Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Speak

Le parole non dette

Di

Editore: Giunti (Y)

3.9
(712)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8809752414 | Isbn-13: 9788809752412 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tiziana Lo Porto

Disponibile anche come: Cofanetto , Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Ti piace Speak?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Melinda Sordino ha tredici anni e un segreto. L'estate prima di entrare al liceo, durante una festa, viene violentata da uno dei ragazzi più popolari della scuola. Ancora sconvolta, Melinda chiama la polizia, e nel fuggi fuggi generale non riesce a confessare la violenza subita. Quando pochi giorni dopo le amiche di Melinda scoprono che è stata lei a chiamare la polizia e a rovinare il party, non pensano a chiederle spiegazioni, ma la maltrattano e smettono addirittura di salutarla. Melinda si isola e comincia ad avere difficoltà a parlare sia a scuola che a casa. Fino a che... Speak è uno dei romanzi culto della generazione Y.
Ordina per
  • 0

    Melinda es una chica callada e inadaptada. Una horrible fama la precede, la de «aguafiestas», en el sentido más literal de la expresión, pues el año pasado se vio en la obligación de llamar a ...continua

    Melinda es una chica callada e inadaptada. Una horrible fama la precede, la de «aguafiestas», en el sentido más literal de la expresión, pues el año pasado se vio en la obligación de llamar a la policía y arruinó una de las mejores fiestas del curso. ¿Por qué llamó a la policía? Solo ella lo sabe.

    La impotencia que nuestra protagonista siente al ver cómo todos la juzgan por haber tenido que llamar a la policía y haber chafado una gran noche, sumada a su sensación de depresión, no hacen de este un año fácil. Eso repercute en sus notas y en sus relaciones sociales. Aunque no está sola del todo; tiene a Heather, pero no le será de mucha ayuda.

    Sigue leyendo: http://www.eltemplodelasmilpuertas.com/critica/cuando-arboles-hablen/866/

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, bello, bello… mi ricordavo il film, ma il libro non l’avevo mai letto e devo dire che la sceneggiatura ha seguito il libro quasi in tutto. Merita senz’altro una rilettura e lo ...continua

    Bello, bello, bello… mi ricordavo il film, ma il libro non l’avevo mai letto e devo dire che la sceneggiatura ha seguito il libro quasi in tutto. Merita senz’altro una rilettura e lo conserverò ancora parecchio nella mia biblioteca personale. Lo stile dell’autrice è piacevolissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Speak- le parole non dette è stato il primo libro che ho letto di Laurie Halse Anderson. Lo amato. La narrazione è scorrevole, e il libro si legge in fretta (c'è da dire che è breve). Questo ...continua

    Speak- le parole non dette è stato il primo libro che ho letto di Laurie Halse Anderson. Lo amato. La narrazione è scorrevole, e il libro si legge in fretta (c'è da dire che è breve). Questo romanzo parla DAVVERO di adolescenti, ci racconta SUL SERIO i problemi adolescenziali. Melinda, è un personaggio, a parer mio adorabile, è una ragazza problematica, però è impossibile non affezionarsi a lei. Alla fine,ammetto di aver pianto. Quattro stelline e mezzo, una lettura che consiglio, soprattutto se volete conoscere quest'autrice, è un ottimo trampolino di lancio.

    ha scritto il 

  • 4

    Wow

    Crudo, diretto, questo è un romanzo che suscita forti emozioni; non si può fare a meno di soffrire insieme a Melinda, cercando di capire che cosa la rende così introversa e diffidente. La storia ...continua

    Crudo, diretto, questo è un romanzo che suscita forti emozioni; non si può fare a meno di soffrire insieme a Melinda, cercando di capire che cosa la rende così introversa e diffidente. La storia è triste e colpisce dritta al cuore: ci mostra quanto possa essere difficile quando non si ha nessuno su cui fare affidamento e come talvolta una persona bollata come strana o timida, nasconda invece un segreto logorante che non le permette di vivere.

    ha scritto il 

  • 2

    Delusione.

