Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sotto un cielo cremisi

Di

Editore: Fanucci

3.7
(933)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 312 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8834714814 | Isbn-13: 9788834714812 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luca Conti

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Sotto un cielo cremisi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando Hap e Leonard vengono contattati dal loro vecchio amico Marvin Hanson, che vorrebbe liberare sua nipote da alcuni trafficanti di droga, i due non hanno problemi a svolgere il lavoro. L'unico problema è che quegli spacciatori lavorano per persone molto più malvagie e feroci di loro. Nasce così una vera e propria guerra senza limiti e restrizioni, durante la quale Hap e Leonard conosceranno un misterioso e leggendario assassino, chiamato Vanilla Ride; e dopo quell'incontro, le cose si metteranno davvero male per loro.
Ordina per
  • 3

    Sotto un cielo cremisi

    Sebbene la saga di Hap & Leonard mostri segni di stanchezza già da alcuni episodi, non riesco ad astenermi dal leggere un nuovo episodio ogni qualvolta me ne si presenta l'occasione. Lo confesso, sono ...continua

    Sebbene la saga di Hap & Leonard mostri segni di stanchezza già da alcuni episodi, non riesco ad astenermi dal leggere un nuovo episodio ogni qualvolta me ne si presenta l'occasione. Lo confesso, sono Lansdale-dipendente.

    ha scritto il 

  • 2

    Rimpatriata

    Così anche la serie Hap&Leo sembra avere esaurito la sua parabola creativa, sebbene Lansdale abbia deciso di tirarla fuori dalla naftalina in questo settimo episodio, dopo otto anni di interruzione da ...continua

    Così anche la serie Hap&Leo sembra avere esaurito la sua parabola creativa, sebbene Lansdale abbia deciso di tirarla fuori dalla naftalina in questo settimo episodio, dopo otto anni di interruzione dal precedente: ma non c’è nessun particolare rilevante, nessuna scena, nessun personaggio di spicco che distingua la storia di “Sotto un cielo cremisi” dalle altre e giustifichi la riesumazione della celebre e simpatica coppia.

    Ce ne faremo una ragione: lo stesso autore, tanto per non smentire la sua prolificità, si è già indirizzato verso molteplici direzioni narrative diverse, anche se non disdegna di tanto in tanto di tornare a fare un salto dagli amici per una doverosa rimpatriata come questa.

    ha scritto il 

  • 0

    Incipit

    Da un bel pezzo non mi sparava più nessuno, e negli ultimi due o tre mesi ero riuscito a conservarmi la testa tutta intera.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/s/sotto-un-cielo-cremisi- ...continua

    Da un bel pezzo non mi sparava più nessuno, e negli ultimi due o tre mesi ero riuscito a conservarmi la testa tutta intera.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/s/sotto-un-cielo-cremisi-joe-r-lansdale/

    ha scritto il 

  • 4

    Forse un po' troppo semplicistico l'intreccio narrativo e lo scioglimento finale dello stesso, ma i casini in cui vengono a trovarsi Hap e Leonard e il rocambolesco (per non dire fortuito ;-) ) modo i ...continua

    Forse un po' troppo semplicistico l'intreccio narrativo e lo scioglimento finale dello stesso, ma i casini in cui vengono a trovarsi Hap e Leonard e il rocambolesco (per non dire fortuito ;-) ) modo in cui ne escono, rendono più che piacevole la lettura.
    Sarebbe un libro da 3 stelle, ma il Vanilla Ride guadagna la quarta da sola!

    ha scritto il 

  • 0

    «Rotolai giù dal letto e andai a guardare dalla finestra. La luna era quasi piena, e la sua luce entrava di taglio nella stanza e cadeva sulla moquette e sull'estremità del letto. Quella luce mi facev ...continua

    «Rotolai giù dal letto e andai a guardare dalla finestra. La luna era quasi piena, e la sua luce entrava di taglio nella stanza e cadeva sulla moquette e sull'estremità del letto. Quella luce mi faceva uno strano effetto, come se mi bastasse allungare un piede per vederla svanire. Era come se dentro di me qualcosa avesse cambiato posizione per cadere in profondità, tra le ombre, e qualunque posizione avessi deciso di assumere - seduta, sdraiata, eretta - nessuna luce avrebbe mai più potuto o voluto illuminarmi.»

    ha scritto il 

  • 3

    Io se ci sono Hap e Leonard metto tre stelle a prescindere, ma stavolta Lansdale mi è sembrato svogliato e scazzatissimo, sembrava avesse più voglia di spegnersi un cubano su un piede che di scrivere ...continua

