Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sparizione

Di

Editore: RL Libri (Superpocket. Best thriller, 135)

3.9
(262)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 368 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8846210409 | Isbn-13: 9788846210401 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Adria Tissoni

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Altri

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Sparizione?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È la fine di un'altra dura giornata di lavoro per l'anatomopatologa Maura Isles, quando un rumore improvviso nella cella frigorifera attira la sua attenzione. Uno scherzo della stanchezza o tra i corpi in attesa di essere sottoposti ad autopsia qualcosa si è mosso? Si sa, la realtà è quasi sempre peggiore dell'incubo: una giovane e bellissima donna, il cui cadavere era stato ritrovato in mare non lontano da uno yacht club, ha ripreso a respirare. La ragazza viene trasportata d'urgenza in ospedale, dove fin da subito ha un comportamento inspiegabile: chiaramente terrorizzata - ma da cosa? -, si sottrae con violenza alle cure, si rifiuta di rispondere alle domande e di rivelare il proprio nome. Mentre medici e poliziotti le si accalcano intorno, la situazione precipita: la giovane ruba una pistola a un agente e prende in ostaggio sei persone. E per quanto possa risultare incredibile, tra loro c'è la detective Jane Rizzoli, al nono mese di gravidanza e in procinto di partorire. Chi è quella sconosciuta? Qual è la sua storia? Perché è così disperata? Domande alle quali Maura dovrà dare risposta, unendo le sue forze a quelle del marito di Jane, l'agente dell'FBI Gabriel Dean, in una disperata corsa contro il tempo. Perché il conto alla rovescia dettato dalla sequestratrice è iniziato. E la verità spalancherà le porte all'orrore...
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Divorato.
    Un altro libro della Gerritsen che ha saputo rapirmi sin dall'inizio e mi ha tenuto con il fiato
    sospeso sino alla fine.

    Jane questa volta non è solo colei che risolverà il caso, in questo libro la ritroviamo ostaggio di
    quello che all'inizio sembra un attacco t ...continua

    Divorato.
    Un altro libro della Gerritsen che ha saputo rapirmi sin dall'inizio e mi ha tenuto con il fiato
    sospeso sino alla fine.

    Jane questa volta non è solo colei che risolverà il caso, in questo libro la ritroviamo ostaggio di
    quello che all'inizio sembra un attacco terroristico e che alla fine si rivela essere un caso ben più complesso ed articolato....ed in tutto questo la nostra protagonista trova anche il tempo di partorire la piccola Regina.
    Il caso si risolve proprio grazie alla detective Rizzoli, alla sua caparbietà e cocciutaggine che la spingono, anche se tutti le dicono di darsi una calmata e di pensare alla piccola regina e a se stessa, a cercare la verità fino alla fine; a fare in modo che venga fatta chiarezza e giustizia!

    Un thriller che non si limita a parlare di un omicidio, ma che ci racconta della tratta delle donne che vengono acquistate come schiave per il sesso e che si ritrovano in un paese che non conoscono e che ignora la loro esistenza.
    Un thriller che vuole farci aprire gli occhi su molte cose, che ci vuole far riflettere e che nel suo piccolo ci vuole rendere più consapevoli di come va il mondo.

    Terrorismo, intrighi tra agenzie governative, traffico di donne, sesso e corruzione in un thriller unico ed accattivante.

    Voto finale: 5 stelline veramente meritate!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Leggero passo indietro per la Gerritsen.
    Lo stile è sempre diretto, realistico, senza fronzoli, come mi piace nei gialli, ma appunto proprio il giallo, che poi troppo giallo non è, non mi ha coinvolta troppo. Interessante per quanto riguarda la tratta delle schiave per la prostituzione, ma ...continua

    Leggero passo indietro per la Gerritsen.
    Lo stile è sempre diretto, realistico, senza fronzoli, come mi piace nei gialli, ma appunto proprio il giallo, che poi troppo giallo non è, non mi ha coinvolta troppo. Interessante per quanto riguarda la tratta delle schiave per la prostituzione, ma l'intrigo l'ho trovato con poco mordente, forse perchè non era la classica indagine in cui c'è da svelare l'assassino.

    ha scritto il 

  • 4

    Questa volta la coppia Rizzoli-Isles è alle prese con una donna che improvvisamente si risveglia mentre è nell'obitorio.
    Il problema sorge quando la donna in questione prende in ostaggio alcune persone in un ospedale e fra quelle persone c'è anche Jane Rizzoli che è in procinto di partorire ...continua

    Questa volta la coppia Rizzoli-Isles è alle prese con una donna che improvvisamente si risveglia mentre è nell'obitorio.
    Il problema sorge quando la donna in questione prende in ostaggio alcune persone in un ospedale e fra quelle persone c'è anche Jane Rizzoli che è in procinto di partorire.