    Forse mi aspettavo troppo da questo libro. Da tantissimo tempo volevo leggerlo... ed è stata una grande delusione. Un argomento difficile da affrontare. Non sono riuscita a farmi coinvolgere dalla ...continua

    Forse mi aspettavo troppo da questo libro. Da tantissimo tempo volevo leggerlo... ed è stata una grande delusione. Un argomento difficile da affrontare. Non sono riuscita a farmi coinvolgere dalla protagonista. Sarebbe potuto venirne fuori un gran bel libro, invece l'ho trovato piuttosto noioso. Peccato.

    ha scritto il 

  • 3

    Quante parole possono nascondersi dietro ad un forzato silenzio? Quante urla dietro un labbro morso fino a farlo sanguinare? Come sempre i libri da ragazzi mi intrigano e mi piacciono un casino...i ...continua

    Quante parole possono nascondersi dietro ad un forzato silenzio? Quante urla dietro un labbro morso fino a farlo sanguinare? Come sempre i libri da ragazzi mi intrigano e mi piacciono un casino...i problemi, le incomprensioni, i grandi dubbi ed i grandi dolori degli adolescenti sono da sempre una delle mie letture preferite. Anche questa volta non sono rimasta delusa anche se la scrittura mi è risultata un pochino meno scorrevole del solito. Il grande segreto della nostra protagonista è in verità palesemente ovvio fin dalle prime pagine, anche se l'autrice riesce ad essere avvincente descrivendo ed esaltando la quotidianità di un'anima incompresa in un "mondo" che sente molto ostile. La dolcezza delle immagini e del carattere della nostra adorabile ragazzina protagonista rendono il romanzo se possibile ancora più tenero: che voglia di abbracciare forte forte Melinda!

    ha scritto il 

  • 1

    A me non ha nè entusiasmato ne interessato. Non sono nemmeno riuscita a finirlo per il poco coinvolgimento che questo libro può dare. L'ho trovato davvero noioso.

    ha scritto il 

  • 2

    penso che chi abbia scritto...

    ...per anobi la descrizione del libro, sia un autentico cretino, visto che rivela il segreto del romanzo in poche righe. chi commenta dovrebbe avvisare che nel suo testo ci sono spoiler, basta poca ...continua

    ...per anobi la descrizione del libro, sia un autentico cretino, visto che rivela il segreto del romanzo in poche righe. chi commenta dovrebbe avvisare che nel suo testo ci sono spoiler, basta poca intelligenza per capirlo. detto questo un romanzo congegnato non banalmente, che rivela il suo nocciolo con sapiente parsimonia, ma che sembra scritto da un adulto che cerca di spacciarsi per un adolescente la forma è quella di una sorta di diario, ma l'eccesso di frammentazione in episodi di scarsa rilevanza, il linguaggio ostentatamente adolescenziale e forzatamente sarcastico, ne rendono faticosa la lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    Più crudo, più reale

    Si distingue da tutta quella trita banalità per giovani adulti per la tematica forte e per una protagonista che non segue il classico schema da teenager sofferente in piena tempesta ormonale (di ...continua

    Si distingue da tutta quella trita banalità per giovani adulti per la tematica forte e per una protagonista che non segue il classico schema da teenager sofferente in piena tempesta ormonale (di solito del tipo 1. "non sono capace di fare nulla e mi sento una sfigata totale" 2. "non sono mica una delle meglio che girano a scuola" 3. " c'è un tipo che mi fissa, forse gli piaccio forse no; comunque è proprio un bel figo" ecc)

    Ecco, tutti quei luoghi comuni dell'accettazione e dell'autostima da guadagnare tutte con una conturbante storia d'amore QUI NON ci sono. La protagonista è certo insicura, solitaria, non bellissima (sono l'unica che non ha trovato una sua descrizione fisica tra le pagine?) e con un'orribile segreto e peso psicologico, ha quel tocco di negatività, cinismo e non so che del tutto reali.

    Le altre comparse a volte scadono nel già visto (se avete fatto esperienza di film americani sulle high school avrete già idea delle cricche scolastiche come i secchia, i bulli, i palestrati...), ma svolgono bene il loro ruolo di sfondo e/o comprimari della protagonista. Insomma non è un romanzo con un cast eccezionale, però funziona bene nel complesso ed ha a suo favore quella crudezza e quella "cattiveria" (chiamiamola così) della vita reale che certo non può scadere in buonismi e lieto fine fiabeschi.

    ha scritto il 

Ordina per