    Io se ci sono Hap e Leonard metto tre stelle a prescindere, ma stavolta Lansdale mi è sembrato svogliato e scazzatissimo, sembrava avesse più voglia di spegnersi un cubano su un piede che di scrivere questo romanzo. Ovviamente questo non scalfisce nemmeno lontanamente il mio amore incondizionato, Lansdale, pure se ne scrivi altri dieci così, io capirò. E li leggerò tutti comunque.

    ha scritto il 

  • 5

    Anche questa volta la sgangerata coppia formata da Leonard e Hap si ritroveranno in un mare di guai tra scazzottate e linguaggio a dir poco scurrile.
    Esempio di dialogo.
    "Anch'io mi trovo qua per caso ...continua

    Anche questa volta la sgangerata coppia formata da Leonard e Hap si ritroveranno in un mare di guai tra scazzottate e linguaggio a dir poco scurrile.
    Esempio di dialogo.
    "Anch'io mi trovo qua per caso,anche perché la mia bambola gonfiabile aveva perso aria.Fammi indovinare,scommetto che si e' suicidata con uno spillo rispose betty".
    "Come ti senti Hap?Come mi sento amico?Come se mi avesse mangiato un lupo poi mi avesse cagato giu' per un pendio e infine un'elefante mi avesse passato su".
    "L'espressione di Vanilla Ride era decisa,come una che sta cercando di concentrarsi per cagare un'incudine".
    "Ma cos'e' sei frocio?Cosi' frocio che i froci mi chiamano frocio rispose Leonard".
    Lansdale grazie di esistere!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Passano gli anni, ma Hap e Leonard sono sempre sensibili di fronte alle ingiustizie e pronti ad accorrere in soccorso di chi chiede il loro aiuto. Stavolta c'è qualche cadavere di troppo. E non mi è p ...continua

    Passano gli anni, ma Hap e Leonard sono sempre sensibili di fronte alle ingiustizie e pronti ad accorrere in soccorso di chi chiede il loro aiuto. Stavolta c'è qualche cadavere di troppo. E non mi è piaciuto un certo autocompiacimento dell'autore nel descrivere tanto spargimento di sangue. Per appassionati.

    ha scritto il 

  • 2

    Allungare il brodo e dimenticarsi del sale.

    Che dire, il primo deludente Hap & Leo della saga che leggo, è stato piacevole ritrovare Hap&Leo, Brett e la tazza di latte caldo con i biscotti alla vaniglia, i tacos, le numerose bottiglie di Dr Pep ...continua

    Che dire, il primo deludente Hap & Leo della saga che leggo, è stato piacevole ritrovare Hap&Leo, Brett e la tazza di latte caldo con i biscotti alla vaniglia, i tacos, le numerose bottiglie di Dr Pepper e le scorribande sul pickup. Scazzottate e sparatorie splatter sempre coerenti con lo stile a cui siamo abituati i fedeli seguaci di Big Joe, ma le forzature di questa trama piatta, i dialoghi ripetitivi e a volte mosci dei due non me l’aspettavo. E poi l’allegoria assente, nessun pensiero profondo, nessuna riflessione del caro Hap e nemmeno dell’incontenibile Leo e dire che c’erano personaggi interessanti come Vanille Ride, ma nulla, nessuno sviluppo, solo forzature e ripetizioni. L’unico momento particolarmente originale e “lansdeliano” è stata la confessione del tizio della Dixie Mafia chiamato il Tonto, che racconta la sua vita tribolata con tinte noir raccapriccianti, poi per tutto il resto la sensazione del déjà vu di una vecchia foto sbiadita e qualche offesa di troppo verso la religione cristiana.
    Penso che scrivere gli episodi delle saghe a volte sia più arduo che scrivere un romanzo ex-novo, la pressione dell’editore e la poca ispirazione dell’autore portano a scrivere pagine insulse e da dimenticare.
    Delusa, parecchio.

    ha scritto il 

  • 2

    Diludente

    Stavolta Hap e Leonard mi sono sembrati un po' sottotono. A parte un'epica sparatoria nei primi capitoli, si muovono stancamente secondo il solito copione, attorniati dai soliti comprimari. Fin qui nu ...continua

    Stavolta Hap e Leonard mi sono sembrati un po' sottotono. A parte un'epica sparatoria nei primi capitoli, si muovono stancamente secondo il solito copione, attorniati dai soliti comprimari. Fin qui nulla di male, se non fosse che anche i dialoghi, solitamente scoppiettanti, tranne un paio di lampi di genio sembrino fatti con lo stampino. Anche le situazioni non sono nulla di particolarmente memorabile, e chi si ricorda dello scoiattolo idrofobo sa di cosa sto parlando. Non un brutto libro tout court, ma ormai da Lansdale mi aspetto altri standard. Rimpatriata deludente.

    ha scritto il 

Ordina per