«Adesso ogni cosa è via, e lí è tutto un susseguirsi di spazi vuoti, come se un folletto maligno avesse eliminato tutto quello che io adoravo»Conclusione della trilogia autobiografica iniziata con Le nozze in casa, Spazi vuoti (1985) racconta ... Continua
Ha scritto il 03/06/16
Più leggo Hrabal e più me ne innamoro. Non è tanto quello che scrive, ma come lo scrive. Uno stile dialogato, a flutti, torrenziale che sfocia nel surreale. Situazioni quotidiane diventano assurde, se non magiche. Il dramma, attraverso una ...Continua
Ha scritto il 13/03/16
“io ho fatto le scuole ceche, per cui secondo me, questi suoi racconti sono come tutti raggrumati, un po’ come quando le si rapprende il latte….”
“Vita di B. Hrabal scritta da lui medesimo per bocca altrui….” e la voce narrante è quella della sua adorata moglie.Racconta del modo di vivere del “suo caro maritino”, dei vari episodi di vita quotidiana a Praga, delle sue colossali ...Continua
  • 10 mi piace
Ha scritto il 04/09/13
pipsi
far parlare di se alla moglie immedesimandosi in essa credo sia una delle esperienze più qualificanti.io non ho mai avuto una moglie, e a ben guardare indietro non l’ho mai cercata, ma qualcuna l’ho frequentata. il geniale hrabal, scrittore ...Continua
  • 8 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 13/02/12
Mio marito, il mio tesoro, il premio di Stato
Hrabal scrive di sé per bocca di sua moglie. Una donna che, alla fine del libro, ammette di essersi dimenticata di fare dei figli a forza di stare dietro a quel suo bambino un po' cresciuto... a suo marito, il suo tesoro, il premio di Stato.Bella ...Continua
Ha scritto il 10/01/12
Questo non è un libro. E' qualcosa che gratta via tutto il sudicio accumulato che avevi dentro e ti fa vedere l'animo di un uomo-bambino spaventato. Ancora in fase di lettura, scriverò un degno commento alla fine, sempre se ci riuscirò.
  • 14 mi piace
  • 5 commenti

Ha scritto il Jan 04, 2012, 18:48
ah queste mie paturnie, tutta questa bua che continuo a sentire, questo mio desiderio dio non esistere... mi basta di ricordarmi di Pavlik e di Lothar... [...] loro lo avevano già superato da un pezzo... puntano tutto solo ed esclusivamente ...Continua
Pag. 163
Ha scritto il Jan 04, 2012, 18:36
si alzava, barcollando, andava ad aprire e lasciava uscire o entrare i gattini, senza mai dire una sola parola, un solo improperio,perché, come ripeteva, loro sono i nostri figli, e i figli quando sono piccoli sono qualcosa di sacro... anche se ...Continua
Pag. 143
Ha scritto il Jan 04, 2012, 18:29
Il mondo è bello da impazzire, non che lo sia davvero, ma io è così che lo vedo...
Pag. 115
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 04, 2012, 18:27
E invece per mio marito era proprio quello il suo vanto, era tutto entusiasta quando poteva lasciare qualche suo testo incompleto, mezzo diroccato, con l'intonaco che avevo preso a cadergli e appariva il muro nudo, e i mattoni che si sbriciolavano...
Pag. 69
Ha scritto il Jan 04, 2012, 18:19
Di se stesso a mio marito piaceva dire di essere in realtà una signorina travestita da uomo, diceva che il suo umore cambiava diverse volte al giorno [...] poi invece alcune ore ancora era come se stesse ad annusare merda [...] era l'unica cosa che ...Continua
Pag. 64

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi