libro in assoluto per il creatore di Lincoln Rhyme e altri romanzi di successo, che fa capire da subito quello che poi Deaver sarebbe diventato.
    Il protagonista è un personaggio che gravita nel mondo del cinema , prima da stuntman poi sceneggiatore e infine location scout. Il suo compito è quello di girare l'america in cerca di posti per girare i film e il suo arrivo cambierà l'andamento quotidiano di un piccolo paesino dello stato di New York. Tra "affetti", morti, cinema e droga si svolge il racconto. Bello e molto fluido da leggere, con un finale malinconico da film !(per restare in tema )

    ha scritto il 

  • 2

    Mi dispiace ammetterlo ma Deaver con questo romanzo ha toppato. Non ha trama avvincente, non ha succo, resta scorrevole come sempre e molto ben scritto ma una storia senza capo né coda. Mi ha deluso, forse è meglio restare ancorati ai personaggi storici come Rhyme, forse.

    ha scritto il 

  • 2

    Caro Jeffery,
    Scusa nè, ma Pellam non regge il confronto con nessuno degli altro tuoi protagonisti.
    Eddai, da te il clichè i duri hanno due cuori non me l'aspettavo.
    Almeno nel finale ho ritrovato il tuo stile, chè io lo so che sghignazzi mentre batti sulla tastiera e all'improv ...continua

    Caro Jeffery,
    Scusa nè, ma Pellam non regge il confronto con nessuno degli altro tuoi protagonisti.
    Eddai, da te il clichè i duri hanno due cuori non me l'aspettavo.
    Almeno nel finale ho ritrovato il tuo stile, chè io lo so che sghignazzi mentre batti sulla tastiera e all'improvviso cambi le carte e gli stronzi restano stronzi, ma alcuni buoni si scoprono i più stronzi di tutti.
    In conclusione: pazienza Jeffery, nonostante Pellam, io ti amo lo stesso.

    ha scritto il