    Partendo dal finale, c'è da dire che è piuttosto sbrigativo e, soprattutto, non fa gridare al capolavoro. Si tratta di un romanzo ben scritto, immediato e di facilissima lettura; e questo è sufficiente per promuoverlo a pieni voti.
    Per i fan della Gerritsen c'è tanta carne al fuoco.

    ha scritto il 

  • 3

    comunque mi sono divertito…

    “Sparizione” è un romanzo che non ricordo nemmeno quando e perché ho comprato; teoricamente fuori dai generi che prediligo, lo si può definire una specie di action thriller, con tutti o almeno molti ingredienti che caratterizzano questo tipo di lettura.


    Tuttavia devo riconoscere che è ben ...continua

    “Sparizione” è un romanzo che non ricordo nemmeno quando e perché ho comprato; teoricamente fuori dai generi che prediligo, lo si può definire una specie di action thriller, con tutti o almeno molti ingredienti che caratterizzano questo tipo di lettura.

    Tuttavia devo riconoscere che è ben congegnato, discretamente avvincente e in grado di conseguire il risultato immediato che si prefigge, cioè agganciare il lettore (anche uno non appassionato) fino alla fine. Presenta una struttura piuttosto originale ed è disseminato di colpi di scena anche imprevedibili ma non assurdi, coerenti con una storia che mantiene un suo percorso narrativo convincente.

    Certo, i personaggi sono grezzi e legati a precise maschere tipologiche e ad un certo punto, un po’ troppo presto, la trama sottostante il racconto si palesa pregiudicando una parte del mistero, alcuni passaggi sono un po’ forzati e poi il finale, come spesso accade in questi casi, è un po’ affrettato e hollywoodiano (non nel senso della Hollywood classica, ma di quella recente con la sua miriade di action movie anfetaminici).

    Benché la veda citare sempre più spesso in giro per anobii, non credo che leggerò altri romanzi di Tess Gerritsen per i motivi che ho indicato sopra;
    comunque mi sono divertito…

    ha scritto il 

  • 3

    Chi scompare a volte ritorna.

    "Sentite, avete scelto voi. Siete salite voi sulla mia auto. Adesso è troppo tardi per fare le timide, signore mie"
    Joe. Una meteora, che lascia il segno.

    "Il dado è tratto"

    ha scritto il 

  • 4

    CSI scena del crimine

    una casa nel bosco, ragazze straniere e una videocamera che riprende gli incontri, un personaggio importante e una carneficina


    tutto qua


    stavolta Jane, che partorisce in pieno assalto delle forze speciali, si porta dietro la piccola e continua imperterrita a fare il suo lavoro, maga ...continua

    una casa nel bosco, ragazze straniere e una videocamera che riprende gli incontri, un personaggio importante e una carneficina

    tutto qua

    stavolta Jane, che partorisce in pieno assalto delle forze speciali, si porta dietro la piccola e continua imperterrita a fare il suo lavoro, magari ha bisogno di capire che se si porta dietro la figlia questa, pur non essendosi arruolata in polizia, rischia la vita con lei, ma per il resto c'è il sottile dubbio che Jane stia crescendo semplicemente guardandosi nello specchio della maternità...
    Maura invece dimostra, come al solito, un pessimo gusto in fatto di uomini da cui sentirsi attratta, questo qui è persino peggio degli altri suoi flirt interruptus: è un coglione che pensa di arricchirsi vendendo le prove di un reato a quello che le ha commesse....un vero genio, non c'è che dire...
    nel complesso sembra più una puntata di 24 che un vero thriller

    ma non è affatto male

    ha scritto il 

  • 4

    Una scrittrice che adoro ma che in questo libro non ha dato il meglio di sè.
    Adrenalinico come sempre ma la conclusione mi è sembrata un po' raffazzonata.
    E' sfuggito a me o il biondo che alla fine compare, non ha un nome?

    ha scritto il 

  • 4

    Forse il meno riuscito della serie Rizzoli & Isles che ho letto finora. Ho avuto l'impressione che abbia voluto un po' strafare. Rimane comunque un bel libro adrenalinico.

    ha scritto il 

Ordina per