Specchio infranto

Di

Editore: La nuova frontiera (Il basilisco)

4.0
(199)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 305 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Catalano , Spagnolo

Isbn-10: 8883732324 | Isbn-13: 9788883732324 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giuseppe Tavani

Disponibile anche come: Altri

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Specchio infranto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Teresa, figlia di una pescivendola e con un errore di gioventù alle spalle, sposa il vecchio e ricco Rovira che s'innamora della sua bellezza. È l'inizio della sua ascesa sociale.Ben presto vedova, diventa la moglie di Salvador Valldaura, un uomo ancor più ricco, e va a vivere in una magnifica villa che custodirà i tanti segreti, i tanti amori, le nascite e i lutti di tre generazioni. Mercè Rodoreda compone con impareggiabile maestria i frammenti della vita di una famiglia, che riflettono come in uno specchio gli incanti e i disinganni, il peso della nostalgia e il senso dell'effimero.
Ordina per
  • 3

    Rodoreda è la scrittrice catalana più tradotta al mondo. Antifascista lasciò la Spagna durante la dittatura di Franco.
    Lette solo le prime 50 pagine sembra un bel romanzo classico e lei scrive bene, m ...continua

    Rodoreda è la scrittrice catalana più tradotta al mondo. Antifascista lasciò la Spagna durante la dittatura di Franco.
    Lette solo le prime 50 pagine sembra un bel romanzo classico e lei scrive bene, ma a me non va di perdere tempo a leggerlo. Se ci arriverò in vecchiaia forse...

    ha scritto il 

  • 5

    Una scoperta

    E' la storia di una famiglia attraverso tre generazioni. Richiama un pò "la casa dei spiriti", ma qui i personaggi sono molto più sfumati.. sono a volte tragici, spesso insulsi, sempre a un passo dall ...continua

    E' la storia di una famiglia attraverso tre generazioni. Richiama un pò "la casa dei spiriti", ma qui i personaggi sono molto più sfumati.. sono a volte tragici, spesso insulsi, sempre a un passo dall'essere memorabili, ma senza esserlo mai. All'inizio questo aspetto, lo ammetto, mi aveva un pò infastidito; mi sembravano tanti attori mancati, in una storia che non sembrava decollare mai.. ma poi, dopo la metà del libro ecco che improvvisamente, si viene trascinati dentro ai ricordi di quella casa ormai abbandonata, ai profumi, ai colori del parco e dei giardini, grazie alle moltissime descrizioni dell'autrice.. e tutte quelle piccole storie di povere anime perdute ti diventano improvvisamente care e importanti come se fossero state persone vive e amate. Credo che non dimenticherò mai la piccola Maria, la sua storia e la sua dolorosissima esistenza. Se chiudo gli occhi mi sembra ancora di vederla correre senza pace in quel parco fuori dal tempo..

    ha scritto il 

  • 5

    Veramente un bel libro, non so perché non molto considerato. Ho ora capito dove stia la grandezza della Rodoreda, nei dettagli, nel dire gli stati d'animo e rendere le atmosfere senza nominarle, il co ...continua

    Veramente un bel libro, non so perché non molto considerato. Ho ora capito dove stia la grandezza della Rodoreda, nei dettagli, nel dire gli stati d'animo e rendere le atmosfere senza nominarle, il contrario di Baricco ;) Mi ha un po' ricordato La casa degli spiriti, con la villa e le storie familiari che in essa accadono, nel tempo, per più generazioni. Gran lettura estiva, ci voleva. Pur non essendo proprio allegro .. già il titolo fa intuire.

    ha scritto il 

  • 4

    Me ha gustado mucho.
    Es un retrato fidedigno de la alta burguesía catalana.
    La historia de una familia con sus grandezas y sus miserias.
    De como se puede llegar a la cima y posteriormente caer en una ...continua

    Me ha gustado mucho.
    Es un retrato fidedigno de la alta burguesía catalana.
    La historia de una familia con sus grandezas y sus miserias.
    De como se puede llegar a la cima y posteriormente caer en una ruina que conduce a la decadencia.
    Está francamente bien escrita.
    Muy brillante.

    ha scritto il 

  • 4

    Merce' Rodoreda lo descrive come "un romanzo dove ciascuno s'innamora di chi non dovrebbe e chi non ha l'amore cerca di averlo a tutti i costi: nello spazio di un'ora o nello spazio di un minuto" . ...continua

    Merce' Rodoreda lo descrive come "un romanzo dove ciascuno s'innamora di chi non dovrebbe e chi non ha l'amore cerca di averlo a tutti i costi: nello spazio di un'ora o nello spazio di un minuto" .

    ha scritto il 

  • 2

    Ciascuno cerca l'amore senza mai riuscirci

    Mercè Rodoreda , scrittrice spagnola molta conosciuta in patria, deceduta nel 1983, traccia tante storie tra loro intrecciate e tragiche in una aurea plumbea e triste con finale onirico . Difficile ...continua

    Mercè Rodoreda , scrittrice spagnola molta conosciuta in patria, deceduta nel 1983, traccia tante storie tra loro intrecciate e tragiche in una aurea plumbea e triste con finale onirico . Difficile lettura , si entra in un momdo antico poco amabile.

    ha scritto il 

  • 3

    Amo molto la Rodoreda, così come la sua Catalogna.
    La storia è bella, i personaggi interessanti, le atmosfere affascinanti. Il libro, alla fine, è la storia di una casa padronale: Villa Valldaura con ...continua

    Amo molto la Rodoreda, così come la sua Catalogna.
    La storia è bella, i personaggi interessanti, le atmosfere affascinanti. Il libro, alla fine, è la storia di una casa padronale: Villa Valldaura con i suoi rosai, l'immenso alloro, le lussuose stanze, la cucina sempre al lavoro.
    Ma raccontare una saga familiare (tutta al femminile, tra l'altro) in trecento pagine è opera decisamente improba, anzi impossibile. E infatti la Rodoreda non lo fa, sorvolando e accennando piuttosto che raccontare davvero la loro storia. Peccato, perché molti protagonisti avrebbero meritato molto ma molto di più.
    Piacevole lettura, comunque.

    ha scritto il 

  • 0

    Sinceramente trovo questo libro singolare...la vicenda si snoda nel corso degli anni per seguire la vita e gli avvenimenti più significativi che coinvolgono i componenti della famiglia protagonista, a ...continua

    Sinceramente trovo questo libro singolare...la vicenda si snoda nel corso degli anni per seguire la vita e gli avvenimenti più significativi che coinvolgono i componenti della famiglia protagonista, a partire dalla seducente Teresa fino ai suoi sfortunati nipoti. Il libro è ambientato a Barcellona, e già questo basterebbe a interessarmi: essendoci stata ho ritrovato dei luoghi a me familiari e questo ha aggiunto quel tocco in più ad una narrazione già di per sè piacevole. Nel corso del libro il tono si fa via via più cupo ed è per questo che fatico un po' a definire il tipo di romanzo, all'inizio sicuramente più scorrevole e forse più accattivante, poi più triste e a tratti di difficile lettura. Nella seconda parte si puntualizza un po' troppo sulle manie dei figli e nipoti di Teresa..forse è proprio solo lei a mantenere per tutto il romanzo un carattere positivo, pur nella tristezza della sua condizione; Rimane certamente sempre e comunque buona, degli altri personaggi non potrei dire altrettanto. Penso leggerò altri libri di questa autrice, anche solo per capire se mi piace il modo in cui scrive..per ora sono ancora in dubbio e non riesco ancora a capirlo.

    ha scritto il 

Ordina per